Allarme meningite, il 37esimo caso dell’anno

a cura di Giovanna Manna
data pubblicazione 25 Dic 2015 alle ore 6:34am

meningite bambini
E’ allarme meningite. O meglio infezione da meningococco che può causare gravi danni neurologici al cervello, sordità, e portare sino alla morte.

Una donna toscana, di 65 anni, è stata ricoverata nel reparto terapia intensiva dell’Ospedale San Giovanni di Dio a Torregalli.

Si tratta del 37mo caso accertato da meningite, meningococco C. diagnosticato dall’inizio dell’anno.

L’infiammazione delle meningi, rappresenta il pratica un’infiammazione delle membrane che rivestono il cervello e il midollo spinale causata in prevalenza dal batterio Neisseria meningitidis (o meningococco).

Come si trasmette?
La meningite si trasmette per via respiratoria. Per questo è necessario non venirne a stretto contatto con gocce di saliva e secrezioni nasali che possono essere espulse attraverso colpi di tosse, starnuti o conversazione.

Quali sono i sintomi?
I primi sintomi aspecifici come sonnolenza, inappetenza e mal di testa. Tuttavia, possono insorgere nel giro di 2-3 giorni anche anche nausea, vomito, pallore, fotosensibilizzazione, febbre, rigidità che interessa la nuca e un problema di estensione delle gambe.

Come si previene?
La prevenzione è possibile solo attraverso il vaccino e dovute precauzioni. Il vaccino è gratuito per tutti i neonati.