gennaio 19th, 2016

Insomnia, questa sera dalle 23,50 su La3, conduce Giovanni Terzi

Pubblicato il 19 Gen 2016 alle 3:02pm

Cosa rende le nostre notti delle opere d’arte? Questa la domanda a cui tenteranno di rispondere i protagonisti del nuovo appuntamento di Insomnia, condotto dal giornalista Giovanni Terzi, in onda questa sera di martedì 19 gennaio dalle 23.50 all‘1.00, in diretta su La3 (canale 163 Sky, in streaming su la3tv.it).

L’architettura, il cinema, le arti visive e la musica saranno al centro di questo viaggio attraverso le varie declinazioni dell’arte.

A raccontarci come la notte influisca sui vari processi creativi saranno l’architetto e designer Fabio Novembre, il musicista Saturnino, il cantante Francesco Sarcina e la scrittrice Catena Fiorello.

Giovanni Terzi farà un collegamento dal Castello Sforzesco di Milano, primo esempio in Italia di “luce dinamica”, grazie all’utilizzo di diverse fonti luminose in grado di creare effetti scenografici unici, mentre l’artista Marco Lodola sarà collegato dal suo laboratorio creativo da lui stesso soprannominato Lodolandia.

Sardegna, anziano di 72 anni uccide prima la moglie e poi si impicca

Pubblicato il 19 Gen 2016 alle 12:38pm

Si è trattato di un omicidio-suicidio quello avvenuto questa mattina a Lanusei, in Ogliastra. Un uomo ha prima ucciso la moglie e poi si è tolto la vita in un appartamento di via Monti 28. (altro…)

Cagliari, scontro fra due treni della metrò diversi feriti in modo grave

Pubblicato il 19 Gen 2016 alle 11:28am

Due convogli della metropolitana leggera di Cagliari si sono scontrati questa mattina intorno alle 8.15.

Il macchinista di uno dei treni è rimasto incastrato tra le lamiere, le sue condizioni sono molto serie.

Ferito anche l’autista dell’altro convoglio. Tre feriti gravi anche fra i passeggeri, si tratta soprattutto di studenti. Oltre 50 le persone soccorse e portate in ospedale.

Sul posto ambulanze e polizia municipale. Causa dell’incidente potrebbe essere il mancato funzionamento di uno scambio, o un errore umano, visto che i treni viaggiano su un binario unico.

L’incidente è avvenuto nel tratto in cui la linea Cagliari-Monserrato corre nei pressi dei parcheggi di un centro commerciale Auchan.

“Vo’ on the Folks”, XXI edizione, inaugura il maestro del groove Enzo Avitabile

Pubblicato il 19 Gen 2016 alle 7:50am

Il maestro del groove Enzo Avitabile, il piper irlandese John McSherry, l’incontro tra le voci di Patrizia Laquidara con le Canterine del Feo e le bulgare Bisserov Sisters, il virtuoso della sei corde blues Nik Valente, le sonorità popolari di Riccardo Tesi & Banditaliana e gli organetti dell’etnomusicologo Roberto Tombesi, saranno i prossimi protagonisti di “Vo’ on the Folks”, storica rassegna veneta, giunta alla sua 21esima edizione, che indaga sul rapporto che corre tra le diverse musiche popolari nel mondo.

In programma alla Sala della Comunità di Vo’ di Brendola (Vicenza) dal 6 febbraio al 19 marzo 2016, il “Vo’ on the Folks” diretto da Paolo Sgevano, sarà inaugurato sabato 6 alle ore 21, da Enzo Avitabile con il progetto “Acoustic World”.

Il compositore e polistrumentista partenopeo ripercorrerà in chiave acustica gli ultimi 12 anni della sua produzione discografica, proponendo brani tratti dai suoi progetti dal 2003 ad oggi: “Salvamm ‘O Munno”, “Sacro Sud”, “Festa Farina e Forca”, “Napoletana” e “Black Tarantella”. Avitabile (voce, tamburo, arpina, fiati), accompagnato da Gianluigi Di Fenza alla chitarra e Carlo Avitabile alle percussioni, proporrà un concerto intimo, con al centro il suo personalissimo linguaggio musicale che lo ha reso uno dei riferimenti mondiali della world music e probabilmente l’artista italiano più rappresentativo di questo genere musicale.

In apertura, il chitarrista e cantante vicentino Nick Valente (Premio della Critica al concorso VicenzaNetMusic) presenterà in trio con Francesco Martini alle tastiere e Alessandro Valente alla batteria il suo recente ep, “Qualcosa di diverso”.

Sabato 20 febbraio, il secondo appuntamento sarà con Patrizia Laquidara in scena con le Canterine del Feo in un incontro tra voci tutto al femminile – da qui all’Est – con l’ensemble vocale bulgaro, Bisserov Sisters.

Un viaggio attraverso antiche tradizioni apparentemente lontane che, partendo dalla catena montuosa del Pirin conduce al Feo, una piccola contrada di Monte di Malo, dove si nasconde l’Anguana.

Il 5 marzo, sarà la volta delle musiche popolari italiane con un doppio appuntamento live. Prima, Roberto Tombesi (leader dei Calicanto) ripercorrerà, tra ricerche etnomusicologiche e nuove proposte musicali, 25 anni di attività artistica che ha avuto nell’organetto un costante punto di riferimento espressivo. Poi, Riccardo Tesi & Banditaliana – tra i gruppi italiani più acclamati della scena world internazionale – proporrà un coinvolgente set tra folk, jazz, riti della tradizione toscana, echi mediterranei e canzone d’autore.

Accanto a Tesi – compositore e organettista già al fianco di Fabrizio De André e Ivano Fossati, Claudio Carboni si esibirà ai sassofoni e Gigi Biolcati alle percussioni.

In chiusura, sabato 19 marzo, John McSherry, uno dei massimi virtuosi al mondo di uilleann pipes, andrà in scena con la tradizionale cornamusa irlandese, nata tra il ‘500 e il ‘600.

Il musicista originario di Belfast, fondatore dei Tamalin, Lúnasa e At First Light, ha all’attivo collaborazioni e registrazioni con Sinéad O’Connor, Clannad, The Corrs, Dónal Lunny e Nancy Griffiths.

Organizzato dalla Sala della Comunità di Vo’ di Brendola e Frame Evolution, in collaborazione con l’assessorato comunale alla Cultura e la Cassa Rurale e Artigiana di Brendola, il “Vo’ on the Folks” si conferma come spazio privilegiato per la riscoperta e la tutela di preziose tradizioni da conservare e tramandare. Come testimoniano gli ospiti che si sono alternati in tutti questi anni: Kocani Orkestar, Hevia, Joana Amendoeira, Tannahill Weavers, Fiamma Fumana, Antonella Ruggiero con Maurizio Camardi, Djamel Laroussi, Phamie Gow, Vincenzo Zitello, Mairtin O’Connor, Dervishi Rotanti, Motion Trio, Pierre Bensusan, Söndörgő, Jim Hurst solo per citarne alcuni.

Info e prenotazioni: Sala della Comunità – via Carbonara,28 – Brendola (VI) – tel. e fax 0444 401132 www.saladellacomunita.com – info@saladellacomunita.com Prenotazioni con pagamento on-line o presso filiali Cassa Rurale di Brendola: Biglietto intero 14€ Prenotazioni senza pagamento on-line e pagamento in Sala: Biglietto intero 15€ È possibile prenotare i biglietti per i concerti direttamente sul sito internet della rassegna, con il ritiro almeno mezz’ora prima dell’inizio dello spettacolo.

Cannabis per fini terapeutici anche in Lombardia, il via libera dalla Regione

Pubblicato il 19 Gen 2016 alle 7:15am

La regione Lombardia dice si alla cannabis per fini terapeutici per 5 patologie. Il testo è contenuto nelle Regole di sistema per il 2016.

A beneficiarne circa mille pazienti, tra cui quelli affetti da sclerosi multipla, anoressia o sindrome di Tourette.

Ma i principi attivi della cannabis saranno utilizzati anche su pazienti sottoposti a chemioterapia o radioterapia, o coloro che sono affetti da Hiv. I farmaci saranno offerti dal Servizio Sanitario regionale a tutti queste categorie che ne hanno bisogno.

La Lombardia va così ad aggiungersi alle 10 regioni che già avevano dato il via libera all’uso della cannabis per fini terapeutici.

Il Prozac per guarire dalla Sindrome di Down, test anche in Italia, a Napoli

Pubblicato il 19 Gen 2016 alle 6:47am

Inizieranno a breve anche i Italia, i primi test del Prozac, il farmaco antidepressivo, per combattere i sintomi della sindrome di Down. (altro…)

David Bowie, con “Blackstar” il primo numero 1 delle classifiche Usa della sua carriera

Pubblicato il 19 Gen 2016 alle 6:09am

David Bowie conquista il numero uno della classifica di vendita degli album più venduti negli Usa, con il suo disco di inediti, uscito il giorno del suo ultimo compleanno, pochi giorni prima della morte.

Un traguardo raggiunto per la prima volta negli Usa. Sì, perché, “Blackstar” è entrato subito in vetta alla Top200 di Billboard. Come del resto, anche altri due album: “Best of Bowie”, al quarto posto, e “The Rise And Fall Of Ziggy Stardust And The Spiders From Mars”, al ventunesimo posto.

Un grande traguardo per il Duca Bianco visto che in Inghilterra, e in altri stati europei, era abituato ad un simile successo, ma negli Usa neppure con l’album di culto come “Heroes” si era fermato addirittura al 35.mo posto, e il suo successo commerciale più grande, “Let’s Dance” (1983), non era andato oltre il 5° posto, sebbene i due album avessero abbondantemente superato il milione di copie vendute.

“Blackstar”, invece, ha raggiunto la vetta con circa 180mila copie nel giro di una sola settimana.