aprile 30th, 2016

Facebook cambia algoritmo: ecco cosa cambierà

Pubblicato il 30 Apr 2016 alle 9:59am

Nel tentativo di migliorare ulteriormente il proprio servizio, Facebook ha aggiornato l’algoritmo usato nel News Feed per mostrare agli utenti i contenuti che vengono condivisi sulla base dei loro interessi.

Il social network ha annunciato in un post sul blog aziendale che l’algoritmo ora tiene conto anche della quantità di tempo che gli utenti spendono nel leggere post o guardare contenuti a cui accedono dal news feed personale.

Lavora, inoltre, per migliorare News Feed, aggiornamenti per contribuire a fare in modo che gli utenti possano vedere le storie più rilevanti in alto, chiedendo alle persone di votare la loro esperienza di tutti i giorni e di dire come si potrebbe migliorare ciò che vedono quando entrano in Facebook. Un programma che viene chiamato Feed Quality Program.

Facebook ha inoltre aggiornato in precedenza l’algoritmo di News Feed per prendere in considerazione il tempo trascorso da quando qualcuno fa clic su un post che rimanda ad un articolo e poi lo chiude tornano indietro nel feed delle news, a dimostrazione che quell’articolo non lo ha letto perchè non era quello che si aspettava dalla descrizione o dal titolo.

Caivano, arrestato orco e complice della morte della piccola Fortuna: abusata e uccisa dal vicino di casa

Pubblicato il 30 Apr 2016 alle 8:14am

Ci sono voluti due anni per spezzare il muro di omertà e copertura e arrivare a mandare in carcere Raimondo Caputo, 44 anni, compagno della madre di una delle amichette di “Chicca”, violentatore abituale di minori, comprese le figlie avute da questa donna e quella che la sua compagna aveva già. Tutte in tenera età. Titò, questo il soprannome dell’uomo, era già indicato dagli abitanti del rione poche settimane dopo la morte di Fortuna come colpevole dell’omicidio. (altro…)

Niccolò Fabi, ‘Una somma di piccole cose’ entra direttamente al 1° posto degli album più venduti della settimana

Pubblicato il 30 Apr 2016 alle 7:46am

L’album ‘Una somma di piccole cose’ è il più venduto della settimana e Niccolò Fabi festeggia sul suo profilo Facebook con queste parole: «È successo. Un disco di mie canzoni è il disco più acquistato in Italia questa settimana. Per la prima volta in venti anni di onorata carriera. Tralascio le considerazioni che sappiamo tutti e che cioè in un periodo in cui di dischi se ne vendono così pochi, la notizia non sia così poi fragorosa – ha aggiunto il cantautore -. Lo so ma per me invece è commovente. Questo disco poi. Fatto da un uomo in solitudine in un s’Una somma di piccole cose’ è il disco più venduto della settimana, un grande risultato per il cantante che ha voluto ringraziare i fan su Facebookalotto di una casa di campagna, davanti ad una finestra, con un computer, una scheda audio Apollo, due microfoni uno Shure SM7 e un Neumann KM 184, e quattro strumenti. Libero e lontano dal concetto di classifica come mai. Credo sia proprio una buona notizia. Montandomi un pò la testa potrei dire non solo per me, ma per la musica italiana». «Ora – ha concluso Fabi – prima di tornare a fare il ragazzetto modesto mi butto su fragole e champagne!».

Inoltre, dopo una sola settimana dall’uscita del disco, sono già sold out le date del tour previste il 22 maggio a Roma (Auditorium Parco della Musica, Sala Santa Cecilia), il 23 maggio a Milano (Auditorium di Milano) e il 26 maggio a Bologna (Auditorium Manzoni).

Disponibile in tutti in negozi di dischi, in digital download e in tutte le piattaforme streaming, “Una somma di piccole cose” (Universal Music) è stato realizzato da Niccolò Fabi in totale autonomia, il cantautore ha infatti creato e registrato tutto il disco in una casa di campagna, sulla scia dei suoi ascolti musicali quotidiani, in particolare del cantautorato folk statunitense. L’album, che si compone di 9 canzoni, è il risultato di un’analisi molto lucida, a tratti spietata, di alcune dinamiche emotive, personali e collettive. Questa la tracklist del disco: “Una somma di piccole cose”, “Ha perso la città”, “Facciamo finta”, “Filosofia Agricola”, “Non vale più”, “Una mano sugli occhi”, “Le cose non si mettono bene”, “Le chiavi di casa” e “Vince chi molla”.

Continua, inoltre, l’appuntamento nelle Feltrinelli delle principali città italiane. Queste le date ancora in programma: lunedì 2 maggio a BARI (Via Melo, 119), martedì 3 maggio a NAPOLI (Piazza dei Martiri), mercoledì 4 maggio a CATANIA (Via Etnea) e venerdì 6 maggio a CAGLIARI (Via Paoli).

Oltre ad essere sul palco del Concerto del Primo Maggio di Taranto, Niccolò Fabi nei mesi di maggio e luglio sarà anche in tour accompagnato sul palco da Alberto Bianco, Damir Nefat, Filippo Cornaglia e Matteo Giai. Da sempre attento al panorama musicale, il cantautore romano ha deciso di coinvolgere come opening del suo tour teatrale a maggio, due diversi artisti; lo scozzese Fraser Anderson, per le date di Napoli, Roma e Milano e il giovane musicista romano Wrongonyou, per le date di Assisi, Bologna, Torino e Verona.

A seguire tutte le date del tour, prodotto e organizzato da Barley Arts e Ovest, ad oggi confermate: il 18 maggio ad ASSISI (Teatro Lyrick), il 21 maggio a NAPOLI (Teatro Augusteo), il 22 maggio a ROMA (Auditorium Parco della Musica, Sala Santa Cecilia), il 23 maggio e 24 maggio a MILANO (Auditorium di Milano), il 26 maggio a BOLOGNA (Auditorium Manzoni), il 27 maggio a TORINO (Teatro Colosseo), il 30 maggio a VERONA (Teatro Romano), Il 17 luglio a PADOVA (Parco della Musica), il 18 luglio a BAROLO – CN (Collisioni Festival) il 20 luglio a ROVERETO (Campana dei Caduti), il 21 luglio a FIESOLE (Teatro Romano), il 23 luglio a LECCE (Anfiteatro Romano), il 25 luglio a PALERMO (Teatro di Verdura), il 29 luglio a PESCARA (Arena Teatro D’Annunzio) e l’1 agosto a FOLLONICA – GR (Teatro Le Ferriere). I biglietti per le date di Assisi, Napoli, Roma, Milano, Bologna, Torino, Verona, Padova, Barolo, Rovereto, Fiesole, Palermo, Pescara e Follonica sono disponibili in prevendita sul circuito Ticketone (www.ticketone.it), sono invece disponibili su Bookingshow i biglietti per le date di Lecce e Bologna (http://www.bookingshow.it).

Festa della Mamma, come preparare una buonissima Torta di ciliegie

Pubblicato il 30 Apr 2016 alle 7:15am

In questo periodo dell’anno potrete assaporare una buonissima torta di ciliegie. Un dolce ideale non solo per la Festa della Mamma, ma anche per una colazione ricca e sostanziosa, una merenda deliziosa e un dessert straordinario da assaporare dopo un pranzo all’aperto o una cena primaverile.

Gli ingredienti e le indicazioni per realizzarla.

Ingredienti per 8 persone – 400 g di ciliegie – 300 g di farina 00 – 50 g di Burro Santa Lucia Galbani – 3 uova – 200 g di zucchero – una fiala di estratto di vaniglia – 1 bustina di lievito in polvere per dolci – zucchero a velo per decorare

Preparazione

1. Preriscaldate il forno a 180°. 2. Ammorbidite a bagnomaria il Burro Santa Lucia. 3. Lavate, snocciolate e tagliate a pezzi grossi le ciliegie. 4. In una ciotola montate le uova con zucchero e vaniglia fino ad ottenere un composto chiaro e spumoso. 5. Unite la farina setacciata ed il lievito. 6. Mescolate e aggiungete il Burro Santa Lucia ammorbidito. 7. Amalgamate bene. 8. Incorporate le ciliegie e mescolate nuovamente. 9. In una teglia da forno imburrata e infarinata, versatevi all’interno l’impasto della torta di ciliegie aggiungendo altre ciliegie in superficie. 10. Infornate la torta per 30 minuti e quando sarà pronta, sfornatela e lasciatela raffreddare prima di cospargerla di zucchero a velo.

Prova costume, pancia piatta con gli esercizi casalinghi per gli addominali

Pubblicato il 30 Apr 2016 alle 6:00am

Gli addominali sono gli unici esercizi che possono realmente aiutarvi a mantenervi in forma e ad avere una pancia piatta sempre soda e snella! Il segreto? Farli bene e aumentare le serie in modo graduale senza esagerare durante le prime sessioni.

Ecco l’allenamento che dovrete seguire, facile e da fare anche a casa. In poche settimane vedrete che risultati! Non dovrete temere la prova costume.

Poi un’alimentazione equilibrata e delle salutari tisane anti-gonfiore possono fare ancora di più.

1. Addominali frontali Sono gli addominali più facili ed efficaci. Sdraiati a terra flettete le gambe appoggiando i piedi a terra in modo che si formi un angolo di circa 45°. Appoggiate la schiena a terra. Con mani dietro la nuca, sollevate il busto di circa 15-20 centimetri da terra. Ripetete l’esercizio 10 volte consecutive: dopo una settimana aumentate di una serie fino ad arrivare a 5 serie.

2. Addominali a bicicletta Sdraiati a terra, mani dietro la nuca, alzate il busto di circa 10 centimetri da terra e con il gomito del braccio sinistra andate verso il ginocchio della gamba destra che avrete alzato formando un angolo di circa 90 ° con le ginocchia. Questo esercizio vi permetterà di rafforzare gli addominali obliqui e bassi. Alternate un l’esercizio facendo tra una gamba e un’altra, che avranno quindi il movimento simile a quello che si fa per pedalare con la bicicletta. Ripetete l’esercizio 20 volte per completare una serie. Come per l’esercizio precedente aumentate il numero di serie per avere risultati ottimali e per intensificare l’esercizio aumentate la velocità.

3. Gli addominali isometrici permettono di allenare il muscolo senza fare movimenti. Sdraiati a terra, gambe leggermente divaricate, alzate il busto poggiando i gomiti a terra. Facendo leva sulle punte dei piedi sollevate il corpo: il sedere dovrà essere parallelo alle spalle e dovrete mantenere alta la testa.

Mantenete la posizione senza far scendere il bacino o incurvare la schiena: continuate a respirare. Mantenete la posizione per almeno 10 secondi e incrementare ogni settimana di altri 5 secondi.

Nuova frontiera della fecondazione: ovociti e spermatozooi ricavati dalla pelle

Pubblicato il 30 Apr 2016 alle 5:41am

Dopo cinque anni di ricerca i ricercatori sono riusciti a trovare il modo di ottenere cellule con marcatori compatibili con le cellule germinali, grazie ai fibroblasti (cellule della pelle appunto) e attraverso la “riprogrammazione cellulare”, tecnica con la quale Shinya Yamanaka ha ottenuto il premio Nobel per la Medicina nel 2012. (altro…)