novembre 10th, 2015

Hitstory Tour 2016, Gianna Nannini triplica a Milano e Firenze. Nuove date a Bologna e Napoli

Pubblicato il 10 Nov 2015 alle 4:29pm

In attesa del debutto ufficiale dell’HITSTORY TOUR 2016 di Gianna Nannini, il 20 marzo 2016 dall’Auditorium del Lingotto a Torino, si aggiungono quattro nuove date.

Con questo tour, organizzato e prodotto da David Zard presenta, F&P Group e Saludo Italia, la cantautrice senese riporterà la sua musica rock nei teatri italiani più prestigiosi.

Triplica l’appuntamento a Milano, l’8 aprile al Teatro degli Arcimboldi, dove si esibirà oltre al 4 e al 5 aprile. Il 2 maggio triplica anche la data di Firenze, in un Teatro Verdi già vicino al sold out per le serate del 29 e 30 aprile.

Il 4 maggio poi, l’artista arriverà anche a Bologna all’Europauditorium e il 10 maggio a Napoli al Teatro Augusteo.

La tournée arriva dopo il successo ottenuto con il precedente tour e segue l’uscita di HITSTORY (Sony Music), una raccolta di 32 tracce nella versione Standard e 45 in quella Deluxe, contenente brani storici, sei inediti e l’unica versione remake di Un’estate italiana. Nell’album è presente anche il GIOCAGIANNA, un tabellone che riprende il simbolo del Terzo Paradiso di Michelangelo Pistoletto, da lui gentilmente concesso per dare forma al percorso visivo attraverso le immagini della straordinaria carriera artistica della rocker italiana più celebrata all’estero.

I biglietti per il tour di Gianna Nannini sono disponibili su www.ticketone.it e nei punti di vendita tradizionali.

RTL 102.5 è media partner ufficiale del tour di Gianna Nannini.

Per info www.fepgroup.it

Le date ufficiali dell’HITSTORY TOUR 2016

20 MARZO TORINO – Auditorium del Lingotto G. Agnelli

21 MARZO TORINO – Auditorium del Lingotto G. Agnelli

4 APRILE MILANO – Teatro degli Arcimboldi

5 APRILE MILANO – Teatro degli Arcimboldi

8 APRILE MILANO – Teatro degli Arcimboldi – NUOVA DATA

13 APRILE ROMA – Auditorium Parco della Musica

14 APRILE ROMA – Auditorium Parco della Musica

29 APRILE FIRENZE – Teatro Verdi

30 APRILE FIRENZE – Teatro Verdi

2 MAGGIO FIRENZE – Teatro Verdi – NUOVA DATA

4 MAGGIO BOLOGNA – Europauditorium – NUOVA DATA

10 MAGGIO NAPOLI – Teatro Augusteo – NUOVA DATA

Insomnia, questa sera su La3, Giovanni Terzi e gli ospiti parleranno di sonno nelle varie declinazioni

Pubblicato il 10 Nov 2015 alle 2:08pm

Il sonno nelle sue varie declinazioni: questo il tema del sesto appuntamento di stasera, in diretta su La3 (canale 163 Sky, in streaming su la3tv.it), con Insomnia, programma condotto dal giornalista Giovanni Terzi, in onda martedì 10 novembre, dalle 23.50 all‘1.00. (altro…)

Papa Francesco in visita a Firenze e Prato: “Combattere il cancro della corruzione e veleno dell’illegalità”

Pubblicato il 10 Nov 2015 alle 1:03pm

Papa Francesco è in visita a Firenze per incontrare i vescovi italiani riuniti in assemblea. Si tratta del convegno decennale della Cei, ma non rinuncia a includere nel programma del viaggio anche altri appuntamenti significativi, dall’incontro con imprenditori e operai a Prato in mattinata – che vede la partecipazione anche della comunità cinese – al pranzo con i poveri della mensa San Francesco Poverino all’incontro con disabili e malati alla messa nello stadio Franchi.

L’appuntamento fiorentino si inserisce nella tradizione cominciata a Roma a partire dal 1976. Il Papa nel suo discorso e messaggio pungola l’episcopato italiano modificandone le priorità, chiedendo grandi riforme (dalla revisione del numero delle diocesi all’elezione del presidente) e l’introduzione di una nuova leva di cardinali e vescovi italiani, come rivelando le ultime due nomine dei “preti di strada” Corrado Lorefice, ora vescovo di Palermo, e Matteo Zuppi, ora vescovo di Bologna, e la consacrazione di un altro semplice parroco, Angelo De Donatis, come ausiliare di Roma, con una cerimonia presieduta dallo stesso Bergoglio oggi a San Giovanni in Laterano.

I vescovi italiani, guidati dal cardinale presidente Angelo Bagnasco e dal monsignore segretario Nunzio Galantino, dovranno dunque ascoltare le indicazioni che il Papa argentino darà agli “stati generali” della Chiesa che si riunisce su un particolare tema (titolo scelto prima dell’elezione di Bergoglio) “In Gesù Cristo il nuovo umanesimo”.

“La vita di ogni comunità esige che si combattano fino in fondo il cancro della corruzione e il veleno dell’illegalità. Dentro di noi e insieme agli altri, non stanchiamoci mai di lottare per la verità” è l’appello di oggi del pontefice contro la corruzione. Incontrando il mondo del lavoro nella piazza antistante la cattedrale di Prato.

Ma nella prima tappa del suo viaggio in Toscana, Bergoglio afferma anche che “non si può fondare nulla di buono sulle trame della menzogna e sulla mancanza di trasparenza. Ricercare e scegliere sempre la verità non è facile; è però una decisione vitale, che deve segnare profondamente l’esistenza di ciascuno e anche della società, perché sia più giusta e onesta. La sacralità di ogni essere umano richiede per ognuno rispetto, accoglienza e un lavoro degno”.

A braccio Francesco ricorda “i 5 uomini e le 2 donne di cittadinanza cinese morti due anni fa a causa di un incendio nella zona industriale di Prato: dormivano e vivevano nello stesso capannone dove lavoravano. È una tragedia dello sfruttamento e delle condizioni umane di vita e questo non è lavoro degno”.

L’invito è che in tempi segnati da incertezze e paure”, è bene sostenere le iniziative in favore dei più deboli e delle famiglie, soprattutto più bisognose “che vi impegnate anche ad ‘adottare’. Mentre vi adoperate nella ricerca delle migliori possibilità concrete di inclusione, non scoraggiatevi di fronte alle difficoltà. Non rassegnatevi davanti a quelle che sembrano difficili situazioni di convivenza; siate sempre animati dal desiderio di stabilire dei veri e propri ‘patti di prossimità’”. E ai giovani da’ un incoraggiamento particolare “a non cedere mai al pessimismo e alla rassegnazione”.

Conclusa la tappa a Prato, il Papa a Firenze intervenie al quinto convegno nazionale della Chiesa italiana nella Cattedrale di Santa Maria del Fiore. Subito dopo l’incontro con gli ammalati nella Basilica della Santissima Annunziata e i pranzo con i poveri, con piatti, posate e bicchieri di plastica, nella mensa di san Francesco Poverino. Infine, la messa nello Stadio comunale “Artemio Franchi” con in prima fila la moglie del premier Matteo Renzi, Agnese, con i due figli.

Francesco parla ai cattolici italiani “Siate una Chiesa libera e aperta alle sfide del presente, mai in difensiva per timore di perdere qualcosa”. Fuggite le tentazioni dello gnosticismo e del pelagianesimo che “ci porta ad avere fiducia nelle strutture, nelle organizzazioni, nelle pianificazioni perfette perché astratte e assumere uno stile di controllo, di durezza, di normatività”.

Immigrazione clandestina, decine di arresti, coinvolti impresari di circhi e trafficanti di persone

Pubblicato il 10 Nov 2015 alle 11:29am

La Polizia sta eseguendo dall’alba di questa mattina decine di provvedimenti di fermo nei confronti di soggetti ritenuti appartenenti ad un’organizzazione dedita al favoreggiamento dell’immigrazione clandestina.

I provvedimenti emessi dalla procura di Palermo nell’ambito di un’indagine condotta dalle squadra mobile che ha portato alla scoperta di un’organizzazione transnazionale che avrebbe favorito l’ingresso illegale dei migranti in Italia, riguarderebbero impresari circensi e dipendenti pubblici corrotti.

Solo nell’ultimo periodo, infatti, queste persone avrebbero fatto entrare in Italia centinaia di cittadini extracomunitari, provenienti principalmente dall’India, dal Pakistan e dal Bangladesh, dando vita ad un giro d’affari di oltre sette milioni di euro.

Morto a 78 anni il filosofo francese André Glucksmann

Pubblicato il 10 Nov 2015 alle 10:36am

E’ morto durante la notte, all’età di 78 anni a Parigi, il filosofo francese Andrè Glucksmann. Ad annunciarlo su facebook il figlio, il regista Raphaël Glucksmann.

Protagonista del Maggio ’68 e militante per i diritti umani, Glucksmann fu il punto di collegamento fra due generazioni di intellettuali, quella di Sartre, Aron e Foucault e quella dei “nouveaux philosophes”, il gruppo che ruppe con il marxismo negli anni Settanta.

Recentemente Glucksmann si era occupato del destino dell’occidente e dei rapporti con l’Islam. Tra le sue ultime opere tradotte in italiano, “Il discorso dell’odio. L’Islam, l’America, gli ebrei, le donne: la strada dell’odio è lastricata di buone intenzioni” (Piemme) e “Occidente contro Occidente” (Lindau).

Amici di Maria de Filippi, arrivano come prof anche Fabrizio Moro e Natalia Titova

Pubblicato il 10 Nov 2015 alle 6:40am

Nella nuova edizione del talenti show di canale 5 “Amici” di Maria De Filippi, faranno il loro ingresso due nuovi docenti. (altro…)

Italiani con ossa fragili, i consigli degli esperti per proteggerle da fratture

Pubblicato il 10 Nov 2015 alle 6:08am

Gli italiani hanno le ossa più fragili, è quanto emerge dal Congresso in corso a Roma all’Hotel Ergife indetto dalla Società Italiana di Ortopedia e Traumatologia.

Dati che sembrano essere molto preoccupanti e che dimostrano come le lesioni e le fratture delle ossa in questi ultimi anni siano aumentate in maniera esponenziale.

Solo nel 2015 si parla di oltre 230 mila fratture in un anno.

Un numero altissimo che provoca in molti casi anche disabilità, temporanea o permanente, o addirittura morte.

Fratture dette da fragilità, un fenomeno che interessa principalmente le donne affette da osteoporosi senile, tipica della menopausa.

Una donna su 4 infatti, durante la menopausa andrebbe incontro ad una frattura, dovuta all’indebolimento dell’apparato scheletrico, principalmente nelle zone più fragili del corpo, rischio che coinvolgerebbe una donna su 3 superati i 60 anni di età.

Le ossa più esposte: femore, polso, omero, caviglia e vertebre, con il rischio del 20% di subire una seconda frattura.

Il femore, l’osso più a rischio, soprattutto negli anziani, si parla infatti di 95mila ricoveri l’anno.

Umberto Tarantino, relatore del congresso e docente all’università di Tor Vergata a Roma, per questo motivo fornisce una serie di accorgimenti per prevenire le fratture.

Come prima cosa, consiglia l’esperto, un’alimentazione ricca di fibre, calcio e vitamina D. Eccellente elisir per le ossa, ricavabile anche dall’esposizione solare. Per questo motivo gli esperti consigliano un’esposizione quotidiana di 10/20 minuti al giorno. Evitare fumo ed alcol, in quanto le tossine possono contrastare l’azione osteoblastica. Bere non più di un bicchiere di vino rosso al giorno che secondo gli ortopedici sembrerebbe avere effetti benefici. Praticare attività fisica, di natura aerobica, o concedersi una lunga passeggiata veloce quotidiana. Stare attenti per gli anziani a cadute, evitare per loro scalini, tappeti e calzature con suola alta.