gennaio 20th, 2016

“Capitani Coraggiosi – Il Tour”, Baglioni e Morandi triplicano a Firenze e Acireale, aggiungono quarta data a Napoli

Pubblicato il 20 Gen 2016 alle 4:25pm

Dopo il clamoroso successo dei dodici appuntamenti live di settembre, tenuti nell’Arena Centrale del Foro Italico di Roma e delle due trionfali serate in diretta tv del 6 e 7 ottobre, su RaiUno, tornano i “Capitani Coraggiosi”, Claudio Baglioni e Gianni Morandi. Per la prima volta insieme in tour, da febbraio con un calendario ricco appuntamenti live già annunciati, e nuove date che si vanno ad aggiungere in altre tre città italiane: Firenze (29 febbraio), Napoli (5 marzo) e Acireale (10 marzo).

Concerti favolosi, per tre ore di musica dal vivo e 50 memorabili titoli del repertorio italiano degli ultimi cinquant’anni di carriera di questi due grandi artisti della musica italiana, eseguiti con un supergruppo di polistrumentisti, in uno spazio scenico innovato e spettacolare come quello delle arene indoor.

Le prevendite riservate ai rispettivi fan club saranno aperte dalle 16.00 di domani, giovedì 21 gennaio alle 15.00 di venerdì 22 gennaio.

Le vendite al pubblico apriranno invece alle ore 16.00 di venerdì 22 gennaio su www.ticketone.it e presso i punti vendita abituali.

Le altre date del tour CAPITANI CORAGGIOSI 2016 – IL TOUR

JESOLO – 17 febbraio – Pala Arrex (data zero) PADOVA – 19 e 20 febbraio – Arena Spettacoli Fiera MILANO – 23, 24 e 25 febbraio – Mediolanum Forum FIRENZE – 27, 28 e 29 febbraio – Nelson Mandela Forum NAPOLI – 2, 3, 4 e 5 marzo – PalaPartenope ROMA – 7 marzo – PalaLottomatica ACIREALE – 10, 11 e 12 marzo – Pala Tupparello EBOLI – 14 marzo – PalaSele PESARO – 16 marzo – Adriatic Arena TORINO – 18 e 19 marzo – Pala Alpitour BOLOGNA – 22 e 23 marzo – Unipol Arena

Pakistan, assalto armato all’università: oltre 30 morti, 4 terroristi uccisi

Pubblicato il 20 Gen 2016 alle 11:07am

E’ di almeno 30 morti il primo bilancio dell’assalto armato rivendicato dai talebani in una università nella provincia di Khyber Pakthunkwa, del nord ovest del Pakistan. (altro…)

Addio a Ettore Scola, maestro del cinema italiano. Aveva 84 anni

Pubblicato il 20 Gen 2016 alle 10:05am

E’ morto ieri sera a Roma, al reparto di cardiochirurgia del Policlinico Umberto I, il grande maestro, regista e sceneggiatore, Ettore Scola. Aveva 84 anni (Trevico (AV), 10 maggio 1931).

Tra i capolavori che ha diretto, ricordiamo: “C’eravamo tanto amati», “Una giornata particolare”, “La famiglia”, Palma d’oro a Cannes per “Brutti, sporchi e cattivi”.

La camera ardente sarà allestita questa mattina a partire dalle ore 11.

Scola è arrivato domenica nel nosocomio romano già in condizioni disperate.

Nella sua lunga carriera, il regista italiano, oltre al premio ricevuto a Cannes, ha vinto 8 David di Donatello e 4 candidature all’Oscar (non andate a buon fine) con i film “Una giornata particolare” (1978), “I nuovi mostri” (1979), “Ballando ballando” (1984) e “La famiglia” (1988).

Con le sue pellicole è riuscito a raccontare con grande successo l’Italia tra il dramma, il grottesco, la satira e la comicità.

Trasferitosi a Roma con la famiglia inizia giovanissimo a frequentare da vignettista, riviste umoristiche come il Marc’Aurelio e Il travaso delle idee. All’inizio degli anni Cinquanta comincia l’attività di sceneggiatore, anche con Ruggero Maccari ed e’ coautore dei testi delle scenette settimanali di Alberto Sordi-Conte Claro o Mario Pio.

Ma l’esordio per lui alla regia arriva nel 1964. E il suo primo grande successo a distanza di quattro anni, con il film ‘Riusciranno i nostri eroi a ritrovare l’amico misteriosamente scomparso in Africa?’. Seguiranno poi, Il commissario Pepe (1969) e Dramma della gelosia – Tutti i particolari in cronaca (1970). Nel 1974 arriva la pellicola C’eravamo tanto amati, e poi, una carrellata attraverso 30 anni di storia italiana.

Si cambia genere con il film Brutti, sporchi e cattivi (1976), e poi ancora con Una giornata particolare (1977).

Poi qualche anno dopo arriva anche La terrazza (1980). Nel palmares, 6 David di Donatello e quattro nomination all’Oscar per il miglior film straniero. E nel 1989 l’impegno nel sociale e nella politica che lo hanno portato a far parte anche del governo ombra del Partito Comunista Italiano, con la delega ai Beni Culturali.

Il presidente del Consiglio Matteo Renzi ha espresso il suo profondo cordoglio per la morte di Scola con queste parole “maestro dalla incredibile e acuta capacità di lettura dell’Italia, della società e dei suoi mutamenti, del sentimento del tempo, coscienza civile che lascia un enorme vuoto nella cultura italiana”.

“Ci ha lasciato Ettore Scola. Un grande maestro, un uomo straordinario, giovane sino all’ultimo giorno della sua vita”, gli fa eco su Twitter il ministro per i Beni Culturali, Dario Franceschini.

Messaggi di cordoglio e di grande affetto anche da parte di colleghi ed attori italiani, di più generazioni, e di tantissime persone che lo stimavano e apprezzavano.

Fast & Furious 8, il primo poster del film postato da Vin Diesel su Instagram

Pubblicato il 20 Gen 2016 alle 7:53am

L’attore 48enne, che per la settima volta si calerà nei panni di Dominic “Dom” Toretto, sul suo account Instagram ha pubblicato la prima locandina del nuovo episodio di Fast & Furious, sulla quale si legge “New Roads Ahead” sopra lo skyline di Manhattan, e il centro di New York sullo sfondo.

Dove è stato girato prevalentemente il film che uscirà il prossimo 14 aprile 2017.

Nel nuovo episodio della serie, diretto dal regista F. Gary Gray, Vin Diesel sarà affiancato sul set da Dwayne “The Rock” Johnson e Kurt Russel.

Ma l’ottavo episodio di Fast & Furious non sarà certamente l’ultimo, visto che ne arriveranno almeno altri due.

Salone del libro 2016, focus su cultura e letteratura araba

Pubblicato il 20 Gen 2016 alle 7:22am

“Visioni”: è questo il tema prescelto per la prossima edizione del Salone internazionale del Libro 2016, in programma al Lingotto Fiere di Torino dal 12 al 16 maggio prossimo.

“Non generiche velleità utopistiche, ma la capacità di darsi progetti realizzabili. Vogliamo parlare di gente che sta andando lontano perché capace di questa visione”, ha spiegato il direttore editoriale della Fondazione, Ernesto Ferrero.

Testimonial d’eccezione Roberto Cingolani, giovane fisico genovese, esperto di nanotecnologia, mentre l’immagine prescelta a rappresentare l’evento di quest’anno è stata realizzata dal pittore-scultore Mimmo Paladino.

Ma nell’edizione 2016 del Salone del Libro al posto del Paese ospite d’onore ci sarà una nuova formula: un focus allargato e traversale incentrato su realtà culturali che superano le rigide divisioni degli Stati nazionali.

Come la letteratura e la cultura araba, che dal Marocco all’Iraq offriranno un quadro quanto mai mosso e variegato.

Hanno già confermato la loro partecipazione il direttore del Museo del Bardo di Tunisi, Moncef Ben Moussa; il poeta siriano-libanese Adonis, considerato l’autore più significativo della lirica in lingua araba, e lucido osservatore delle derive dell’Islam radicale; il narratore algerino Yasmina Khadra (nome d’arte di Mohamed Moulessehoul), che nel suo ultimo libro ha ricostruito le ultime ore di Gheddafi.

Infine, i 70 anni della fondazione della Repubblica italiana offriranno uno spunto in più per tracciare un bilancio di questa nuova fase della vita unitaria, mentre in campo letterario ci saranno riferimenti anche ai 500 anni della prima pubblicazione dell’Orlando furioso, e a Miguel de Cervantes e William Shakespeare, morti a distanza di un giorno nell’aprile del 1616. A loro saranno dedicati cicli di letture, incontri e dibattiti.

Adele con il video di Hello è la più veloce a raggiungere il miliardo di visualizzazioni

Pubblicato il 20 Gen 2016 alle 6:45am

Altro grande successo per l’artista britannica Adele. Il videoclip di Hello, girato dall’enfant prodige del cinema canadese Xavier Dolan, ha infatti raggiunto il miliardo di visualizzazioni su Vevo nel minor tempo possibile, registrato sinora, in appena 89 giorni dal 22 ottobre al 19 gennaio.

Mille milioni di visualizzazioni sul primo singolo estratto dall’album 25, il terzo della carriera della brillante cantante.

Hello è il diciottesimo video a superare un simile traguardo.

Staminali, da trattamento anti-cancro una speranza per i malati di sclerosi multipla

Pubblicato il 20 Gen 2016 alle 6:16am

Arriva dal Regno Unito il trattamento a base di cellule staminali utilizzato per combattere il cancro, ma potrebbe rappresentare un’arma valida per i malati di sclerosi multipla.

A darne notizia è il sito della Bbc, che riporta l’annuncio fatto dai medici del Reale Hallamshire Hospital di Sheffield che hanno testato il trattamento su 20 pazienti nel corso di tre anni e che si dicono molto soddisfatti dei risultati ottenuti.

La terapia in questione consisterebbe in un trapianto di midollo osseo con le staminali, capace di ‘resettare’ il sistema immunitario, invertendo così quella che è la disabilità tipica della malattia.

Il trattamento, noto come trapianto di cellule staminali ematopoietiche autologhe (HSCT), avrebbe lo scopo di distruggere il sistema immunitario difettoso come chemioterapia, per poi ricostruirlo con le cellule staminali del paziente raccolte nel sangue del paziente stesso, ma in una fase di sviluppo precoce prima che arrivino i difetti scatenanti la patologia.

“Il sistema immunitario viene ripristinato e riavviato in un punto precedente alla malattia”, commenta John Snowden, consulente ematologo al Royal Hospital Hallamshire.

Mentre Emma Gray, responsabile della Multiple Sclerosis Society del Regno unito sostiene “E’ vero che può essere in grado di stabilizzare o migliorare la disabilità in alcune persone, ma potrebbe non essere efficace per tutti i malati”.