dicembre 5th, 2015

Dal 5 dicembre in nuovo video di EROS RAMAZZOTTI Buon Natale (se vuoi). L’amico Biagio Antonacci special guest

Pubblicato il 05 Dic 2015 alle 12:57pm

Dal 5 dicembre è disponibile in rete il videoclip di Buon Natale (Se Vuoi), il nuovo singolo estratto da Perfetto, disco di inediti di Eros Ramazzotti certificato platino e stabile nelle classifiche dei dischi più venduti dei 60 paesi che lo hanno pubblicato. (altro…)

Giubileo, al via l’8 dicembre in mondovisione l’apertura della Porta Santa. Il vademecum del pellegrino

Pubblicato il 05 Dic 2015 alle 11:44am

Tutto è pronto per l’avvio del Giubileo, l’anno santo straordinario dedicato alla misericordia, voluto tanto da Papa Francesco, che prenderà il via l’8 dicembre.

L’apertura della Porta Santa di San Pietro potrà essere seguita con una celebrazione che prenderà il via alle ore 9.30 che, come ha spiegato monsignor Fisichella, sarà introdotta dalla lettura di alcuni brani delle quattro costituzioni conciliari (Dei Verbum, Lumen gentium, Sacrosanctum concilium e Gaudium et spes), e da due brani rispettivamente di Unitatis redintegratio sull’ecumenismo e Dignitatis humanae sulla libertà religiosa.

“Il Papa – ha spiegato monsignor Fisichella – chiederà l’apertura della Porta e l’attraverserà. Dopo di lui faranno lo stesso i Cardinali, i Vescovi e rappresentanti dei sacerdoti, religiosi, religiose e laici varcheranno la Porta Santa recandosi poi in processione fino alla tomba dell’Apostolo Pietro da dove si svolgerà il rito conclusivo della s. Messa. Il Papa poi reciterà l’Angelus come consuetudine dalla finestra del Palazzo Apostolico”.

E per i pellegrini che si metteranno in cammino per arrivare in Vaticano alla Porta santa durante il Giubileo dedicato alla Misericordia alcune informazioni.

ACCOGLIENZA – Dal 1 dicembre a via della Conciliazione n.7 è aperto il Centro di Accoglienza dei Pellegrini. Spazio dove poter ricevere le informazioni sul programma e registrarsi per il percorso da fare alla Porta Santa. Per ritirare i biglietti per le diverse celebrazioni in cui è richiesto il biglietto gratuito di accesso, per ritirare il testimonium della partecipazione al Giubileo.

Il Centro sarà aperto tutti i giorni dalle 7,30 alle 18,30 compresi il sabato e la domenica.

VOLONTARI – Prestano servizio di accoglienza e assistenza a tutti i pellegrini in particolare a via della Conciliazione e in Piazza san Pietro, nelle altre basiliche e presso le chiese giubilari. Ogni giorno ci saranno circa 100 volontari a servizio del Giubileo. “Un numero che ovviamente è destinato a diventare di 800-1000 nell’occasione dei grandi eventi”, ha spiegato ancora monsignor Fisichella.

SUSSIDI – La Collana dei Sussidi del dicastero di Fisichella servirà per vivere l’Anno giubilare in maniera coerente. Disponibile in 10 lingue tra cui l’ucraino e il coreano di prossima pubblicazione.

PROIEZIONI SUL CUPOLONE – La sera dell’8 dicembre, in Piazza san Pietro, una suggestiva rappresentazione dal titolo ‘Fiat lux: Illuminating Our Common Home. Si tratta di una proiezione di fotografie sulla facciata e sulla cupola di san Pietro, tratte dal repertorio di alcuni grandi fotografi del mondo, che presentano immagini ispirate alla misericordia, all’umanità, al mondo naturale e ai cambiamenti climatici. L’ evento, ispirato all’ultima Enciclica di Papa Francesco Laudato si’, vuole proporre la bellezza del creato, anche in occasione della Ventunesima Conferenza sul Clima delle Nazioni Unite. Lo spettacolo avrà inizio alle ore 19.

ASSISTENZA SANITARIA AI PELLEGRINI – Nelle quattro Basiliche meta del pellegrinaggio sarà attivo anche un Pronto Soccorso. Con il contributo della Fondazione Onlus ‘Giorgio Castelli’, ogni centro sarà attrezzato con un defibrillatore. L’assistenza medica e infermieristica sarà affidata all’Ordine di Malta.

ANNO SANTO PER I DISABILI – Predisposti diversi strumenti di comunicazione per i sordi e per i ciechi, in particolare per i primi dei video-tutorial con la lingua dei segni italiana e internazionale (Lis); per i ciechi dei file-audio scaricabili dal sito www.im.va che illustrino i percorsi, pellegrinaggi alla Porta Santa. Infine, nella Basilica di San Pietro e in tutte le altre Chiese, sono stati allestiti dei confessionali senza barriere architettoniche ed altre attenzioni per consentire ai sordi la confessione in modo facilitato. Predisposto anche un libro tattile in A3 che permetta ai ciechi di essere guidati per il Pellegrinaggio alla Porta Santa di San Pietro.

GIUBILEO SOCIAL – L’Anno Santo della Misericordia è il primo dell’era di internet e dei social media. Il sito ufficiale del Giubileo è www.im.va. tradotto in sette lingue, permetterà di poter seguire i grandi eventi che si terranno a Roma anche a coloro che non potranno essere lì fisicamente. Per registrarsi per il passaggio della Porta Santa, così come per diventare volontari, sarà necessario iscriversi nelle apposite sezioni del sito. Il portale ‘vatimecum’, invece, promosso dal Pontificio Consiglio per la Promozione della Nuova Evangelizzazione, darà la possibilità ai pellegrini di usufruire di servizi, inerenti vitto e alloggio a Roma, a prezzi calmierati.

INIZIATIVE PARALLELE – Sono già molte le iniziative che, all’interno della Chiesa e non solo, stanno cercando di riflettere su tema della Misericordia. Tra queste, quella del Censis ‘Misericordia 2016, Le Periferie al Centro’ che si occuperà di promuovere un programma sul tema della misericordia, “per cercare di capire che cosa voglia dire oggi, nella società, nell’economia e nell’accoglienza dell’altro, essere misericordiosi, farsi carico delle difficoltà altrui, riportando al centro ciò che il mondo contemporaneo emargina e spinge in periferia”, ha spiegato ancora monsignor Fisichella.

Infine, il papa ha nominato per questo Anno santo 800 sacerdoti con la facoltà di assolvere tutti i peccati riservati, compreso l’aborto, al fine di celebrare il sacramento della riconciliazione per il popolo, senza nessuno escluso.

Parigi: U2 e Eagles of Death Metal, domani e dopodomani, in concerto per le vittime del 13 novembre

Pubblicato il 05 Dic 2015 alle 11:10am

U2 e Eagles of Death Metal in concerto a Parigi domani e dopo domani in ricordo delle vittime degli attentati del 13 novembre.

Due serate domenica e lunedì dal titolo ‘Our Best for Paris’

La band che suonava nel Bataclan, locale più colpito dall’attacchi terroristici del 13 novembre a Parigi, dove ci sono stati più vittime, rispetto agli altri luoghi colpiti, aveva fatto sapere nei giorni scorsi di voler tornare ad esibirsi proprio in quel locale.

Gli Eagles of Death Metal e gli U2 saranno pertanto in concerto in onore delle vittime, e per far capire ai terroristi che, nonostante tutto la vita continua.

All’AccorHotels Arena di Parigi, rivela Billboard, il gruppo, che suonava al Bataclan, salirà sul palco con Bono Vox e compagni nell’ultimo pezzo previsto del gruppo irlandese.

Tra gli ospiti degli U2 anche Patti Smith.

Intanto iniziano a riaprire i locali colpiti dal massacro di Parigi. Tra gli altri il Bonne Biere, dove morirono 5 persone.

Usa e Russia un’intesa per colpire le finanze dell’Isis

Pubblicato il 05 Dic 2015 alle 10:35am

E’ in corso un negoziato tra gli Stati Uniti d’America e Russia per raggiungere un’intesa finalizzata a colpire le finanze dell’Isis. (altro…)

11 Donne a Parigi, arriva al cinema la commedia che racconta l’universo femminile

Pubblicato il 05 Dic 2015 alle 6:49am

“11 donne a Parigi” è il film diretto da Audrey Dana in tutte le sale italiane, dal 3 dicembre, in cui vengono presi in considerazione tutti gli aspetti dell’universo femminile. (altro…)

Depressione, nel 2020 seconda malattia di disabilità dopo le malattie cardiovascolari

Pubblicato il 05 Dic 2015 alle 6:34am

Di depressione e della necessità di aumentare la consapevolezza su questo patologia, anche dal punto di vista economico, se ne è parlato molto nel corso del forum «Un Viaggio di 100 anni nelle neuroscienze» che si è tenuto nei giorni scorsi a Roma presso l’Accademia dei Lincei, organizzato da The European House-Ambrosetti, in occasione dei 100 anni di Lundbeck.

La depressione è una malattia con la maggiore incidenza nel mondo, al primo posto nei paesi occidentali.

A soffrirne 30,3 milioni di cittadini europei, secondo i dati raccolti dall’European College of Neuropsychopharmacology (ECNP), mentre le stime mostrano dati a dir poco allarmanti, facendo giungere alla conclusione che nel 2020 tale patologia mentale sarà la maggior causa di disabilità dopo le malattie cardiocircolatorie.

Nel nostro Paese ad esempio, la depressione colpisce il 12,5% della popolazione assistibile, ovvero circa 7.5 milioni di persone, e solo un terzo dei pazienti purtroppo è nelle condizioni o vuole sottoporsi a terapia.

Una cifra che poi tende a salire se si considerano anche i familiari dei pazienti con i quali queste persone convivono: 4-5 milioni di italiani in più coinvolti indirettamente in questa difficile patologia, della quale si può guarire, ma dipende molto dalla volontà.