malaria 2015
Secondo un rapporto di Lega Ambiente, l’aria che respiriamo è sempre più nociva e malata.

Maglia nera a Frosinone Scalo per 115 sforamenti rilevati.

A seguire Pavia con 114 giorni, Vicenza con 110, Milano con 101 e Torino con 99.

E dei 48 capoluoghi fuori legge il 6% (Frosinone, Pavia e Vicenza) ha superato il limite delle 35 giornate più del triplo delle volte, andando oltre i 105 giorni totali; il 33% lo ha superato di almeno due volte e il 25% ha superato il limite legale una volta e mezza.

Ma in altre città non va certamente meglio. “Si tratta di un peggioramento netto – osserva Legambiente – rispetto alla situazione del 2014, anche alla luce del lungo periodo di siccità di fine anno”.

Anche se “Non basta appellarsi all’assenza di vento e pioggia per intere settimane, l’aria diventa sempre più irrespirabile a causa delle elevate concentrazioni delle polveri sottili, dell’ozono e del biossido di azoto che causano, tra l’altro, danni alla salute dei cittadini e all’ambiente circostante” si legge nel Dossier annuale di Legambiente sull’inquinamento atmosferico e acustico nelle città italiane, Mal’Aria di città 2016.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.