Bologna, scambiate sacche di sangue, paziente trasfuso con gruppo sanguigno non suo

a cura di Giovanna Manna
data pubblicazione 28 Set 2015 alle ore 11:38am

trasfusione scambio
Un errore di trasfusione è quello che è avvenuto all’Ospedale Maggiore di Bologna, durante un’operazione di urgenza, necessitata a seguito di un incidente stradale ad un paziente di 45 anni.

Il quale ha ricevuto due sacche di sangue di un gruppo diverso dal suo.

Una vicenda che ha portato ad una denuncia e all’apertura di un’inchiesta per lesioni colpose, al momento contro ignoti.

Acquisite intanto dai carabinieri del Nas, le cartelle cliniche del paziente e poste sotto sequestro le due sacche vuote di sangue.

Secondo quanto riportato dall’Ansa, l’errore sarebbe avvenuto per un caso di omonimia di cognome.

Per fortuna, subito dopo la trasfusione un operatore sanitario si sarebbe accorto dell’errore, ovvero che il cognome coincideva ma non il nome, al fine di poter permettere di poter intervenire per arginare il danno causato.