novembre 1st, 2015

Un test per predire la data del parto

Pubblicato il 01 Nov 2015 alle 12:14pm

Un semplice test può predire la data precisa del parto.

A darne notizia un articolo pubblicato sul «British Journal of Obstetrics and Gynaecology».

Si tratta di un nuovo esame utilizzato per calcolare con precisione la tempistica di una nascita, e prevedere anche l’uso di una sonda a ultrasuoni per misurare la lunghezza della cervice uterina.

In base a tali calcoli sarebbe infatti possibile predire con precisione se una donna entrerà in travaglio al massimo nel giro di una settimana.

Dal 25 novembre cambia il turno dei medici negli ospedali, stop agli straordinari

Pubblicato il 01 Nov 2015 alle 11:29am

Dal 25 novembre partirà un importante cambiamento per quanto riguarda gli orari massacranti dei medici negli ospedali.

Sarà previsto infatti un orario massimo di 48 ore settimanali, 13 ore al massimo e 11 di riposo.

In pratica verrà finalmente applicata la direttiva europea risalente a 12 anni fa, che l’Italia non ha mai messo in atto.

Tant’è che per bypassata inquadrava tutti i medici come dirigenti per evitare l’obbligo di timbratura del cartellino.

L’Ue ha però di recente notificato una procedura d’infrazione al nostro Paese e pertanto, a partire dal prossimo 25 novembre l’Italia sarà costretta ad uniformarsi a tale procedura.

Per le Asl che non rispetteranno le nuove disposizioni si prevedono anche sanzioni.

La ratio del provvedimento è quella di tutelare soprattutto la salute dei pazienti che potranno essere curati da medici più riposati e meno stressati, di contro però, si spera che si provvederà a coprire la carenza di organico che in molti ospedali si andrà a creare.

Brindisi, ubriaco travolge in auto due ragazzi: morto 19enne, grave l’amica

Pubblicato il 01 Nov 2015 alle 11:12am

E’ accaduto a Brindisi. Due ragazzi chiacchieravano sul marciapiede, la notte di Halloween. Erano circa le 3 di notte, forse si salutavano dopo una serata di divertimento quando sono stati travolti da un’auto impazzita.

Andrea De Nigris, 19 anni, è morto sul colpo; la sua amica 16enne è in condizioni gravissime ricoverata in ospedale.

Il fatto è accaduto in via Vespucci. L’automobilista, a bordo di una Mercedes che non è fuggito, è risultato essere in stato di ebrezza.

Talmente ubriaco secondo la Polstrada, da perdere il controllo della vettura e investire i due ragazzi.

Avanzi al ristorante, c’è la doggy bag d’autore. Molti gli esercizi contro lo spreco

Pubblicato il 01 Nov 2015 alle 10:44am

E’ un’iniziativa lanciata da Comieco e Slow Food e che ha già riscosso un discreto successo a Milano: lo scopo è quello di combattere lo spreco di cibo che avanza anche nei ristoranti.

Qualche mese fa, con la collaborazione di illustratori e designer di talento, è partita a Milano un’importante iniziativa chiamata “Doggy Bag – Se avanzo mangiatemi”.

Che ha portato alla realizzazione di divertenti doggy bag d’autore per promuovere la cultura del riciclo combattendo l’imbarazzo nel chiedere al ristoratore di poter portare a casa avanzi lasciati nel piatto.

Un’indagine condotta da Waste Watcher conferma infatti che oltre il 90% degli italiani è consapevole di quanto cibo si sprechi al ristorante. Un italiano su due sarebbe disposto a pagare un sovrapprezzo per portare a casa pietanze e vino avanzati durante un pasto.

Da qui l’idea di realizzare un porta avanzi d’autore che aiuti a vincere la vergogna e contrastare la fastidiosa percezione dovuta al fastidio degli esercenti nel proporre la soluzione doggy bag al termine della serata.

A Roma sono 17 i ristoranti che hanno aderito all’iniziativa. Le realtà coinvolte riceveranno pertanto un kit di contenitori gratuiti realizzati dall’architetto Michele De Lucchi e del professor Andrea Kerbaker.

Le doggy bag d’autore sono realizzate in cartone e completamente riciclabili, colorate e divertenti.

“Il doggy bag al ristorante deve diventare una pratica comune che non deve generare imbarazzo” sottolinea Fabio Spada, Presidente della Fipe-Confcommercio Roma. “Il confronto e la vista di ciò che avanza ci aiuta nello sviluppo di un consumo consapevole in maniera più concreta di quanto non avvenga eliminando l’avanzo, perdendolo di vista, facendo finta che non esista. Dall’esperienza del ristorante alla nostra quotidianità casalinga alla ricerca di acquisti mirati, con un occhio sempre più attento alla qualità a discapito, a volte, di una eccessiva quantità”.

Alcuni degli esercizi commerciali che hanno aderito all’iniziativa

All’Oro

Asino d’Oro

Big Al

Buca di Ripetta

Ciao Checca

Coromandel

Flavio al Velavevodetto

Hosteria Grappolo d’oro

L’Arcangelo

Osteria di Monteverde

Osteria del Velodromo Vecchio

Primo al Pigneto

Proloco Dol

Romeo

Settembrini

Spirito DiVino

Trattoria Da Cesare al Casaletto

Il nuovo trailer di “By the sea”, con Brad Pitt e Angelina Jolie, il film in uscita il 12 novembre

Pubblicato il 01 Nov 2015 alle 6:45am

Scritto, diretto e prodotto da Angelina Jolie, “By the Sea” è il nuovo lavoro della regista che torna a recitare accanto al marito dieci anni dopo il film “Mr. and Mrs. Smith”.

“By the Sea” segue la storia di uno scrittore americano di nome Roland (interpretato da Brad Pitt), che insieme a sua moglie, Vanessa (Angelina Jolie) ex ballerina, arriva in una tranquilla e pittoresca località balneare francese nel 1970 dove incontrano una coppia più giovane e iniziano a riflettere sulla loro relazione.

Il film sarà nelle sale italiane a partire dal prossimo 12 novembre.

A seguire il trailer

Le 10 regole per salvaguardare denti e gengive

Pubblicato il 01 Nov 2015 alle 6:02am

Tra le linee guida mondiali sulla prevenzione, diagnosi e cura delle malattie dentali, c’è senz’altro quella di lavarli più volte al giorno per circa 4 minuti.

Un vero e proprio manuale d’uso è stato stilato dalla Società Italiana di Parodontologia e Implantologia (SIdP) insieme alla EuropeanFederation of Periodontology (EFP), l’American Academy of Periodontology(AAP) e l’Asian Pacific Society of Periodontology (APSP).

Nuove direttive che servono anche ad eliminare il fastidioso problema delle gengive infiammate e sanguinanti ogni volta che si spazzolano i denti e qualche volta ne lasciano anche scoperto qualcuno.

Un difficile problema da trattare che colpisce in media 20 milioni di italiani over 35, ma che pochi sanno di avere e la cui sintomatologia è da non sottovalutare, perché una gengivite non curata è causa di parodontite, sesta malattia più frequente al mondo che nella forma più grave, porta alla graduale perdita dei denti.

In Italia la parodontite colpisce oltre 3 milioni di persone, che spendono per tale patologia e le sue conseguenze, un miliardo di euro l’anno per rimpiazzare i denti caduti.

La perdita dei denti è un problema che affligge gran parte di questi malati in quanto comporta anche un peggioramento alimentare, nutrizionale e ed estetico. Per questo le più importanti società scientifiche mondiali hanno redatto un documento di consenso che verrà applicato in ogni parte del globo, per affrontare al meglio una patologia che si associa anche ad altre malattie sistemiche come quelle cardiovascolari, il diabete, l’ictus, le infezioni respiratorie.

Ecco allora i dieci consigli degli esperti:

1) Non fumare. 2) Assumere molta vitamina C e mangiare molta frutta e verdura. 3) Recarsi per un controllo dal dentista almeno un paio di volte l’anno. 4) Durante una visita dentistica eseguire il test PSR. 5) Qualora le gengive dovessero risultare infiammate, lavare i denti almeno 2 volte al giorno per una durata di 4 minuti. 6) Lo spazzolino elettrico è preferibile a quello manuale. 7) Per gengive e denti delicati scegliere appositi dentifrici. 8) Usare gli scovolini interdentali della grandezza adeguati ai nostri spazi al posto del filo. 9) Usare un collutorio antiplacca, ma è meglio farsi consigliare dal medico in che modalità assumerlo. 10) Se le gengive dovessero sanguinare o essere arrossate recarsi subito da un dentista.