Francia avvia azione militare in Siria contro lo stato islamico

a cura di Giovanna Manna
data pubblicazione 27 Set 2015 alle ore 11:18am

francia raid siria
L’Eliseo ha già dato il via ad azione militare in Siria contro lo stato islamico, in coordinamento con la coalizione internazionale, facendo partire i primi raid aerei.

A renderlo noto è il quotidiano francese Le Monde. “La Francia – si legge in un comunicato della presidenza – ha colpito in Siria. Lo abbiamo fatto sulla base di informazioni raccolte nelle ultime operazioni aeree condotte da oltre due settimane, nel rispetto della nostra autonomia d’azione, in coordinamento con i nostri partner della coalizione”.

Parigi “conferma così il suo risoluto impegno” a combattere contro “la minaccia terroristica chiamata Daesh” annunciando di voler “colpire ogni qual volta la sicurezza nazionale sarà messa in gioco”.

Oltre che con i raid, la Francia rafforzerà la sua azione militare contro i terroristi anche con il cyberspazio. Ad annunciare il rafforzamento della “lotta digitale”, è stato il ministro della Difesa, Jean-Yves Le Drian.

In particolare, punterà a proteggere i sistemi informatici della difesa ma anche a passare all’offensiva. «Non è più un tabù», dice il ministro, secondo cui «i gruppi armati terroristici che affrontiamo, a partire dall’Isis, investono in modo massiccio nello spazio digitale».

Almeno 30.000 i foreign fighters presenti in Siria ed Iraq andati a combattere nelle file dell’Isis: a rivelarlo fonti di intelligence Usa citate dal New York Times.

In 12 mesi il loro numero “è raddoppiato” e i reclutamenti “sarebbero in costante crescita, con quasi 1.000 nuovi combattenti al mese”, di cui almeno 250 sono americani.