marzo 3rd, 2016

Ron, da stanotte in contemporanea radio “Una città per cantare” brano corale cantato da tutti gli artisti che partecipano al disco “La Forza di dire sì” a sostegno dell’Aisla

Pubblicato il 03 Mar 2016 alle 4:45pm

Venerdì 11 marzo sarà disponibile in tutti i negozi di musica e in formato digitale “LA FORZA DI DIRE SÌ” (Le Foglie e il Vento in collaborazione con F&P Group/Universal Music), il nuovo album di RON, con il quale il cantatore sosterrà, ancora una volta, dopo 10 anni dal disco “Ma quando dici amore”, l’AISLA (Associazione Italiana Sclerosi Laterale Amiotrofica). (altro…)

RAI1: L’Arena, Claudio Baglioni e Gianni Morandi ospiti di Giletti domenica 6 marzo ore 14.00

Pubblicato il 03 Mar 2016 alle 1:37pm

Claudio Baglioni, Gianni Morandi: i Capitani Coraggiosi saranno ospiti la prossima domenica de L’Arena di Massimo Giletti su Rai1 marzo alle ore 14.00. (altro…)

Omicidio Loris Stival, oggi interrogatorio per il nonno accusato dalla madre Veronica Panarello

Pubblicato il 03 Mar 2016 alle 11:04am

Sarà interrogato questa mattina dalla Procura di Ragusa, Andrea Stival, il nonno del piccolo Loris, il bambino di 8 anni ucciso per strangolamento il 29 novembre 2014 nella sua abitazione di Santa Croce Camerina.

L’uomo è indagato per concorso in omicidio e occultamento di cadavere dopo le dichiarazioni fatte dalla madre di Loris, nonché nuora di Stival, Veronica Panarello, detenuta nel carcere di Catania per l’assassinio del figlio, che lo ha accusato di aver ucciso il piccolo per timore che svelasse la loro relazione segreta.

L’iscrizione nel registro degli indagati è per la Procura un atto dovuto dopo la nuova ricostruzione della donna. All’uomo è stato notificato un avviso a comparire firmato dal procuratore Carmelo Petralia e dal sostituto Marco Rota.

Andrea Stival, assistito dall’avvocato Francesco Biazzo, da subito ha negato sia la relazione sia l’omicidio del nipote. Sarà sentita a sommarie informazioni, come persona informata dei fatti, anche la compagna dell’uomo, Andreina.

Roma, albero cade su auto ad Ardea: muoiono 2 persone, una ferita in modo grave

Pubblicato il 03 Mar 2016 alle 10:15am

Due persone hanno perso la vita perché schiacciate da un albero che è caduto e ha investito l’auto su cui viaggiavano. (altro…)

Napoli, al via la prima delle 5 date campane di Capitani Coraggiosi – Il Tour. Pubblico in delirio per Baglioni e Morandi

Pubblicato il 03 Mar 2016 alle 8:14am

Ieri sera, 2 marzo 2016, al Palapartenope di Napoli è andato in scena il primo dei 5 appuntamenti live che Claudio Baglioni e Gianni Morandi terranno in Campania in questo mese di marzo per il loro Capitani Coraggiosi – Il Tour. (altro…)

Rughe, scoperto l’enzima che ferma l’invecchiamento della pelle

Pubblicato il 03 Mar 2016 alle 7:54am

Il segreto della giovinezza sarebbe nascosto in un particolare enzima. Scoperto nei mitocondri, le centraline che forniscono energia alle cellule che con l’avanzare del tempo tendono a ridursi sensibilmente. (altro…)

“Egitto Pompei”, la grande mostra che unirà Torino, Pompei e Napoli

Pubblicato il 03 Mar 2016 alle 7:23am

A partire da questo mese, secondo quanto riportato dal Mibact, avrà inizio un importante progetto che avrà come fine quello di raccontare influssi e innesti spirituali, sociali, politici, artistici nati o transitati attarverso l’Egitto, attraverso una prestigiosa mostra che avrà come sede tre bellissime città: Torino, Pompei e Napoli.

La grande mostra “Egitto Pompei“, nasce infatti dalla collaborazione tra il Museo Egizio, la Soprintendenza di Pompei e il Museo Archeologico Nazionale di Napoli.

Il museo torinese, l’area archeologica pompeiana e il museo napoletano, infatti, inaugureranno l’articolato dialogo tra reperti egiziani di epoca faraonica e le opere di età ellenistico repubblicana e imperiale che ne hanno accolto e riletto l’iconografia.

Il primo appuntamento è il 5 marzo 2016 al Museo Egizio con l’apertura per la prima volta al pubblico di uno spazio di circa 600 mq che, a partire da questo appuntamento, verrà riservato anche a mostre temporanee.

Qui saranno allestiti oltre 330 pezzi, di cui 172 prestati dalla Soprintendenza Pompei e dal Museo Archeologico Nazionale di Napoli, e altri provenienti da musei italiani e stranieri: pitture, vasellame, sculture che andranno a ricostruire la storia tra arte faraonica e arte greco-romana.

Un percorso espositivo lungo nove sezioni che partirà dalla ricezione dell’Egitto nel mondo greco, passando per la grecizzazione degli dei egiziani sotto i Tolomei, e la diffusione dei culti egizi nel Mediterraneo e in particolare in Italia.

A Pompei, nella Palestra Grande, ci sarà uno scenografico allestimento di Francesco Venezia che riunirà dal 16 aprile sette monumentali statue con testa di leone della dea Sekhmet e la statua seduta del faraone Tutmosi III che per la prima volta usciranno dalle sale della collezione permanente del Museo Egizio.

All’ interno degli scavi un percorso egizio a partire dal Tempio di Iside, interessato da un intervento multimediale, le numerosissime domus che riporteranno motivi decorativi egizi, come quella di Loreio Tiburtino.

Poi a partire dal 28 giugno avrà inizio il terzo capitolo dell’esposizione presso il Museo Archeologico Nazionale di Napoli, dove si terrà l’inaugurazione di una nuova sezione espositiva con un percorso di visita delle collezioni permanenti che servirà a focalizzare l’attenzione sull’insieme di culti che, nati o arrivati dall’oriente attraverso l’Egitto, hanno trovato in Campania un terreno fertile di ricezione e diffusione nel resto d’Italia.

Dall’8 ottobre infine, l’intero progetto si concluderà con la riapertura della collezione egiziana del museo di Napoli. Saranno esposti oltre 1200 oggetti che fanno di quella del Museo Archeologico Nazionale di Napoli una delle più importanti Collezioni Egizie d’Italia, il cui nucleo principale si è formato prima della spedizione napoleonica.

Per il ministro Beatrice Lorenzin la maternità surrogata è un abominio

Pubblicato il 03 Mar 2016 alle 6:17am

Il ministro della Salute, Beatrice Lorenzin, rispondendo al question time alla Camera ha detto: Ribadisco la mia più ferma condanna verso la pratica della maternità surrogata, che non ho esitato a definire un vero e proprio abominio, pratica che è proibita dalla legge in Italia ed è attualmente illegittima”.

In riferimento all’interrogazione presentata da Gian Luigi Gigli, deputato di Democrazia solidale-Centro democratico il quale ha chiesto che venga considerato un reato il ‘turismo riproduttivo’ anche se effettuato all’estero.

La Lorenzin ha anche sottolineato che “le forme ed i modi più opportuni per raggiungere tale obiettivo saranno considerati in sede parlamentare. Credo dunque – ha proseguito – che ci sarà in sede parlamentare l’opportunità di poter trovare un largo consenso su questo tema”.