gennaio 25th, 2016

L’abbiamo fatta grossa, il nuovo film di Carlo Verdone con Antonio Albanese presentato oggi a Napoli. Al cinema dal 28 gennaio

Pubblicato il 25 Gen 2016 alle 7:07pm

Dal 28 gennaio in tutti i cinema, ”L’abbiamo fatta grossa”, l’ultima fatica di Carlo Verdone, nelle vesti anche di interprete con Antonio Albanese, prodotto da Aurelio De Laurentiis & Luigi De Laurentiis, distribuito da FILMAURO.

Un film che, come racconta il regista e attore romano alla conferenza stampa di presentazione a Napoli, è “Con un occhio puntato alla commedia classica italiana e francese, e con l’altro alla ricerca dell’eleganza nella recitazione e nella messa in scena”.

Sinossi

Antonio Albanese è Yuri Pelagatti, un attore di teatro che, traumatizzato dalla separazione, non riesce più a ricordare le battute in scena. Carlo Verdone è Arturo Merlino, un investigatore squattrinato che vive a casa della vecchia zia vedova. Yuri vuole le prove dell’infedeltà della ex moglie ed assume Arturo credendolo un super investigatore. Ma Arturo non ne fa una giusta! Per errore i due entrano in possesso di una misteriosa valigetta che contiene… 1 milione di euro! Una serie di guai divertentissimi e di rocambolesche avventure, fino ad arrivare ad un finale davvero imprevedibile…

Trailer ufficiale

A come sia nato questo film Verdone risponde: “Questa commedia nasce dall’esigenza di fare un film differente dagli ultimi, nei quali i rapporti generazionali o all’interno della famiglia erano stati il fulcro dei racconti. Sentivo il bisogno di staccarmi dal problema sociale (almeno in parte) e di dare più spazio alla fantasia, partendo dalle figure dei due protagonisti: un investigatore privato senza lavoro, ridotto a recuperare cani e gatti smarriti, e un attore teatrale che, divorato dal panico per l’abbandono della moglie, dimentica le battute in scena. L’incontro tra i due, inevitabilmente, diventa scontro ed ognuno metterà in grossa difficoltà l’altro. Per finire entrambi in una vicenda pericolosa, più grande di loro che li porterà ad allearsi per venirne fuori. I due protagonisti sembrano tanto diversi tra loro, ma alla fine c’è qualcosa che li unisce: il fallimento professionale e matrimoniale. E per questo, sotto sotto, finiranno per volersi bene, anche se il finale, in questo, sarà piuttosto emblematico”.

Come è nata la collaborazione con Antonio Albanese? “Ho pensato ad Antonio Albanese (con il quale non avevo mai lavorato in coppia) già dai primi due soggetti che avevo scritto e che sono rimasti poi nel cassetto. Avevo voglia di lavorare con lui, perché è un attore che mi ha sempre sorpreso sia nel film serio che in quello comico. Avendo lui un carattere molto forte, pensavo fosse la persona giusta per me che ho sempre bisogno di esser messo in difficoltà dalla controparte per dare il meglio. Terminato il soggetto del film, una volta ricevuto il suo gradimento, ci siamo buttati a scrivere il personaggio proprio pensando a lui, introducendo gran comicità e momenti più seri, nei quali poteva esprimersi a 360°. Si è stabilita una forte alchimia tra noi due, al punto che al momento opportuno l’uno lasciava spazio all’altro e viceversa, senza mai sopraffare. La forza della coppia è nella sua diversità. Ma allo stesso tempo in un’alleanza strettissima. Una coppia che, se piacerà al grande pubblico, potrà ripresentarsi nuovamente, in un’altra idea cinematografica”.

Lavorare con Carlo come regista è stato piacevole e soprattutto interessante dal punto di vista strettamente comico, lo spazio per poter interagire fisicamente è stato nobilitato dalla sua esperienza e dal grande rispetto che lui ha sempre nutrito per la commedia. – Gli fa eco, Antonio Albanese – Lavorare con Carlo come attore è stato semplicemente un onore”.

(Foto dalla conferenza stampa di Giovanna Manna)

Nel cast del film anche gli attori Anna Kasyan (Lena), Francesca Fiume (Giorgia), Clotilde Sabatino (Carla), Virginia Da Brescia (Zia Elide), Federigo Ceci (Avvocato Franciosa), Massimo Popolizio (L’uomo elegante).

Love 2016, la nuova doppia compilation d’amore con grandi nomi della musica italiana

Pubblicato il 25 Gen 2016 alle 6:21pm

E’ uscita “LOVE 2016”, la nuova doppia compilation dedicata a tutti gli innamorati della musica italiana, per un nuovo anno pieno d’amore! Il regalo ideale per il prossimo San Valentino.

Un doppio lavoro su etichetta “Solomusicaitaliana” – guidata da Stefano Contestabile – e distribuito da Sony Music, disponibile dal 22 gennaio al prezzo consigliato di Euro 14.90, in versione digitale anche su iTunes.

Trenta canzoni d’amore in due cd, interpretate da alcuni dei più grandi artisti della musica italiana: Eros Ramazzotti, Tiziano Ferro, Laura Pausini, Marco Mengoni, Emma, Cesare Cremonini, Alessandra Amoroso, Vasco Rossi, Biagio Antonacci, Negramaro, Il Volo, Elisa e tanti altri…

Tracklist

Cd1

1. MARCO MENGONI / TI HO VOLUTO BENE VERAMENTE

2. EMMA / ARRIVERA’ L’AMORE

3. MAX GAZZE’ / LA VITA COM’E’

4. LAURA PAUSINI / INVECE NO

5. VASCO ROSSI / QUANTE VOLTE

6. ANNALISA / SPLENDE

7. BIAGIO ANTONACCI / CI STAI

8. GIUSY FERRERI / VOLEVO TE

9. FEDEZ / 21 GRAMMI

10. LUCA CARBONI / BOLOGNA E’ UNA REGOLA

11. EDOARDO BENNATO / IO VORREI CHE PER TE

12. GIANNA NANNINI / TEARS

13. MAX PEZZALI / NIENTE DI GRAVE

14. GIORGIA / DOVE SEI

15. POOH / PENSIERO (2016)

Cd2

1. EROS RAMAZZOTTI / SEI UN PENSIERO SPECIALE

2. CESARE CREMONINI / LOST IN THE WEEK END

3. ALESSANDRA AMOROSO / STUPENDO FINO A QUI

4. NEGRAMARO / ATTENTA

5. TIZIANO FERRO / IL VENTO

6. FRANCESCA MICHIELIN / LONTANO

7. ANTONELLO VENDITTI / L’ULTIMO GIORNO RUBATO

8. FRANCESCO SARCINA / PARTE DI ME

9. MALIKA AYANE / TEMPESTA

10. LORENZO FRAGOLA / LA NOSTRA VITA E’ OGGI

11 IL VOLO / PER TE CI SARO’

12 BABY K feat FEDERICA ABBATE / CHIUDO GLI OCCHI E SALTO

13 MARCO ROTELLI feat. DEBORAH IURATO / FERMEREMO IL TEMPO

14 ELISA / UNA POESIA ANCHE PER TE

15 NEK / IO RICOMINCEREI

Noemi, dal 29 gennaio il pre-order dell’album di inediti Cuore d’Artista con due brani in anteprima

Pubblicato il 25 Gen 2016 alle 6:05pm

Partirà venerdì 29 gennaio il pre-order del nuovo album in studio di Noemi, CUORE D’ARTISTA, in uscita il prossimo 12 febbraio su etichetta Sony Music.

Pre-ordinando l’album su ITunes sarà possibile ricevere due tracce in anteprima, “Amen” e “Mentre aspetto che ritorni”.

Amen è un brano contemporaneo, una preghiera laica dall’arrangiamento rock. Mentre aspetto che ritorni è un inno alla libertà ed uno dei pochi pezzi che in questa raccolta parla d’amore.

Cuore d’artista contiene al suo interno anche il brano La borsa di una donna, che l’artista porterà in gara al prossimo di Festival di Sanremo.

Terrorismo, arrestato foreign fighter marocchino a Cosenza

Pubblicato il 25 Gen 2016 alle 9:32am

Un blitz antiterrorismo, condotto dagli uomini della Digos di Cosenza, ha eseguito un’ordinanza di custodia cautelare nei confronti di un “foreign fighter” marocchino, Hamil Mehdi (25 anni), residente a Luzzi, finito nel mirino degli investigatori già dal mese di luglio.

Commerciante ambulante, il giovane è accusato del reato di auto addestramento per terrorismo internazionale.

Arrivato in Turchia il 10 luglio scorso, dove era stato fermato per un controllo, dopo gli accertamenti le autorità turche insieme agli uomini dell’antiterrorismo italiano, lo avevano respinto per “sicurezza pubblica” in Italia.

Ma il giovane sembrava intenzionato a raggiungere gli scenari di guerra.

“L’arresto di oggi è uno dei primi casi di applicazione della legge del 2015 che contesta l’auto addestramento ai fini di terrorismo internazionale”, ha spiegato il coordinatore della Dda di Catanzaro, Giovanni Bombardieri.

Ma Hamil Mehdi si difende e al momento dell’arresto dice: “Sono andato in Turchia solamente per pregare”. “Mi avevano già accusato di appartenere all’Isis ma io ho sempre negato. Ed anche ora ribadisco che non appartengo all’Isis”.

David Bowie, presto il reboot di Labyrinth, film cult degli anni ’80

Pubblicato il 25 Gen 2016 alle 7:34am

A distanza di qualche giorno dalla morte del Duca Bianco, Labyrinth, uno dei film più celebri di David Bowie, fantasy cult degli anni ’80, avrà un reboot. (altro…)

Vittorio Sgarbi: “Potrei candidarmi come sindaco di Milano, Bologna o Trieste”

Pubblicato il 25 Gen 2016 alle 7:00am

”Potrei candidarmi a sindaco di Milano, Bologna o Trieste. Ne ho parlato anche con Berlusconi, vediamo come vanno le primarie di Milano, e quali saranno i sondaggi”.

Questo l’annuncio fatto ieri da Sgarbi, che per ora ha “congelato” le dimissioni da assessore alla Rivoluzione al comune di Urbino.

”Una proposta la mia che potrebbe far bene anche al centrodestra”, ha aggiunto il critico d’arte.

”Trieste – osserva Sgarbi parlando con l’ANSA – sarebbe la sfida più divertente; Bologna la più pericolosa, perché c’è una logica consolidata di voto a sinistra; Milano la città di maggior peso. A Milano peraltro ho fatto l’assessore per due anni, ho lavorato con Sala all’Expo”.

Nelle prossime settimane la decisione di candidarsi con una propria lista a sindaco.

Seconda Università di Napoli, 1^ fotografia di emicrania con auree, aperta la strada a nuove cure

Pubblicato il 25 Gen 2016 alle 6:40am

Un passo avanti è stato compiuto in campo sanitario relativamente all’emicrania, fotografata, per la prima volta in assoluto, da un gruppo di ricercatori italiani di Napoli, la sua impronta nel cervello. Segno di quella che scatenerebbe la così detta aura visiva.

Un’immagine apparsa sulla copertina di febbraio sulla rivista scientifica “Cephalalgia”.

Risultato di uno studio condotto dalla Seconda Università di Napoli al fine di osservare più profondamente un mal di testa, e “permetterci – spiega Antonio Russo, coordinatore del Centro Cefalee dell’AOU-SUN – di gettare le basi per una più completa caratterizzazione dei pazienti emicranici non solo dal punto di vista della ricerca scientifica ma anche della gestione clinica e terapeutica”.

La foto in questione, rivela come l'”aura visiva” possa presentarsi come uno scintillio luminoso o al contrario come una macchia cieca nell’ambito del campo visivo accompagnando con sé un attacco emicranico.

“Che purtroppo, molto frequentemente – prosegue il professore Alessandro Tessitore, coordinatore della ricerca – i pazienti con episodi di emicrania con aura o ancor di più con ‘aura senza emicrania’ sono costretti a peregrinare per diversi specialisti in attesa di una diagnosi precisa e corretta e di una conseguente terapia appropriata”.

Padova, 130 infermiere e 16 ostetriche incinte, saltano i turni in ospedale

Pubblicato il 25 Gen 2016 alle 6:05am

Sale operatorie e reparti vuoti all’ospedale di Padova per l’arrivo della cicogna. Centoquarantesei donne, 130 infermiere e 16 ostetriche in stato presto mamme.

Una situazione che rischia di creare seri problemi nell’organizzazione e nei turni, soprattutto nei reparti strategici con terapie intensive e gastroenterologiche.

Al punto che i sindacati hanno proclamato lo stato di agitazione e chiesto la mediazione del prefetto Patrizia Impresa.

A spiegare cosa accade è Luigi Zuin, a nome della Uil: «ad esempio nel giro di dieci giorni l’equipe di cardiochirurgia ha perso tre infermiere, tutte rimaste incinte. Al loro posto in sala operatoria dovranno allungare l’orario i colleghi rimasti, come molti altri non solo costretti a rinunciare alla libera professione ma pure a sobbarcarsi 13/14 reperibilità al mese invece delle 6 pattuite».

Il 2 febbraio è prevista l’assemblea generale dei lavoratori e qualora l’azienda non dovesse riuscire ad organizzarsi per far fronte all’emergenza sarà dichiarato sciopero finché non si troverà una vera soluzione a tale emergenza.