ottobre 20th, 2015

Facebook ci avviserà se il governo ci spia

Pubblicato il 20 Ott 2015 alle 1:13pm

Facebook avviserà gli utenti nel caso in cui il loro profilo verrà violato da hacker che lavorano per i governi.

La notizia, annunciata dallo stesso social network in un post ufficiale, è scaturita in seguito allo scandalo del Datagate e della recente sentenza della Corte di Giustizia Ue che ha ribaltato il concetto di ‘safe harbour’ dei nostri dati negli Usa.

In pratica, Facebook manderà agli utenti un alert qualora dovesse avere “il forte sospetto che il nostro account possa in qualche modo avere subito un attacco effettuato per conto di un governo”.

Il fine? “Lo facciamo perché questo tipo di attacchi possono essere più pericolosi di altri e da sempre incoraggiamo le persone a prendere ogni provvedimento per mettere al sicuro il loro profili”, spiega il capo della sicurezza di facebook Alex Stamos.

Precisando anche che il celebre social network non darà nessun altra informazione in merito e che il messaggio non significa necessariamente ci sia stato un attacco.

Milano, sorprende ladro in casa di notte: 25enne ucciso a colpi di pistola da pensionato

Pubblicato il 20 Ott 2015 alle 12:27pm

Un ragazzo rumeno di 25 anni è morto in provincia di Milano perché colpito dai proiettili di una pistola nel tentativo di derubare durante la notte una famiglia.

Questa l’ipotesi investigativa seguita dai carabinieri in base alle prime testimonianze rilasciate dallo sparatore, il padrone di casa e pensionato, e una vicina.

La vicina avrebbe visto due o tre persone scavalcare la recinzione della villetta a fianco e quando i militari sono giunti sul posto si era appena consumata la tragedia: il padrone di casa ha raccontato di essere stato svegliato da alcuni rumori, di aver preso la pistola (regolarmente detenuta), di essersi alzato dal letto e di aver trovato davanti a sé nel buio una figura, a cui ha sparato un colpo.

Poi per la paura di aver sparato ancora un altro o due colpi, in aria, vedendo in giardino altre ombre fuggire via. Quindi, rientrato in casa, si è accorto del corpo a terra del primo ladro, ha cercato di soccorrerlo chiamando anche il 118 e i carabinieri.

Il proprietario dell’appartamento è un pensionato di 65 anni, Francesco S., che abita nella palazzina con la moglie, che dormiva con lui al terzo piano, il figlio e la nuora, che dormivano al primo. L’uomo, che al momento è interrogato dai magistrati della Procura di Monza in caserma, ha detto di essersi procurato l’arma dopo aver subito diversi furti in casa.

La vittima, in corso di identificazione, era entrata da una finestra dopo essersi tolta scarpe e infilato calzini sulle mani, forse per non lasciare impronte.

Il massaggio come coccola al bambino

Pubblicato il 20 Ott 2015 alle 11:05am

Millenaria arte orientale, oggi ripresa e diffusa anche in Occidente, il massaggio è uno dei gesti più naturali che possediamo ma anche una forma di terapia molto efficace. Attraverso manipolazioni, sfregamenti e frizioni, è infatti possibile lenire dolori muscolari e articolazioni, regalare immediato benessere psichico, allentare fatiche e tensioni. Il massaggio può essere praticato a persone di qualsiasi età, anche su neonati, addirittura dal giorno successivo al parto. I benefici che quest’arte permette di regalare al proprio bimbo sono innumerevoli. (altro…)

In tour per Milano con tram del 1928 per visitare oltre 60 luoghi della città

Pubblicato il 20 Ott 2015 alle 7:18am

Da mercoledì 21 ottobre l’Atm offrirà un nuovo servizio: per la prima volta i tram “Carrelli” del 1928 si trasformeranno in mezzi turistici per accompagnare i passeggeri tra le attrazioni del capoluogo meneghino.

Il tutto raccontato da una audioguida scaricabile gratuitamente sul proprio smartphone o tablet.

Una volta acquistato il biglietto sarà sufficiente registrarsi sull’apposito sito e accedere alla App “ATM City Tour Milano”, dopodiché basterà segnare l’QR Code presente sul mezzo affinché l’audioguida si attivi automaticamente.

Quattro i percorsi stabiliti, due dei quali serviti da tram “Carrelli” degli anni ‘20, gli altri due da bus Gran Turismo toccando tutti e quattro oltre 60 luoghi di interesse lungo gli itinerari.

Per utilizzare il nuovo servizio attivo 7 giorni su 7 occorrerà un biglietto unico con cui sarà possibile compiere un numero illimitato di viaggi su tutte e quattro le linee nell’arco di 48 ore.

Il costo è di 25€ per gli adulti e 10€ per i bambini dai 5 ai 12 anni. I bambini sotto i 5 anni potranno viaggiano gratis. Il biglietto sarà acquistabile direttamente a bordo, oppure presso gli Atm Point e le rivendite autorizzate.

Rocco Hunt, il 23 ottobre il nuovo album “SignorHunt” anticipato dal singolo “Vene e vvà”

Pubblicato il 20 Ott 2015 alle 6:58am

Il 23 ottobre prossimo arriva in tutti gli store musicali e piattaforme digitali il nuovo disco del rapper Rocco Hunt, dal titolo SignorHunt, già in preorder su iTunes.

Masterizzato agli Sterling Studios di New York da Chris Gehringer (Mastering Engineer di Nas, MethodMan, 50 Cent, JayZ e molti altri) è prodotto da Ketra e Takagi (già produttori di “Nu Juorno Buono” e di alcune delle più grandi hit dell’anno: “Roma – Bangkok” di Baby K feat. Giusy Ferreri, e “L’Amore Eternit” di Fedez feat. Noemi), Bassi Maestro, 2nd Roof (Guè Pequeno, Marracash) novità rap più attesa di questo fine anno, presentato in anteprima allo Spazio Sky “Darsena”.

“E’ il disco che volevo e come lo volevo” ha spiegato il rapper a TgCom24. Al suo interno 16 brani.

Il rapper dopo il disco di platino “’A verità” è il più richiesto del momento.

“SignorHunt” è anticipato dal singolo “Vene e vvà”, un brano che segna un passaggio importante nel percorso musicale del rapper di origini campane, un brano di denuncia sociale che non grida allo scontro ma ai valori etici e morali, cosa che da sempre contraddistingue lo stile dell’artista.

Nel nuovo lavoro, troviamo collaborazioni con Clementino, J-Ax, Guè Pequeno Neffa, Mario Biondi, Enzo Avitabile ed altri ancora che saranno presto annunciati.

Nei, superiori a 11 sul braccio destro, alto il rischio melanoma

Pubblicato il 20 Ott 2015 alle 6:06am

Avere più di 11 nei sul braccio destro potrebbe essere un allarme per la diagnosi precoce di melanoma. Secondo uno studio condotto da un ricercatore italiano al King’s College di Londra, questo numero di nei può suggerire un pericolo più alto rispetto alla media di sviluppare il cancro della pelle.

Il rischio è 5 volte superiore se i nei complessivi superano il centinaio in tutto il corpo.

Lo studio, pubblicato sul ‘British Journal of Dermatology’ ha posto in esame per 8 anni 3 mila gemelle residenti in Gran Bretagna raccogliendo ogni tipo di informazioni sul tipo di pelle, nei e lentiggini, presenti sul loro corpo.

Ebbene, le donne con più di 7 nei sul braccio destro presentavano un rischio 9 volte superiore di averne più di 50 di nei su tutto il corpo, e quelle con più di 11 oltre 100.

Di solito queste piccole macchie brune sulla pelle sono innocue, piatte e presentare anche dei peli. Se invece cambiano forma e colorazione, è il caso di verificare tale anomalia con una visita specialistica. “I risultati del nostro lavoro – afferma Simone Ribero, autore dello studio ricerca – potrebbero avere un impatto significativo sulle cure primarie”.