febbraio 5th, 2016

Francesca Michielin, in pre-order da oggi 5 febbraio su iTunes il nuovo album “di20are”

Pubblicato il 05 Feb 2016 alle 12:15pm

Parte oggi venerdì 5 febbraio il pre-order su iTunes del nuovo album di FRANCESCA MICHIELIN “di20are”, disponibile in tutti i negozi e digital store a partire da venerdì 19 febbraio su etichetta Sony Music.

Di20are, oltre ai successi dell’album di20 uscito lo scorso 23 ottobre, ha al suo interno anche il brano “Nessun grado di separazione”, in gara alla 66ma edizione del Festival di Sanremo e scritta dalla cantautrice insieme a Cheope e a Federica Abbate, “Tutto è Magnifico”, prima versione di “Magnifico” scritta da Roberto Casalino e Dario Faini, rivisitata da Francesca, e altri due inediti: “E’ con te”, firmato da Cheope, e “Nice to meet you”, il singolo scritto in occasione del suo primo tour e in cui Francesca suona diversi strumenti che la raccontano sotto diversi aspetti che lei stessa definisce particolarmente autobiografico.

Per tutti coloro che avranno preordinato il nuovo album, il giorno successivo all’esibizione di Francesca sul palco dell’Ariston, “Nessun grado di separazione” verrà sbloccato automaticamente e sarà subito disponibile.

TRACKLIST di20are

1) Nessun grado di separazione (Francesca Michielin/Federica Abbate/Cheope) 2) L’amore esiste (Fortunato Zampaglione) 3) Lontano (Fortunato Zampaglione) 4) Amazing (Francesca Michielin/Negin Djafari) 5) E’ con te (Cheope) 6) Almeno tu (Francesca Michielin) 7) Tutto questo vento (Francesca Michielin / Gianclaudia Franchini / Federica Abbate / Giovanni Caccamo 8) Tutto è magnifico (Francesca Michielin/Roberto Casalini) 9) Un cuore in due (Francesca Michielin/Ermal Meta) 10) Battito di ciglia (Francesca Michielin/Fortunato Zampaglione) 11) 25 febbraio (Francesca Michielin) 12) Io e te (Francesca Michielin/Massimiliano Pelan/Fabio De Martino) 13) Sons and daughters (Viktoria Hansen) 14) Divento (Francesca Michielin) 15) Nice to meet you (Francesca Michielin)

Giulio Regeni scriveva su Il Manifesto, usava pseudonimo. Investigatori italiani inviati in Egitto

Pubblicato il 05 Feb 2016 alle 12:01pm

Scriveva dall’Egitto per il Manifesto il giovane 28enne, dottorando italiano, dell’università di Cambridge, trovato morto e nudo alla periferia del Cairo, sul cui corpo evidenti segni di percosse e torture.

Di recente il giovane aveva realizzato un articolo sui sindacati chiedendo di usare uno pseudonimo.

Giuseppe Acconcia, collaboratore del Manifesto, che lo conosceva bene, ha raccontato a Radio Popolare che “Giulio si occupava soprattutto di movimenti operai e di sindacalismo indipendente”, e per questo motivo, aveva contatti con l`opposizione egiziana.

Secondo Acconcia, Regeni “aveva paura per la sua incolumità” e pertanto preferiva non firmare i propri pezzi.

“Cercava attivisti sindacali per la sua tesi” – Dichiara uno degli “amici egiziani” di Giulio Regeni, spiegando di aver ricevuto “alcune mail e chiamate” dal ricercatore friulano “che gli chiedeva contatti di attivisti del diritto del lavoro affinché potesse intervistarli per la sua tesi”.

Una dichiarazione che appare sul sito dell’autorevole quotidiano “Al Ahram”. L’amico ha riferito anche che Regeni prometteva di non fare interviste o “lavoro sul campo” prima del 25 gennaio, giorno della sua scomparsa e del quinto anniversario della rivoluzione anti-Mubarak (preceduta da numerosi arresti e perquisizioni ai danni di oppositori del governo).

“Poi, la mattina del 25 gennaio, Regeni mi ha mandato un messaggio chiedendo se c’erano programmi per una festa di compleanno di uno dei nostri amici. Da allora non l’ho sentito più”, ha detto la persona che risulta essere anche indagata.

“Sono stato convocato da ufficiali della sicurezza dopo la scomparsa di Regeni. Le loro domande erano focalizzate sugli scopi della sua visita e dei suoi studi”.

“Non pubblicate il suo articolo” è la richiesta fatta dalla famiglia del giovane assassinato, tramite il suo avvocato Alessandra Ballerini, ma il quotidiano non sente ragioni, nonostante la diffida decide di pubblicarlo con il nome del ragazzo.

“Giulio Regeni aveva espresso la volontà di non pubblicare il citato articolo se non con uno pseudonimo, proprio al fine di non mettere in pericolo l’incolumità degli autori e delle loro famiglie”.

A Tgcom24 il condirettore del quotidiano, Tommaso Di Francesco, parla di una “scelta contrastata” spiegando “di aver deciso di pubblicarlo per fare onore alla sua memoria ma siamo rispettosi del lutto e solidali con la famiglia”.

Intanto, sette uomini di Polizia, Carabinieri e Interpol sono in arrivo in queste ore in Egitto per collaborare alle indagini avviate dalle autorità locali.

Oltre a sollecitare una stretta collaborazione con il team messo in campo dalle nostre autorità il premier Renzi, ieri al telefono con il presidente egiziano Al-Sisi ha anche sollecitato un rapido rimpatrio della salma, strappando la promessa di fare «ogni sforzo» possibile per far luce su questa triste vicenda.

Dear Jack, Sanremo e il nuovo album “Mezzo Respiro” in uscita il 12 febbraio

Pubblicato il 05 Feb 2016 alle 11:19am

Il sound è lo stesso, così come il rock e l’energia, ma “Mezzo Respiro” (come il titolo del brano che portano a Sanremo) dei Dear Jack ha una connotazione tutta sua. Merito anche della new entry e della band che si è data molto da fare dopo la rottura con Alessio Bernabei, dando così vita ad un disco che spazia tra diversi generi restando comunque fedele ad una sua identità.

“Cantiamo amori finiti, tradimenti e siamo più forti di prima”, dichiarano a Tgcom24.

L’album “Mezzo respiro” sarà pubblicato il 12 febbraio e conterrà 8 brani inediti, 2 cover (“Oro” di Mango rispolverata in chiave Dear Jack tra funk ed elettronica e “Un Bacio a Mezzanotte”, presentata sul palco dell’Ariston e che avrà come ospite tutta l’orchestra), più tre brani estratti dal precedente disco e reinterpretati.

Lorenzo Cantarini, Francesco Pierozzi, Riccardo Ruiu, Alessandro Presti sono oggi più “consapevoli” e hanno accolto come una famiglia il nuovo frontman Leiner Riflessi, 18enne di origini colombiane che si è fatto conoscere ad “X Factor”, grazie anche all’intuizione del boss di Rtl e della Baraonda Edizioni Lorenzo Suraci.

Ministro Franceschini: “Teatri gratis per tutti il 22 ottobre”

Pubblicato il 05 Feb 2016 alle 7:29am

Sabato 22 ottobre sarà la Giornata dedicata al teatro, come annunciato ieri dal ministro della Cultura, Dario Franceschini, all’indomani dell’accordo tra la direzione generale per lo spettacolo dal vivo del Mibact e l’associazione dello spettacolo Agis.

La Giornata del Teatro prevederà ingressi gratuiti per tutti, dalla mattina alla sera, e spettacoli che si terranno in tutte le strutture pubbliche e private, fondazioni liriche e teatri di tradizione compresi.

Franceschini: “Sarà una grande festa” – “Ogni anno una grande festa del teatro”. Lo ha scritto anche su Twitter.

“La mattina gli spettacoli saranno riservati alle scuole, il pomeriggio e la sera a tutti i cittadini che vorranno. Stiamo ragionando su un meccanismo di prenotazione per non rendere ingestibile la giornata. La nostra intenzione è di ripetere l’iniziativa tutti gli anni. Certamente una parte delle persone che coglieranno questa opportunità dell’ingresso gratuito scoprirà la bellezza di andare a teatro e deciderà di continuare a frequentarlo”.

In arrivo in Piemonte il semaforo anti smog

Pubblicato il 05 Feb 2016 alle 7:05am

E’ in arrivo, in Piemonte, una sorta di semaforo anti smog. Quattro codici di diverso colore, dal giallo al rosso vivo, corrispondenti a sforamenti crescenti nei limiti di Pm10, che andranno ad indicare quali strategie i Comuni dovranno adottare, per cercare di tamponare quanto più possibile tale rischio ambientale.

Questo è quanto deciso dal presidente della Regione, Sergio Chiamparino.

Le nuove misure non saranno imposte, ma i Comuni avranno la possibilità di potervi aderire.

La Regione coinvolgerà i siti meteo delle tv locali, affinché segnalino il livello di smog.

Con il semaforo giallo scatteranno, ad esempio, il blocco dei veicoli Euro 3, la riduzione di un grado del riscaldamento degli edifici pubblici, il divieto di bruciare residui vegetali, di usare caminetti aperti, di spandere liquami da deiezioni animali.

Con l’arancio, il blocco degli Euro 4 e un ulteriore taglio di un grado del riscaldamento.

Con il rosso cinabro, ci sarà il blocco totale dei diesel e il limite di velocità sarà fissato a 90 km/h.

Con il rosso vivo, sarà previsto uno stop alle auto private nei giorni feriali in aree urbane, il blocco totale nelle extraurbane, e dei bus gratuiti.

Idee make up Carnevale 2016: i tutorial per realizzarle

Pubblicato il 05 Feb 2016 alle 6:48am

Carnevale è ormai alle porte. Ecco allora alcuni semplici tutorial per realizzare un bellissimo ed originale make up ed essere bellissime ed originali anche in quella splendida occasione.

Se volete optare per un trucco più tradizionale, colorato, e sofisticato, potete puntare sulla maschera di Arlerchino. Molto bello quello realizzato da TheEmanueleCastelli. Occhi e viso protagonisti vestendosi di tutti i colori e di tutte le sfumature.

Se invece volete puntare sulla saga del momento, Star Wars, la proposta di Madeyewlook è quella che fa per voi. I colori sono lunari con occhi in primo piano sottolineati da un intenso make up di color nero. Il look è sofisticato, seducente, ammaliante.

Se volete invece qualcosa di più pratico, meno raffinato potete sempre puntare sulla proposta di Pretty Flower, il cui trucco è ispirato ad uno dei protagonisti più amati del cinema internazionale: Edward Mani di Forbice.

Se infine, volete, un look più semplice ma in perfetto stile carnevalesco, il consiglio è quello di realizzare l’idea make up di LaCindiana. Ciglia finte, una sottile riga nella rima interna dell’occhio, un rossetto rosso cupo e un ricamo damascato presente sulla tempia a lato destro e sinistro dell’occhio.

Moda Primavera Estate 2016, l’abito lungo protagonista. Come sceglierlo?

Pubblicato il 05 Feb 2016 alle 6:01am

Per la prossima stagione, Primavera – Estate 2016, i maggiori stilisti italiani hanno portato in passerella, per le loro collezioni prêt-à-porter e haute couture, abiti lunghi, dalle linee morbide, essenziali ma anche sofisticate, dai colori bon ton a quelli variopinti, tinta unico o fantasia.

Modelli fluttuanti e maxi, perfetti per un aperitivo in spiaggia, o modelli fascianti, adatti per una serata e un party romantico ed elegante.

Ce ne è veramente per tutti i gusti. Naturalmente, se si vuole nascondere qualche difetto fisico bisogna puntare su di un abito svasato con dettagli sul corpetto che attirare l’attenzione e distolgono lo sguardo da qualche criticità, se si è a triangolo invertito è opportuno scegliere un abito con uno scollo a V e con spacchi sulle gambe; se si è invece a rettangolo è meglio optare per abiti fantasia che danno movimento alla silhouette e con scolli sulla schiena. Se il proprio corpo è invece una clessidra scegliere abiti svasati; se a mela evidenziare la vita con una bella cintura o una fascia o puntare su abiti con spacchi o trasparenze strategiche.

Una volta capito il modello che fa per voi, pensate al colore e alla fantasia. In commercio ce ne sono di tre tipi: bon ton, con un’esplosione di fantasie e con pizzi e trasparenze.

Zara ad esempio, propone l’abito lungo con stampa floreale.

Armani Privé per la prossima stagione ha scelto il lilla e il mauve, mentre il rosa più intenso capeggia nelle collezioni di Elie Saab e Schiaparelli.

Predominano invece il giallo, l’arancio, l’albicocca, nelle maxi creazioni di Stella McCartney.

Multicolor, invece, la collezione primavera estate 2016 di Chanel che ha optato anche per una bellissima stampa di farfalle dai colori sofisticati. Schiaparelli ha dedicato l’Haute Couture alla buona tavola, agli ortaggi e alle stoviglie, puntando proprio su queste figure per abiti raffinati.

Classici e romantici gli abiti low cost di Zara. H&M propone invece un abito dritto in tessuto crêpe con motivi stampati in bianco e nero, sezione inferiore in chiffon e spacchi laterali.

Non mancano, invece, merletti e trine negli abiti lunghi e romantici di Gucci ready to wear.

Valentino invece sceglie lunghe tuniche e abiti stile impero dai colori regali e dai tessuti e dalle fantasie preziose.

Che siano grandi firme o meno, ce ne è veramente per tutte. Basta solo saper scegliere!

Foto Byblos