settembre 30th, 2015

Jovanotti, da domani sulla JovaTv il video di “Pieno di vita”

Pubblicato il 30 Set 2015 alle 2:46pm

E’ PIENO DI VITA il nuovo video di Lorenzo Jovanotti ad accompagnare l’omonimo brano uscito il 18 settembre scorso già nella top ten dei brani più suonati dalle radio. (altro…)

Il premier Renzi all’Onu “Italia pronta a ruolo guida in Libia”

Pubblicato il 30 Set 2015 alle 1:00pm

Matteo Renzi sale sul podio delle Nazioni Unite con un discorso che dura 20 minuti in cui parte dall’emergenza migranti sino ad arrivare al pericolo Isis. (altro…)

Isis: Putin pronto ad attaccare in Siria

Pubblicato il 30 Set 2015 alle 12:31pm

Il presidente Vladimir Putin dopo il vertice con il presidente degli Stati Uniti d’America Barack Obama e il discorso all’Onu sulla situazione siriana e sulla lotta all’Isis, ha chiesto al Consiglio federale l’autorizzazione a usare le truppe del Cremlino all’estero.

Il Senato ha dato la sua autorizzazione dopo essersi riunito in una seduta a porte chiuse.

Il capo dell’amministrazione presidenziale, Serghiei Ivanov, ha affermato che “Mosca userà solo forze aeree”.

Medimex 2015, tra i tanti ospiti, anche Natalie Imbruglia per il grande spettacolo dei live

Pubblicato il 30 Set 2015 alle 12:17pm

La popstar australiana Natalie Imbruglia, la cantautrice siciliana Carmen Consoli e la «Patti Smith del deserto» Hindi Zahra saranno i fiori all’occhiello dei live serali del Medimex 2015 di Bari, in scena anche quest’anno alla Fiera del Levante. (altro…)

Influenza 2015, 4 virus diversi, 5 milioni di persone a rischio. I consigli dell’esperto

Pubblicato il 30 Set 2015 alle 11:44am

«L’influenza 2015-2016 metterà a letto dai 4 ai 5 milioni di italiani. Ci aspettiamo dunque una stagione di intensità media. Ma l’effettiva diffusione dipenderà anche dall’andamento delle temperature».

Questa la previsione che viene fatta dal virologo e ricercatore Fabrizio Pregliasco, del Dipartimento di scienze biomediche per la Salute dell’università degli Studi di Milano.

«Saranno 3-4 i virus protagonisti: tra cui il già conosciuto A/H1N1 California. Poi il virus di origine Svizzera, A/H3N2; il virus B/Phuket e, forse, anche un altro virus chiamato B/Brisbane. Questi ultimi tre sono delle varianti, ma non sono molto distanti dai virus che hanno circolato negli ultimi anni». Questo l’annuncio dell’esperto.

Ma i virus influenzali non saranno i soli, a colpire milioni di italiani. Ce ne saranno altri 200 chiamati “cugini” pronti a tornare all’attacco. Dai rinovirus fino ad arrivare ai virus parainfluenzali.

«Si stima, infatti, che altri 8-10 milioni di persone dovranno farvi i conti con essi. Per un totale dunque di 13 milioni circa alle prese con sintomi vari, dal naso chiuso alla febbre, sino ai disturbi gastrointestinali», spiega Pregliasco.

Tutti virus che viaggiano a 150/200 chilometri orari e sono in grado di raggiungere distanze di 4 metri. Sopravvivono fino a 12 ore, su superfici dure e l’aria aperta. Lo starnuto il mezzo più veloce per la trasmissione.

Ma allora, come difendersi ed evitare di ammalarci? «Seguendo alcune semplici regole dettate dal buonsenso», assicura l’esperto.

I rimedi efficaci per il mal di gola, spossatezza e febbre sono anche quelli «della nonna» che in realtà hanno un vero e proprio fondamento scientifico.

Sì dunque, a pezze bagnate sulla fronte, a all’alcol etilico denaturato che, insieme all’antipiretico aiuta a far calare la febbre quando questa supera i 38 gradi. «Molto salutare anche il brodo di gallina, per le quote di amminoacidi e proteine che fornisce. I medici, poi, vanno presi sul serio quando in presenza di influenza consigliano un buon sonno. Infatti – assicura Pregliasco – alcuni studi hanno dimostrato che dormire aumenta la risposta immunitaria perché riduce i livelli di cortisolo».

Sì anche alla spremute d’arancia aiutano a prevenire il raffreddore e l’influenza: la vitamina C in esse contenuta, contribuisce a rafforzare il sistema immunitario. «Come del resto anche la vitamina B che aiuta la ricostruzione delle cellule danneggiate».

E ancora, arieggiare gli ambienti, lavarsi spesso le mani, tenere gli ambienti ad una giusta temperatura, vaccinarsi se si è a rischio. Perché, l’iniezione, assicura l’esperto, è “un’opportunità per tutti, e diventa un salvavita per le persone fragili, over 65 e malati cronici, o a rischio complicanze.

Infine, il ricorso all’automedicazione responsabile, utile per attenuare i sintomi senza azzerarli, consultare il medico se non si migliora dopo 4-5 giorni. Tra i farmaci più usati ci sono gli antistaminici contro gocciolamento nasale, starnuti e congiuntivite; i vasocostrittori contro il naso chiuso; i colluttori o le pastiglie per il mal di gola; sedativi, fluidificanti e mucolitici contro la tosse; antinfiammatori contro dolori e febbre”. Gli antibiotici che “non vanno assunti all’inizio ma dietro prescrizione medica se presenti sintomi di sovrainfezione batterica”.

Giorgio Armani, 40 anni di carriera, un libro e la sfilata primavera – estate 2016

Pubblicato il 30 Set 2015 alle 6:11am

Per la prossima primavera estate Giorgio Armani sceglie il rosso. Proponendo una collezione per donne che vogliono essere belle a prescindere dall’età.

Così il nuovo tailleur è caratterizzato da una giacca avvolgente che aderisce al busto e si porta sia con gli shorts, i bermuda, che con gonnelline fluide o pantaloni d’organza. (altro…)

Al Gam di Torino mostra di 40 capolavori di Monet dal Musée d’Orsay, fino al 31 gennaio 2016

Pubblicato il 30 Set 2015 alle 6:04am

Il genio di Claude Monet (1840-1926) in mostra in Italia, alla Gam di Torino, grazie alla collaborazione con il Musée d’Orsay di Parigi che ha concesso circa 40 opere del grande pittore impressionista, alcune delle quali mai esposte prima nel nostro Paese.

Basterebbe, infatti, solo Le Dejeuner sur l’herbe a rendere necessaria la visita a questa incredibile mostra che aprirà al pubblico il prossimo 2 ottobre e chiuderà le porte il prossimo 31 gennaio 2016.

I lavori per l’allestimento in tanto fervono, in vista dell’ inaugurazione di giovedì 1 ottobre.

La rassegna monografica dedicata al grande genio, padre dell’impressionismo, è uno dei grandi appuntamenti della stagione culturale di Torino 2015/2016.

Dedicata a tutto lo sviluppo artistico del celebre pittore, la mostra parte dalle opere più antiche sino ad arrivare a quelle più recenti prodotte in tarda età.

Un evento straordinario ed unico nel suo genere per conoscere fino in fondo la grande personalità e dedizione di Monet verso la pittura.

Per visitare l’esposizione il costo del biglietto intero è di €12, ridotto €9, per i gruppi €8. Ma le scolaresche pagheranno €5, mentre le famiglie €24. Ad un prezzo maggiorato sarà infine disponibile biglietto mostra + ingresso al museo (gratuito per coloro che possiedono l’abbonamento ai musei).