Ron, da domani 11 marzo “La Forza di dire sì”, 24 duetti, 2 inediti e 1 brano corale con altri grandi della musica a sostegno dell’Aisla

a cura di Giovanna Manna
data pubblicazione 10 Mar 2016 alle ore 3:22pm

ron cnf stampa la forza di dire si

Esce domani, venerdì 11 marzo, “LA FORZA DI DIRE SÌ” (Le Foglie e il Vento in collaborazione con F&P Group/Universal Music), il nuovo album di RON, a fianco dell’AISLA, Associazione Italiana Sclerosi Laterale Amiotrofica, dopo 10 anni dal disco “Ma quando dici amore”.

“LA FORZA DI DIRE SÌ” è un album doppio 24 duetti con grandi artisti e colleghi al panorama musicale italiano, tra i più conosciuti, e 2 brani inediti, “Aquilone” e “Ascoltami” di Ron.

Tra i duetti di particolare rilievo quelli con Lucio Dalla sulle note di “Chissà se lo sai” e Pino Daniele in “Non abbiam bisogno di parole”, un omaggio da parte di Ron a due grandi della musica.

A sostegno dell’ iniziativa benefica Aisla, l’artista Marco Lodola, che questa mattina era con Ron alla conferenza stampa di presentazione del disco, che si è tenuta a Milano – Area Pergolesi, ha mostrato ai giornalisti presenti il cubo di Rubik, luminoso e in plexiglass, che sarà firmato da tutti gli artisti che hanno aderito a questo progetto, per poi essere messo all’asta su CharityStars a favore di AISLA e della ricerca sulla SLA.

Il link all’asta è questo www.charitystars.com/laforzadidiresi.

Marco Lodola nel suo intervento dichiara: “Grazie all’amico Ron che mi ha dato l’opportunità di partecipare a questo bellissimo progetto “La forza di dire sì” unisce magnifici artisti ma soprattutto il cuore di persone generose. I fondi per la ricerca non bastano mai, perciò spero che questo lavoro venga ascoltato ed apprezzato. Per quel che mi riguarda, sono fiero di farne parte, tanto da vantarmene al bar!”.

Il cantautore rispondendo alle varie domande annuncia anche un grande concerto con la partecipazione di questi grandi che hanno già aderito e forse di altri, per la raccolta di altri fondi a sostegno della ricerca Aisla. Di un tour e di altre iniziative collaterali.

Un progetto quello di Ron che è stato fin da subito accolto con grande entusiasmo e sostenuto anche dai network radiofonici italiani, che hanno trasmesso in contemporanea dalla mezzanotte del 3 marzo il brano corale “UNA CITTÀ PER CANTARE”, interpretato da tutti gli artisti partecipanti e da Neri Marcorè.

Il video del brano è visibile al seguente link: che in soli pochi giorni dal rilascio in rete ha già totalizzato quasi 30mila visualizzazioni.

Questa la tracklist del doppio album “LA FORZA DI DIRE SÌ”:

CD 1

“Al centro della musica” con Marco Mengoni
“Io ti cercherò” con Lorenzo Fragola
“Un momento anche per te” con Francesco Renga
“Aquilone” (brano inedito di Ron) con La Scelta
“Anima” con Malika Ayane
“Il sole e la luna” con Kekko Silvestre
“Il gigante e la bambina” con Lorenzo Jovanotti
“L’amore guarisce il dolore” con Giusy Ferreri
“Non abbiam bisogno di parole” con Pino Daniele
“Prigioniera a distanza” con Emma Marrone
“Attenti al lupo” con Elio e le Storie Tese
“Malala” con Loredana Bertè
“Nuvole” con Biagio Antonacci

CD 2

“Una città per cantare”
con tutti gli artisti partecipanti e Neri Marcorè
“Stella Mia” con Max Pezzali
“Ascoltami” (brano inedito di Ron)
“I Ragazzi Italiani” con Francesco De Gregori
“Cuore di vetro” con Luca Barbarossa
“Piazza Grande” con Arisa
“Caro amico fragile” con Nek
“Aquila” con Giuliano Sangiorgi
“Il mare nel tramonto” con Gigi D’Alessio
“Joe Temerario” con Mario Biondi
“Libertà” con Syria
“Per questa notte che cade giù” con Bianca Atzei
“Il mondo avrà una grande anima” con Niccolò Fabi
“”Chissà se lo sai” con Lucio Dalla

AISLA (www.aisla.it) è impegnata da oltre 30 anni nella tutela, nell’assistenza e nella cura dei malati di SLA, sostenendo anche lo sviluppo della ricerca scientifica su questa malattia neurodegenerativa. AISLA, infatti, ha co-fondato e sostiene AriSLA, Fondazione Italiana di ricerca per la SLA, che promuove, finanzia e coordina la ricerca scientifica d’eccellenza sulla SLA.

Massimo Mauro, presidente dell’associazione, commenta: «Ron è da anni impegnato nella nostra associazione ed è considerato da tutti noi la voce dei malati di SLA. Grazie al suo impegno possiamo tenere alta l’attenzione sui bisogni delle persone con SLA, oltre 6000 in tutta Italia, e sulla necessità di finanziare la ricerca per questa malattia, per avere così quanto prima una prospettiva di cura».

«Grazie di cuore al mio amico fraterno Ron che nella sua quotidianità testimonia la vicinanza a tutte noi persone con SLA – commenta Mario Melazzini, malato di SLA e past President di Fondazione AriSLA che ha sostenuto fortemente la realizzazione di questa iniziativa – Dopo 10 anni dal primo disco, è riuscito a realizzare un altro importante progetto che dimostra come con il cuore e solo facendo gioco di squadra possiamo mantenere viva la speranza di un futuro senza SLA!”.