Napoli, al via la prima delle 5 date campane di Capitani Coraggiosi – Il Tour. Pubblico in delirio per Baglioni e Morandi

a cura di Giovanna Manna
data pubblicazione 03 Mar 2016 alle ore 8:14am
©_ANGELO_TRANI

©_ANGELO_TRANI

Ieri sera, 2 marzo 2016, al Palapartenope di Napoli è andato in scena il primo dei 5 appuntamenti live che Claudio Baglioni e Gianni Morandi terranno in Campania in questo mese di marzo per il loro Capitani Coraggiosi – Il Tour.

Il 22esimo concerto, dopo i dodici della passata stagione, andati in scena tra settembre e ottobre, al Centrale del Foro Italico di Roma, e le due serate speciali approdate in diretta tv su Rai1, la data zero di Iesolo (17 febbraio), e quelle di Padova (19-20 febbraio), Milano (23-24-25 febbraio) e Firenze (27-28-29 febbraio).

Un incredibile successo di pubblico e di ascolti. Sold out in oltre 22 città italiane, Napoli inclusa.

Uno spettacolo che nella versione invernale nelle arene indoor appare addirittura rivisitato. I due protagonisti si dividono il palco con grande disinvoltura e grande complicità, mettendo da parte il duello/duetto, i vistosi cambi d’abito, puntando esclusivamente sull’intesa artistica e la grande amicizia che li lega, eleganza e semplicità.

Una strepitosa forma fisica e vocale permette loro di regalare grandi emozioni e tanta buona energia. Cinquant’anni di canzoni di storia della musica leggera italiana. Due straordinarie persone e carriere stratosferiche.

Un mix vincente, in cui proporre trentotto brani riarrangiati sapientemente in chiave moderna, tanto da sembrare addirittura diversi, nuovi. Tre ore di musica dal vivo senza mai fermarsi. Un medley scansonato, un’intesa di sguardi e strette di mano.

Due grandi voci perfettamente accostate e incastonate tra di loro, anche se di tonalità diverse.

Uno spettacolo che coinvolge, che trascina fine alla fine, senza mai annoiare.

Due grandi pilastri della musica leggera accompagnati da un super gruppo di 21 polistrumentisti, coristi che aprono il concerto con il brano di Claudio Baglioni, Capitani Coraggiosi, l’unico, completamente nuovo, inciso insieme dai due protagonisti.

Una scenografia che cambia su ogni canzone tra giochi di luce e colori.

Un pubblico calorosissimo che li sostiene e accompagna con grande entusiasmo non riuscendo a stare fermo, seduto neppure un minuto regalando standing ovation dall’inizio alla fine.

Una scaletta di celebri successi: Io sono qui, Scende la pioggia, Dagli il via, una super coinvolgente Se perdo anche te, Grazie perchè, con Baglioni al pianoforte e Morandi accompagnato da quattro coriste, Con tutto l’amore che posso, E adesso la pubblicità.

Un’esilarante Banane e lampone, una raccolta di brani intramontabili come Canzoni stonate, la bellissima Sabato Pomeriggio, Se non avessi più te, Occhi di ragazza, Io me ne andrei e un medley in cui i due protagonisti si sciolgono diverse volte anche in balli sensuali.

Poi il clou. E’ la volta di Questo Piccolo grande amore, Con voi, brano che Baglioni dedica al pubblico, Vita e Un Mondo d’amore. Poster, in cui Gianni Morandi è al violoncello mentre Claudio Baglioni è al pianoforte, e ventuno coristi, di Avrai eseguita dai capitani, entrambi papà, seduti sulle scale, e della corale E tu.

Tutto è perfetto. Tutto straordinario, grazie ai due “Capitani Coraggiosi”.

Poi il resto, lo fa il pubblico, e quello di Napoli, si sa ha una marcia in più. Le soprese non finiranno.

“Napoli ama i Capitani” ha detto Baglioni alla prima esibizione e standing ovation.

E Napoli continuera’ a dimostrare anche stasera, domani, dopodomani di amarli sul serio.

E’ il momento finale di Strada facendo, C’era un ragazzo, Bella Signora, Via, Mille giorni di te e di me, Uno su mille, La vita è adesso, e dei saluti.

I Capitani Coraggiosi dopo Napoli continueranno il loro viaggio a Roma (7 marzo), Acireale (10-11-12- 14 marzo), Eboli (14 marzo), Pesaro (16 marzo), Torino (18-19 marzo), Bologna (22-23 marzo), Bari (29-30 marzo), Rimini (2-3 aprile), Genova (5 – 6 aprile) Milano (8 aprile – 4^ data), Mantova (12 – 13 aprile), Livorno (15 – 16 aprile), Torino (19 aprile terza data ), Bologna (21 aprile, terza data), e chissà, magari anche in qualche altra città e altrove.