corea del nord lancio missile
La Corea del Nord lancia nella notte un missile a lungo raggio in direzione di Okinawa. “Missione compiuta, satellite in orbita”, commenta Pyongyang.

“Non è vero, il razzo è esploso a sudovest dell’isola Jeju”, replica la Corea del Sud.

Per gli Stati Uniti è “Un’azione provocatoria in palese violazione delle risoluzioni dell’Onu”.

E per questo, le Nazioni Unite, su richiesta di Washington, Tokyo e Seul, convocano subito un consiglio di sicurezza.

Il Giappone reagisce a quanto accaduto con queste parole: “Il lancio di un missile da parte della Corea del Nord non è accettabile”. Ad affermarlo è il premier giapponese, Shinzo Abe.

La Cina da parte sua esprime “rammarico” ma invita tutti a mantenere la calma, ad “agire con cautela onde evitare di intraprendere azioni che potrebbero ulteriormente far salire la tensione nella penisola”.

Infine, la Russia dichiara “La Corea del Nord mostra una preoccupante mancanza di rispetto della legge internazionale e “il corso scelto da Pyongyang non può non essere oggetto di una netta critica”.

Il ministero russo degli Esteri esorta la Corea del Nord, con cui ha buoni rapporti di dialogo, a riflettere sul fatto che la “contrapposizione all’intera Comunità internazionale non risponde agli interessi stessi del Paese”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.