febbraio 19th, 2016

Massimo Troisi, avrebbe compiuto oggi 63 anni

Pubblicato il 19 Feb 2016 alle 12:54pm

Massimo Troisi, attore, regista e sceneggiatore campano, avrebbe compiuto oggi 63 anni. Era nato a San Giorgio a Cremano il 19 gennaio del 1953, ma l’amato attore è scomparso nel sonno in una notte di primavera, il 4 giugno 1994, all’età di soli 41 anni, per un infarto, essendo malato già da tempo.

Massimo Troisi divenne popolare a livello nazionale grazie alle sue partecipazioni in tv con il trio della Smorfia, di cui facevano parte anche Lello Arena ed Enzo De Caro. Troisi si distinse per la sua straordinaria comicità, eccezionale ed originale al tempo stesso.

Candidato all’Oscar due anni dopo dalla sua morte, nel 1996, per il film Il Postino, un’altra candidatura la ottenne come coautore della sceneggiatura.

I suoi personaggi erano impacciati e timidi. Nel film “Ricomincio da tre” e “Scusate il ritardo”, “Non ci resta che piangere”, Troisi raggiunse un incredibile successo, inventando tra l’altro frasi che divennero un vero e proprio tormentone: Yesterday… bom-bom; il tentativo di spostare il secchio; un fiorino!; milleqquattro quasi milleccinque; emigrante?; Mas-si-mi-lia-no; la lettera a Savonarola; Ricordati che devi morire; Chi parte sa da cosa fugge, ma non sa… .

Successivamente i suoi personaggi divennero sempre più impegnativi.

Francesca Michielin, l’album di20are disponibile da oggi è già 1° su iTunes

Pubblicato il 19 Feb 2016 alle 11:20am

E’ disponibile da poche ore in tutti i negozi e in digitale di20are (Sony Music), l’album di Francesca Michielin, ma da subito si piazza al primo posto degli album più acquistati su iTunes.

Nessun grado di separazione continua a registrare numeri da record: è il più trasmesso tra i brani sanremesi dalle radio italiane (ottavo nella classifica Earone Airplay radio generale e secondo nella classifica dei brani italiani più trasmessi dalle radio nella settimana dal 12 al 18 febbraio).

E’ stabile ai primi posti delle classifiche digitali italiane e conquista ottime posizioni anche su Itunes Svizzera e Malta; su Spotify è il brano che si è piazzato alla nona posizione della classifica TOP 50 Italia.

Mentre su Shazam ha superato le 23mila condivisioni.

Ma non è tutto. Il profilo Twitter di Francesca Michielin ha oltrepassato già i 2 milioni di followers.

Il profilo FB ufficiale è quello con maggiore crescita di iLike dell’ultimo mese, dell’ultima settimana e delle ultime 24 ore. Su twitter è il terzo profilo per crescita di followers della settimana (preceduta solo da Jovanotti e J-Ax).

In una sola settimana il videoclip del brano sanremese ha già totalizzato 2.4 milioni di views su Vevo e Youtube.

L’album, oltre al brano Nessun grado di separazione, scritto a sei mani con Cheope e Federica Abbate, che hanno collaborato anche alla stesura musicale insieme a Fabio Gargiulo, contiene anche i successi dell’album di20, Tutto è Magnifico (la prima versione di Magnifico scritta da Roberto Casalino e Dario Faini e rivisitata da Francesca), e altri due inediti: E’ con te, firmato da Cheope, e Nice to meet you, il singolo scritto in occasione del suo primo tour e in cui Francesca suona diversi strumenti che la raccontano da diversi aspetti e che lei stessa definisce particolarmente autobiografico.

In concomitanza con l’uscita di di20are, Francesca inizierà oggi da Milano anche una serie di instore che la porteranno in giro per tutta l’Italia in 11 tappe per incontrare il pubblico. Dopo Milano, Francesca arriverà a Padova (20 febbraio), Bologna (21 febbraio), Verona (22 febbraio), Firenze (24 febbraio), Roma (25 febbraio), Gravina di Catania (CT) (28 febbraio), Palermo (29 febbraio), Napoli (1 marzo), Rende (CS) (4 marzo) e Casamassima (BA) (5 marzo).

Sono disponibili le prevendite su www.ticketone.it, in tutti i punti vendita e nelle rivendite abituali per la seconda parte di Nice to meet you (prodotto e distribuito da Live Nation): la sua prima e incredibile esperienza live, che è una sorta di autobiografia musicale itinerante, in cui Francesca ha voluto valorizzare il contatto intimo e autentico con il pubblico esibendosi sul palco da sola suonando ben cinque strumenti: basso, chitarra, tc helicon, timpano e pianoforte.

Nice to meet you partirà il 12 marzo dal New Age di Roncade (TV) e toccherà altre 5 città: 20 marzo Hart di Napoli, 24 marzo Viper di Firenze, 25 marzo Vidia di Cesena, 29 marzo Salumeria della Musica di Milano per terminare il 30 marzo al Bravo Caffé di Bologna.

Al termine del Nice to meet you, Francesca si dovrà preparare per un nuovo e importantissimo evento atteso in tutta Europa: è l’artista scelta per rappresentare l’Italia all’Eurovision Song Contest 2016 in programma dal 10 al 14 maggio a Stoccolma.

Vibo Valentia, anziano di 79 anni gettato in mare da due rumeni

Pubblicato il 19 Feb 2016 alle 9:49am

Arrestato nel Vibonese un uomo e una donna di nazionalità romena, di 36 e 35 anni, con l’accusa di rapina ed omicidio. (altro…)

Max Biaggi ufficialmente separato da Eleonora Pedron. Perdutamente innamorato di Bianca Atzei

Pubblicato il 19 Feb 2016 alle 7:45am

Max Biaggi sarebbe intenzionato a sposare presto la cantante Bianca Atzei, secondo quanto si legge sul settimanale “Chi”. E avrebbe ottenuto la separazione legale da Eleonora Pedron.

La Atzei avrebbe anche conosciuto i figli del pilota, mentre Max la famiglia di lei. Intanto Biaggi ha pubblicato uno scatto su instagram della coppia che risalirebbe allo scorso viaggio alle Maldive: Milioni di stelle sono in cielo, tu sei quella più lucente che brilla nel mio cuore. Grazie di essere arrivata!.

I due stanno trascorrendo molto tempo insieme e sembrano essere molto affiatati.

Ron, La forza di dire sì: il disco in uscita l’11 marzo, 24 duetti con grandi artisti, 2 inediti, a sostegno dell’Aisla

Pubblicato il 19 Feb 2016 alle 7:32am

Esce l’11 marzo “LA FORZA DI DIRE SÌ” (Le Foglie e il Vento in collaborazione con F&P Group/Universal Music), il nuovo album di RON, con il quale l’artista sostiene ancora una volta, dopo 10 anni dal disco “Ma quando dici amore”, AISLA, Associazione Italiana Sclerosi Laterale Amiotrofica. (altro…)

Come realizzare una Pigotta Unicef

Pubblicato il 19 Feb 2016 alle 6:54am

La Pigotta è una bambola di pezza semplicissima da realizzare che piace tanto a grandi e piccini. Il tutorial che vi proponiamo oggi è stato realizzaro da due volontarie dell’Unicef che spiegano passo passo come fare.

Semplice da seguire, a casa in famiglia, nei centri anziani, nelle scuole dove i bambini e i ragazzi possono creare le Pigotte e, insieme alle loro insegnanti, costruire intorno all’iniziativa Pigotta, interessanti approfondimenti didattici in collaborazione con l’UNICEF.

Ecco tutto ciò che vi occorre, un aiuto vi arriva anche dal sito all’inziiativa dedicato.

Con un po’ di fantasia e creatività avrete la Pigotta che più vi piace, prendendo anche spunto da alcuni esempi di bambole etniche.

Potrete realizzare una sua carta di identità che compilerete con il nome che avrete scelto, i dati anagrafici, una foto e il vostro nome.

Insieme alla carta d’identità anche una cartolina postale che, chi la adottà la vostra Pigotta userà, per comunicarvi che la tua bambola ha trovato una famiglia.

Dopo che l’avrete realizzata seguendo le semplici indicazioni portatela al Comitato UNICEF più vicino, andando sul sito www.unicef.it/comitati

Per saperne di collegatevi al link

E se poi non potete farne a meno, voi, i vostri figli e anziani, tenetela pure per voi, adotattela facendo una donazione, perché ogni donazione fatta e ogni Pigotta adottata salverà una vita.

A Padova il primo trapianto di mandibola artificiale

Pubblicato il 19 Feb 2016 alle 6:31am

E’ stato eseguito con successo a Padova il primo trapianto artificiale di mandibola nel nostro Paese. Il paziente ha circa cinquant’anni è di nazionalità italiana affetto da osteonecrosi (le cui ripetute infezioni ne compromettevano la capacità funzionale e i dolori gli causavano limitazioni di salute).

A riuscire in tale brillante impresa la Chirurgia maxillo-facciale dell’Azienda ospedaliera-Università di Padova, diretta da Giuseppe Ferronato, insieme ai ricercatori Giorgia Saia e Giordana Bettini, coordinati da Alberto Bedogni, esperto nel trattamento delle patologie ossee radio e farmaco indotte, e ad un team di ingegneri.

Inserita in sole 4 ore, la nuova mandibola artificiale in titanio di 26 grammi, contiene i fori necessari per muscoli e nervi e al loro adattamento naturalmente. La protesi artificiale è stata personalizzata e ha sostituito gran parte della mandibola originale includendo il condilo e il mento, regioni indispensabili per le funzioni del movimento mandibolare, l’articolazione della parola, la masticazione, la deglutizione e le labbra – nonché il conferimento al volto di un aspetto anche esteriore.

La tecnica innovativa in questione ha anche permesso la realizzazione di una protesi artificiale che ha riprodotto fedelmente le caratteristiche anatomiche della porzione mancante, deformata della mandibola del paziente.

Per realizzare la protesi gli esperti hanno elaborato al computer delle immagini dello scheletro facciale del paziente grazie alla tomografia computerizzata.

Immagini che hanno prodotto un modello virtuale 3D della mandibola, capace di simulare da remoto in tempo reale l’intervento chirurgico.

Specchiato il lato sano sulla mandibola mancante (mirroring) è stata ricostruita la mandibola a computer: la cui forma finale ha ricalcato quella mandibolare del paziente. Un raggio laser ha fuso per strati la polvere di titanio formando così la nuova mandibola.

Numerosi i vantaggi immediati per il paziente. Dalla sensibile riduzione del rischio di complicanze, alla riduzione della possibilità di rigetto; dal recupero della migliore forma del volto in un solo intervento alla respirazione autonoma post-operatoria. Dalla riduzione della necessità di accesso tracheostomico alla rapida ripresa dell’alimentazione già dalla prima giornata dopo l’intervento e al rapido recupero della qualità della vita in generale.