gennaio 7th, 2016

Gianna Nannini, dopo il disco d’oro Hitstory vicino al platino

Pubblicato il 07 Gen 2016 alle 2:58pm

Dopo aver conquistato il disco d’oro, Hitstory, di Gianna Nannini, si appresta a conseguire un altro importante successo: il disco di platino.

La raccolta, ricordiamo che è uscita su etichetta Sony Music, contiene 32 tracce nella versione Standard e 45 in quella Deluxe, tra brani storici, 6 inediti e l’unica versione remake di “Un’estate italiana”.

Corea del Nord testa bomba atomica. Onu “lavoriamo a nuove sanzioni”

Pubblicato il 07 Gen 2016 alle 8:38am

Il presidente americano, Barack Obama, si è sentito al telefono con il presidente della Corea del Sud, Park Geun-Hye, e il premier giapponese, Shinzo Abe, riaffermando “l’irremovibile impegno” degli Usa per la sicurezza dei due Paesi e sottolineando la necessità di “una risposta internazionale forte e unitaria al comportamento incosciente della Corea del Nord”.

Il segretario alla difesa Usa Ash Carter e il suo collega sudcoreano Han Min-koo avrebbero “concordato sul fatto che le provocazioni della Corea del Nord non possono non avere delle conseguenze future”.

“Una provocazione inaccettabile e irresponsabile” secondo loro, l’ultimo test nucleare eseguito dalla Corea del Nord che avrebbe anche causato un forte sisma di magnitudo 5.1 a 49 km a nord di Kilj.

La Casa Bianca ritiene di dover aspettare necessariamente valutazioni indipendenti. Mentre il Consiglio di Sicurezza dell’Onu già si è mosso per ulteriori misure restrittive con una nuova risoluzione.

“La Corea del nord è uno Stato responsabile, non saremo mai noi i primi ad utilizzare armi nucleari né a trasferire tecnologie”. Si difende il governo di Pyongyang in un comunicato diffuso dalla missione della Nord Corea all’Onu, dopo l’annuncio di un nuovo test nucleare.

E l’alto rappresentante per la politica estera europea, Federica Mogherini, in una nota chiede proprio a Pyongyang “di tornare a impegnarsi in dialogo significativo e credibile con la comunità internazionale nel quadro dei colloqui a sei”. Spiegando anche che parlerà del test nucleare condotto dalla Corea del Nord con i ministri degli esteri della Corea del Sud, Yun Byung-se, e del Giappone, Fumio Kishida, e che “lavorerà con il Consiglio di Sicurezza” che si terrà oggi a porte chiuse.

Fibrosi Cistica, nuovi farmaci in arrivo, ma costano tanto. Si riuscirà a curare tutti?

Pubblicato il 07 Gen 2016 alle 8:04am

Passi da gigante nell’ambito della malattia genetica così detta fibrosi cistica.

In arrivo farmaci, già sperimentati con successo, che possono migliorare la vita di coloro, che sono tanti, che ogni giorno devono fare i conti con sedute di fisioterapia, aerosol, continui ricoveri in ospedale per risolvere le infezioni batteriche non trattabili con antibiotici.

Pazienti che oggi possono trovare un minimo di sollievo solo ed esclusivamente attraverso l’assunzione di farmaci sintomatici, confidando nella possibilità di un multitrapianto di polmone, di fegato e pancreas. Altrimenti, già sapere che possono vivere al massimo un dieci anni.

Con i nuovi farmaci, chiamati rispettivamente Kalydeco (già autorizzato dall’Aifa) e Orkambi (in via di autorizzazione anche in Italia per essere commercializzato) i malati potranno invece contare su un’aspettativa di vita più lunga.

Farmaci, che però, hanno un costo piuttosto elevato, una terapia annuale che si aggira intorno ai 200mila euro l’anno – per cui chi se li potrà permettere? La sanità riuscirà a procurarli a tutte le strutture sanitarie italiane?

Le domande nascono spontanee come le polemiche che sono già in agguato. Si teme che possa accadere quanto già accaduto in altri casi di malattie rare.

In un’intervista rilasciata a Quotidiano Sanità, il dottor Vincenzo Carnovale, responsabile del dipartimento fibrosi cistica di Napoli all’università Federico II, che ha in cura già alcuni pazienti con il farmaco Kalydeco spiega: «L’ingresso in terapia sarà graduale e prima di tutto faremo entrare in terapia i malati più gravi e poi a mano a mano faremo entrare tutti i malati che presentano le anomali indicate dall’autorizzazione commerciale. Terremo in osservazione i malati per 6 mesi e valuteremo gli effetti della terapia. I malati che presenteranno benefici potranno continuare la cura a carico dello Stato, mentre per gli altri dovremo interrompere il trattamento. In questo modo ottimizzeremo le risorse a disposizione senza sprecare soldi».

I malati “esclusi” «Continueranno le cure che stanno facendo con l’obiettivo di alleviare i disturbi in modo sintomatico. Con loro abbiamo firmato un consenso informato che giustifica il nostro comportamento sulla base dei risultati delle evidenze cliniche. Ma nel corso dei prossimi anni altre molecole arriveranno sul mercato e potranno coprire molte delle altre anomalie genetiche legate alle fibrosi cistica che sono circa mille».

Sanremo 2016, le possibili vallette di Carlo Conti

Pubblicato il 07 Gen 2016 alle 7:45am

Una comica, un’attrice e una conduttrice, le protagoniste, le vallette del prossimo Festival di Sanremo 2016, al fianco di Carlo Conti. (altro…)

Boom di turisti a Torino, grande soddisfazione per il sindaco Fassino

Pubblicato il 07 Gen 2016 alle 7:25am

Il sindaco di Torino, Piero Fassino, con grande soddisfazione fa sapere che il capoluogo piemontese solo nell’anno 2015 ha attirato a sé oltre 7 milioni di turisti, grazie anche ad venti culturali, mostre, religiosi e sportivi. (altro…)

Aria viziata in ufficio rallenta l’efficienza dei lavoratori

Pubblicato il 07 Gen 2016 alle 6:37am

L’aria viziata in ufficio fa male alla salute e diminuisce le cognitive dei lavoratori. Ne sono certi anche i ricercatori dalle università di Harvard e di Syracuse.

Stando a quanto affermato dai ricercatori la colpa sarebbe da attribuire a livelli alti di anidride carbonica.

Secondo gli scienziati, il limite massimo consentito dovrebbe attenersi attorno a cinquemila parti per milione.

Al di sopra di detti limiti l’anidride carbonica comporterebbe conseguenze negative.

Gli studiosi delle due università americane hanno sottoposto ventiquattro volontari a dei test, analizzando le loro performance cognitive in tre differenti ambienti di lavoro, ciascuno dei quali con un determinato livello di anidride carbonica.

Alla fine hanno stabilito che quando le persone lavoravano nell’ambiente che conteneva livelli più alti di CO2 (ossia con aria più viziata), i loro punteggi risultavano conseguentemente inferiori del cinquanta per cento rispetto alla media stabilita.

L’aria viziata in ufficio colpisce le abilità di usare le informazioni, di rispondere alle crisi e di elaborare strategie riducendo così l’efficienza sul lavoro.

La magia del cinema come terapia al Policlinico Gemelli di Roma

Pubblicato il 07 Gen 2016 alle 6:01am

La magia del cinema arriva in corsia, al Policlinico Gemelli di Roma.

I pazienti ricoverati potranno vivere momenti di normalità durante la degenza, andare a cinema con i propri cari.

Dall’incontro nato tra il Policlinico Gemelli e MediCinema Italia Onlus è stato realizzato un importante progetto: la realizzazione della prima vera sala cinematografica in uno dei maggiori ospedali italiani.

Si tratta del primo protocollo a livello nazionale che si propone di portare continuativamente la cultura e lo spettacolo anche in ambito ospedaliero per fini terapeutici. Con programmi mirati per ogni tipologia di pazienti coinvolti.

MediCinema utilizza il grande cinema come terapia di sollievo nelle strutture ospedaliere, allestendo così sale per la proiezione di film appositamente dedicate ai pazienti e ai loro familiari.

La sala MediCinema al Gemelli, che aprirà il prossimo mese di marzo, sarà in grado di accogliere anche pazienti non autosufficienti, a letto o in sedia a rotelle

In fase di costruzione tra l’8/o e il 9/o piano del grande policlinico universitario potrà accogliere circa 130 persone.

La cinematherapy, ormai da tempo nota e praticata, indica come la visione di film crei sotto il profilo psicologico un “effetto pausa” per i malati, aiutandoli a ridurre la percezione del dolore e creando uno stato di benessere anche neurologico.

Grazie ad un sms solidale anche la possibilità di poter donare un piccolo contributo per sostenere questa ed altre bellissime iniziative.