il labirinto del silenzio
Esce il 14 gennaio, in tutti i cinema italiani, Il labirinto del silenzio, il film tedesco all’italiana candidato nella categoria dei migliori film stranieri nell’edizione 2016 degli Oscar (insieme alle musiche del grande Ennio Morricone).

La regia è di Giulio Ricciarelli, di origini italiane: milanese di nascita di padre perugino, ma tedesco d’adozione a partire dall’età di quattro anni.

La pellicola candidata agli Oscar riflette un forte impegno civile e racconta una pagina buia della Storia, quella dell’Olocausto ma sopratutto le successive reticenze dei tedeschi nell’affrontare le inevitabili responsabilità che ne conseguirono.

Il labirinto del silenzio racconta infatti della testardaggine del pubblico ministro Johann Radmann, che nel 1958, venuto a conoscenza di alcuni documenti relativi ad Auschwitz, si occupò del processo contro le SS che operavano nel campo dell’orrore, dello sterminio.

Il protagonista è Alexander Fehling, che vestirà i panni del giovane procuratore Johann Radmann, al quale toccherà il duro compito di divulgare la scomoda verità nel Paese tedesco subito dopo la fine della guerra.

Il trailer

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.