gennaio 18th, 2016

Ragazzina scrive ai compagni di scuola: “Adesso sarete contenti”, poi si lancia dal balcone

Pubblicato il 18 Gen 2016 alle 12:45pm

Una ragazzina di 12 anni, prima di lanciarsi dal balcone di casa, avrebbe scritto una lettera ai suoi genitori per spiegare le motivazioni del suo tragico gesto.

La ragazza, ferita non in maniera grave, dopo essersi lanciata dal balcone del secondo piano della sua abitazione, sarebbe stata prima trasportata dal 118 all’ospedale della città e poi a quello di Udine per traumi agli arti inferiori.

Due lettere lasciate sulla sua scrivania a casa: una per i genitori, con le scuse per il terribile gesto; e l’altra per i compagni di classe, con una frase emblematica: “Adesso sarete contenti”.

Salva grazie ad una tenda del piano sottostante è rimasta sempre cosciente, e quando è stata soccorsa, ai medici del 118, alla sua mamma e agli agenti di polizia che le hanno chiesto il perché lo abbia fatto, ha risposto di non sopportare più i difficili rapporti che si sono venuti a creare con amici e coetanei della scuola.

Alessandra Amoroso: il nuovo album e l’Instore tour di Vivere a Colori

Pubblicato il 18 Gen 2016 alle 11:14am

Con il nuovo album Vivere a colori Alessandra Amoroso appare in una veste più matura dal punto di vista professionale, in grado di esprime con la sua voce sfumature anche minime nell’interpretazione di testi, scritti da Tiziano Ferro, Elisa, Federica Camba e Daniele Coro, Daniele Magro, Federico Zampaglione, per citarne alcuni.

La canzone di Zampaglione Nel tuo disordine, riporta indietro nel tempo, al repertorio delle grandi cantanti italiane degli anni 60; i quattro i brani del duo Camba – Coro con i loro testi riescono a valorizzare appieno le doti vocali dell’artista. Molto bello il brano Comunque Andare di Elisa.

La cantante ha presentato a Radio Italia, in un auditorium gremito di fan, il disco uscito il 15 Gennaio scorso subito balzato al top dei dischi più venduti.

Vivere a colori è un lavoro che stupisce per la sua poliedricità, le mille sfaccettature, emozioni che la voce dell’artista riesce a trasmettere. Un mix di canzoni inedite che già piacciono a tantissimi fan che l’hanno ascoltato e che riscuoterà un grandissimo successo.

Continua intanto il Vivere a colori Instore tour, dopo le prime date tenute a Milano e a Roma.

Qui di seguito le date già ufficializzate in molte altre città italiane:

– 19/01 Lecce, La Feltrinelli, Via Templari 9, ore 15.00 – 21/01 Napoli, La Feltrinelli Express, Stazione Centrale Piazza Garibaldi, ore 15.00 – 23/01 Marcianise (CE), Mondadori Megastore c/o C.C. Campania, Località Aurno 1, ore 18:00 – 25/01 Firenze, La Feltrinelli RED, Piazza della Repubblica 26, ore 15.00 – 26/01 Bologna, Mondadori Megastore, via M.D’Azeglio 34/A, ore 17.30 – 27/01 Brescia, Mondadori Megastore c/o C.C. Freccia Rossa, Viale Italia 31, ore 17.30 – 29/01 Torino, La Feltrinelli, Stazione di Porta Nuova, ore 17.30 – 30/01 Albiniasego (PD), MediaWord c/o C.C. Ipercity, Via Giovanni Verga 1, ore 15.00 – 02/02 Genova, La Feltrinelli, via Ceccardi 16, ore 15.00 – 03/02 Venezia, Mondadori Bookstore c/o C.C. Nave De Vero, via Pietro Arduino 20, ore 17.30 – 04/02 Chieti, MediaWord, c/o C.C. Megalò, località S.Filomena, ore 17.30 – 07/02 Cagliari, C.C. Auchan Cagliari Santa Gilla, via S.Simone 60, ore 15.00 – 08/02 DATA CHE VERRA’ SCELTA DAI FAN ATTRAVERSO TWITTER – 10/02 Gravina di Catania (CT), Mondadori Bookstore, c/o C.C. Katanè, Via Quasimodo 1, ore 17.30 – 11/02 Località di Rocella (PA), C.C. FORUM, Via Filippo Pecoraino, ore 17.30

Cosenza, truffa ai danni del Fisco, per 3 milioni di euro. Nel mirino anche un Consorzio agricolo per falsi braccianti

Pubblicato il 18 Gen 2016 alle 10:32am

Una truffa ai danni dell’erario è stata messa in atto per oltre 3 milioni di euro a Cosenza. Si parla di un’evasione fiscale di circa 11 milioni di euro.

A scoprirla gli uomini della Guardia di Finanza di Sibari (Cosenza).

Le indagini hanno condotto alle attività di un consorzio agricolo di produttori e l’indebita percezione di contributi pubblici da parte del consorzio per un importo complessivo di circa 2,2 milioni di euro, concessi per la realizzazione di un programma di investimenti.

Nate due società che emettevano false fatture per circa 4 milioni di euro.

Una prima società aveva il compito di sovrafatturare (per circa 150%) il costo dei lavori, delle prestazioni dei servizi e delle cessioni di beni oggetto di finanziamento; la seconda, attraverso l’emissione di false fatture, di restituire il denaro di suddette operazioni.

Un’ulteriore truffa, poi, sarebbe stata messa a punto ai danni dell’Inps, mediante il coinvolgimento di falsi braccianti agricoli del consorzio.

Il Consorzio agricolo, nel periodo 2011-2013, avrebbe denunciato all’Inps 319 falsi braccianti agricoli.

Le false dichiarazioni di assunzione ammonterebbero a circa 25.000 giornate lavorative, e avrebbe permesso di ottenere indennità previdenziali ed assistenziali indebite per oltre un milione di euro.

Zalone dice no all’ospitata a Sanremo: “Strapagata e con soldi pubblici”

Pubblicato il 18 Gen 2016 alle 7:40am

Checco Zalone dice no all’ospitata a Sanremo: “Strapagata, ma sono soldi pubblici, e se li prendi scoppiano le polemiche, ti massacrano”. Lo ha affermato in un’intervista rilasciata al Corriere della Sera, il comico pugliese.

Un no deciso, quello di Zalone, che di certo non fa piacere a Carlo Conti, impegnato nella scelta degli ospiti da portare sul palco dell’Ariston.

Ma l’attore di “Quo vado?” dice no anche ad eventuali campagne pubblicitarie, per le quali non intende prestare la propria immagine.

“Ti fanno offerte tali che ti senti un po’ cogl*one a rifiutare. Sarebbe uno schifo. Un tradimento. La gente ti viene a vedere, si diverte, ti vuole bene… e tu prendi la tua faccia da caz*o e la metti a disposizione di un prodotto? Non si fa. E non per affatto idealistico, ma per educazione. Poi c’è anche un problema di convenienza. Se ti vedono tutti i giorni in tv negli spot, quattro volte il pomeriggio e sei la sera, perché poi dovrebbero venirti a vedere al cinema?”.

Eppure ci ha ragione.

Visita Papa in Sinagoga di Roma: “Gli Ebrei sono i nostri fratelli maggiori”

Pubblicato il 18 Gen 2016 alle 7:23am

Grande entusiasmo per la visita del Papa. Al suo arrivo davanti la sinagoga di Roma, salutato da un applauso dalla folla. Romani e turisti hanno immortalato l’ingresso del pontefice con i loro dispositivi elettronici. Anche dall’interno della sinagoga c’era chi non ha voluto perdersi l’occasione di avere una foto del Pontefice.

«È arrivato in sordina. Con il suo stile sobrio» commenta una signora non appena lo vede da lontano. «Is the Pope? Is the Pope? Fantastic!», dice una turista americana incredula di trovarsi il santo padre davanti.

Il panorama dei rapporti tra cattolici ed ebrei, «innegabilmente positivo, non deve indurre alcuno a interrompere il cammino intrapreso per raggiungere nuovi e ulteriori progressi» ha sottolineato il presidente dell’Unione delle Comunità ebraiche italiane, Renzo Gattegna, nel suo discorso durate la visita del papa in Sinagoga. «Ritengo necessario realizzare una strategia comune che consenta un’ampia diffusione presso tutta la popolazione, della conoscenza del grande lavoro svolto e del consolidamento dei sentimenti di rispetto reciproco di amicizia e di fratellanza che fino ad oggi sono rimasti circoscritti ai vertici religiosi e culturali; ancora circolano con frequenza pregiudizi e discorsi improntati a un disprezzo che ci offende e ci ferisce».

Voi siete i nostri fratelli e le nostre sorelle maggiori nella fede». «Tutti quanti apparteniamo ad un’unica famiglia, la famiglia di Dio, il quale ci accompagna e ci protegge come suo popolo». «Con questa mia visita – ha ricordato Francesco – seguo le orme dei miei Predecessori. Papa Giovanni Paolo II venne qui trent’anni fa, il 13 aprile 1986; e Papa Benedetto XVI è stato tra voi sei anni or sono. Giovanni Paolo II, in quella occasione, coniò la bella espressione ‘fratelli maggiorì, e infatti voi siete i nostri fratelli e le nostre sorelle maggiori nella fede».

Nel dialogo interreligioso, ha aggiunto ancora il Papa «è fondamentale che ci incontriamo come fratelli e sorelle davanti al nostro Creatore e a Lui rendiamo lode, che ci rispettiamo e apprezziamo a vicenda e cerchiamo di collaborare».

Torino, inaugurata alle Molinette Tac avveniristica con il 90% di radiazioni in meno

Pubblicato il 18 Gen 2016 alle 6:40am

È stata inaugurata alle Molinette di Torino, la nuova Tac avveniristica (“Tc Revolution Ge”) in grado di esaminare un organo in profondità con estrema precisione in soli 0,28 secondi e di eliminare anche le inesattezze legate al movimento, abbattendo così anche le radiazioni del 90%.

Un’accuratezza che ha spinto il direttore della Radiologia universitaria, Giovanni Gandini, a mettere a disposizione la macchina per un nuovo studio sulle mummie del Museo Egizio.

Un investimento che è costato un milione e mezzo di euro, di cui un milione e 200 mila finanziati da parte della Compagnia di Sanpaolo, ed il resto da parte dell’ospedale.

Una costellazione a forma di fulmine in ricordo di David Bowie, il Duca Bianco

Pubblicato il 18 Gen 2016 alle 6:04am

Una costellazione a forma di fulmine renderà omaggio alla memoria di David Bowie, scomparso lo scorso 10 gennaio.

Un’idea che arriva dalla stazione radio Studio Brussels che ha spinto gli astronomi belgi dell’osservatorio Mira ad individuare nel cielo notturno la forma del fulmine del celebre Duca bianco portato sul volto sulla copertina dell’album Aladdin Sane uscito nel lontano 1973.

Un’iniziativa simbolica, che non cambierà di certo le mappe astronomiche ma che farà certamente molto piacere a milioni di fan.

Le stelle selezionate appartengono quasi tutte ad altre costellazioni: Sigma Librae, Spica, Alpha Virginis, Zeta Centauri, SAA 204 132, e Beta sigma octantis trianguli australis, ma solo le prime due sono visibili dall’Italia.

La posizione della saetta, tra le altre cose, proprio in questo periodo, non a caso, è molto vicina a Marte, altro pianeta che ha sempre ispirato Bowie, e che troviamo principalmente nel brano Life on Mars, tra i suoi celebri successi.