ottobre 28th, 2015

Bari, Medimex 2015: al via la tre giorni al salone internazionale della musica. Oltre 150 eventi e tantissimi ospiti

Pubblicato il 28 Ott 2015 alle 2:21pm

Al via domani, giovedì 29 ottobre, la quinta edizione del “Medimex“, fiera musicale internazionale, in scena alla Fiera del Levante di Bari, fino al prossimo 31 ottobre.

Una vera e propria città della musica, progettata su una superficie di 20mila metri quadrati con 100 espositori da tutto il mondo per questa edizione 2015. Centocinquanta eventi (escluse le iniziative collaterali), oltre 200 ospiti provenienti da 27 Paesi, 40 concerti su 5 palchi e 70 appuntamenti in ben 6 spazi, tra incontri d’autore, panel, case history, face to face(s) e presentazioni.

Una quinta edizione ancora più ricca di appuntamenti che diventa una manifestazione che si estende in tutta la Puglia con il coinvolgimento di operatori dell’intera regione confermandosi punto di riferimento per la scena musicale italiana ed internazionale, esperienza, scambio, conoscenza aperta a tutti e con i più autorevoli protagonisti del mercato mondiale: dai grandi artisti ai direttori dei festival internazionali, dalle major alle etichette indipendenti sino ad arrivare alle più autorevoli istituzioni culturali.

Tra gli ospiti già annunciati per questa edizione 2015, ci sono: Brian Eno, Gianna Nannini, Carmen Consoli, Natalie Imbruglia, la «Patti Smith del Magreb» Hindi Zahra, Ludovico Einaudi e Francesca Michielin.

Il 29 ottobre, dopo l’inaugurazione prevista per le ore 11 al cospetto delle autorità, il Medimex aprirà i battenti al pubblico con una leggenda vivente del rock, Brian Eno, che parlerà della sua straordinaria carriera di musicista e produttore e della sua installazione di visual art, “Light Paintings”, visitabile sino al prossimo 14 novembre al Teatro Margherita di Bari. Alle ore 17.30 sarà invece la volta di Ludovico Einaudi.

La giornata si concluderà con i live serali a partire dalle ore 21.30 su tre differenti palchi (ingresso 10 euro – ridotto 7 euro). Nome di spicco di questa giornata tra i tanti artisti presenti a questa quinta edizione, certamente quello della pop star australiana Natalie Imbruglia, tornata dopo otto anni di silenzio con le cover “maschili” dell’album “Male”.

Presenti al Medimex 2015 anche Hindi Zahra, Antonio Pascuzzo, il gruppo rivelazione JoyCut, il songwriter angolano Jack Nkanga, il Bari Jungle Brothers e La Scapigliatura, il raffinato duo che ha appena vinto la Targa Tenco per la “migliore opera prima”.

Non mancheranno eventi live con gli showcase di KuTso, Ciauda, Federico Cimini, Raffaele Casarano, Gianluca De Rubertis e Radiodervish e degli artisti inclusi nel progetto “Pugliesi nel Mondo”.

Tra gli altri appuntamenti della tre giorni, il Planetario, con le invenzioni sonore dei Deproducers e le conferenze dell’astrofisico Fabio Peri, e l’installazione audiovisiva e interattiva Cubled, un enorme cubo creato dal produttore musicale Giuseppe Acito, e due importanti momenti formativi per i giovani, Music Up, sulle connessioni tra musica, creatività e progettualità, e Medimex Kids, progetto che prevede per 10mila studenti pugliesi tra i 10 e 18 anni un incontro ravvicinato con i big della musica italiana e internazionale, un faccia a faccia tra i banchi di scuola con dieci artisti pugliesi, dai Negramaro a Renzo Rubino, da Diodato ai Bari Jungle Brothers, e tra Bari e Lecce una serie di iniziative collaterali e di avvicinamento alla tre giorni del salone espositivo con l’articolata programmazione di Fuori Medimex, con la quale, per tutto il mese di ottobre, le due città protagoniste saranno invase da decine di appuntamenti musicali. I partner coinvolti: Comune di Bari, Confcommercio, Conservatorio Niccolò Piccinni e Time Zones¸ Comune di Lecce, Officine della Musica e Dama – Danze e musiche dal Salento.

Per saperne di più su programmi giornalieri, biglietti, ospiti, consultare il sito web ufficiale dell’evento.

Due giovani uccisi ieri sera a Roma, spunta la pista passionale

Pubblicato il 28 Ott 2015 alle 11:23am

Due giovani sono stati uccisi a colpi di pistola ieri sera a Roma, nel quartiere periferico di Ponte di Nona. I due, entrambi romani, con precedenti penali, di 35 e 26 anni, sono stati feriti alla testa e al fianco e sono deceduti subito dopo arrivati in ospedale. Sul duplice omicidio indagano i carabinieri del Nucleo investigativo del Gruppo di Frascati e della Compagnia di Tivoli che cercano anche testimoni. (altro…)

James Bond fa tappa a Roma con ‘Spectre’, in uscita al cinema il 5 novembre

Pubblicato il 28 Ott 2015 alle 11:08am

‘Spectre’, ventiquattresimo film della saga su 007, diretto da Sam Mendes, interpretato da Daniel Craig, che fa tappa a Roma, per la promozione del film che uscirà nelle sale italiane dal 5 novembre prossimo in 700 copie distribuito da Warner Bros.

“Sono stati due anni in cui abbiamo respirato, mangiato, digerito solamente James Bond, ora come ora di parlare di un nuovo film su di lui non ne abbiamo voglia in merito al futuro cinematografico del personaggio, nato dalla penna di Ian Fleming. Dopo quattro film su di lui, quello che so è che all’inizio non volevo scimmiottare gli altri attori che mi avevano preceduto”.

“L’unica regola che ho tenuto sempre a mente è stata quella di trarre ispirazione dai libri e di ricordare che stavo interpretando 007, pur lasciandomi un piccolo spazio intorno per metterci qualcosa di mio” aggiunge l’attore. “Abbiamo avuto il privilegio di realizzare molte sequenze in posti davvero incredibili della città dove abbiamo lasciato un pezzo del nostro cuore. Credo che la scena dell’inseguimento sia davvero fantastica”.

Foto Afp

Usa, bimbo di due anni si spara con la pistola del padre

Pubblicato il 28 Ott 2015 alle 10:51am

Si è ucciso con la pistola del padre, trovata sul letto di casa, un bambino di due anni della cittadina di Acworth, in Georgia. (altro…)

Messa in vendita la villa in Maremma di Pino Daniele

Pubblicato il 28 Ott 2015 alle 7:40am

A dieci mesi dalla morte di Pino Daniele è stata messa in vendita la sua villa in Maremma.

La società proprietaria vende il casale situato tra Magliano e Orbetello (Grosseto) dove l’artista napoletano ha trascorso gli ultimi dieci anni della sua vita.

La bellissima residenza del cantautore e bluesman Pino Daniele, secondo quanto riferito dal quotidiano ‘Il Tirreno’, è stata messa in vendita sul sito internet della Cassiano Sabatini Luxury Real Estate, agenzia immobiliare specializzata nella vendita di case di lusso, affiliata all’agenzia statunitense Coldwell Banker.

Da questa casa l’artista venne trasportato in auto, la sera del 4 gennaio scorso dall’attuale compagna all’ospedale romano Sant’Eugenio, dove Daniele fu dichiarato morto a causa di un arresto cardiaco.

Il formaggio crea dipendenza proprio come la droga

Pubblicato il 28 Ott 2015 alle 7:03am

Anche il formaggio può generare dipendenza come le droghe. A rivelarlo uno studio americano secondo il quale la caseina, una proteina presente in tutti i prodotti lattiero-caseari, durante la digestione, la degradazione e il rilascio di caseomorfine attiva i recettori del cervello legati alla dipendenza.

Nella dipendenza da cibo il formaggio non sarebbe un caso isolato. Anche i biscotti, le patate fritte e il cioccolato avrebbero effetti simili a quelli della cocaina.

Gli autori dello studio hanno pubblicato i risultati raggiunti sulla rivista scientifica United States National Library of Medicine (NLM), dopo aver analizzato le preferenze alimentari di 500 studenti. Scoprendo che alimenti più grassi e il formaggio in particolare, è risultato essere il cibo più amato e di cui non si riesce a fare a meno.

Assocarni e Coldiretti: “No allarmismo, prodotti sani, ne consumiamo meno degli altri Stati”

Pubblicato il 28 Ott 2015 alle 6:57am

Assica-Assocarni, dopo l’allarme tumori lanciato alcuni giorni fa dall’Oms, associandolo al consumo di carni lavorate e semi-lavorate, soprattutto se cotte alla brace, chiarisce che poiché “Gli italiani seguono la dieta mediterranea, consumano mediamente meno carne e salumi dei loro vicini europei, e ancora meno rispetto agli americani (sia del sud che del nord) o australiani, “la nostra salute non è a rischio”.

“Le carni dei bovini allevati in Italia – precisa ancora Assica -Assocarni – presentano livelli di contenuto in grassi di gran lunga inferiore alla media dei paesi europei ed extraeuropei”. “Confidiamo, pertanto, che non si crei un ingiustificato allarmismo che rischia di colpire uno dei settori chiave dell’agroalimentare italiano. Che contribuisce a circa il 10-15% del prodotto interno lordo annuo, con un valore complessivo pari a circa 180 miliardi di euro”.

A pensarla così anche Coldiretti, che afferma: “La carne italiana è la più sana. Le carni Made in Italy sono più sane, perché magre, non trattate con ormoni e ottenute nel rispetto di rigidi disciplinari di produzione ‘Doc’ che assicurano il benessere e la qualità dell’alimentazione degli animali garantendo agli italiani una longevità da primato con 84,6 anni per le donne e i 79,8 anni per gli uomini”.

Inoltre, aggiunge ancora Coldiretti, “il rapporto Oms è stato eseguito su scala globale su abitudini alimentari molto diverse dalle nostre”, dove il consumo di wurstel e insaccati è minore rispetto, a quello negli Usa e nel resto del Nord Europa.

“I falsi allarmi lanciati sulla carne mettono a rischio 180mila posti di lavoro in un settore chiave del Made in Italy a tavola, che vale da solo 32 miliardi di euro, un quinto dell’intero agroalimentare tricolore”.