pena di morte
La Pfizer ha annunciato che non permetterà mai più che i suoi farmaci vengano utilizzati per inizioni letali ai condannati a morte. A darne notizia è il New York Times, sottolineando anche che la sua decisione è allineata a quelle di altre grandi 20 multinazionali americane ed europee del settore che dicono no alla pena di morte.

Negli ultimi cinque anni le aziende farmaceutiche hanno sempre piu’ spesso cercato di evitare di essere associati al boia, e così è diventato più difficile per gli Stati americani in cui la pena di morte è ancora prevista portare a termine quanto deciso dal giudice, o, almeno, portarlo a termine nei tempi e modi richiesti.

Alcuni governi hanno perfino cercato di acquistare illegalmente i farmaci all’estero, per poi vederli sequestrati dagli agenti federali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.