nuove pensioni
Nel primo trimestre del 2016 l’Inps ha liquidato come nuove pensioni 95.381, facendo registrare un risparmio del 34,5% in meno rispetto all’anno precedente (145.618).

A renderlo noto l’Osservatorio Inps in un comunicato che parla del monitoraggio sui flussi di pensionamento nel quale si ricorda come nell’anno siano scattati sia l’aumento dell’aspettativa di vita (quattro mesi per uomini e donne ) sia i nuovi requisiti per le donne per andare in pensione (da 63,9 anni del 2015 a 65,7 del 2016).

Crollano pertanto anche gli assegni sociali (per gli anziani privi di reddito o con redditi molto bassi), passati dai 13.033 del 2015 agli attuali 7.501 dell’anno corrente.

Le pensioni liquidate dal fondo lavoratori dipendenti nel primo trimestre 2016 sono state 55.938, 31,6% in meno rispetto alle pensioni liquidate nel 2015 per 81.861 nel primo trimestre.

Gli assegni liquidati ai coltivatori diretti sono stati 6.636 (9.631 stesso periodo del 2015) mentre quelli liquidati agli artigiani 11.145 (18.670 nel 2015).

Le nuove pensioni erogate ai commercianti rispetto a quelle di un anno fa 14.245, sono state 8.226. Per i parasubordinati si parla invece di 5.935 (8.178 nel primo trimestre 2015).

Si registra così anche un crollo per i nuovi assegni sociali liquidati, che passano da 13.033 a 7.501 a causa, dell’aumento di quattro mesi dell’età minima, cresciuta a inizio 2016 da 65 anni e tre mesi a 65 anni e sette mesi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.