giugno 3rd, 2016

Ictus, i danni potranno essere risolti con staminali iniettati nel cervello

Pubblicato il 03 Giu 2016 alle 4:18pm

D’ora in poi i danni permanenti dell’ictus saranno solo un triste ricordo.

Grazie ad una iniezione di cellule staminali del midollo osseo mediante un forellino praticato sulla testa, potranno essere risolti.

A renderlo noto una sperimentazione pubblicata sulla rivista scientifica Stroke, condotta presso la Stanford University School of Medicine in California su 18 pazienti che avevano sofferto di un ictus circa un anno prima riportandone danni permanenti, soprattutto alla funzione motoria.

Ebbene questi pazienti dopo circa un mese dal trattamento hanno mostrato evidenti miglioramenti della funzione motoria, spiega Gary Steinberg che ha condotto il trial, ad esempio “pazienti che erano sulla sedia a rotelle ora possono camminare”.

Una fase questa che risulta essere ancora sperimentale priva di effetti avversi, in quanto la terapia a base di staminali dovrà ancora essere testata su un maggior numero di pazienti per confermarne l’efficacia.

Prince morto per una overdose da oppiacei

Pubblicato il 03 Giu 2016 alle 10:23am

Prince secondo l’autopsia è morto per una overdose di oppiacei. Lo rivela un funzionario vicino alle indagini sul decesso del cantante, trovato senza vita nella sua abitazione di Minneapolis il 21 Aprile 2016. (altro…)

Imu e Tasi 2016, scadenza 16 giugno, chi deve pagarle

Pubblicato il 03 Giu 2016 alle 9:17am

Entro il 16 giugno gli italiani sono chiamati a versare all’Erario le prime rate di Tasi e Imu 2016, che in totale valgono circa nove miliardi di euro.

Previsti, però, esenzioni e sconti. Per la prima volta, infatti, dopo anni, le abitazioni principali saranno esentate non solo dall’imposta municipale unica, ma anche dalla tassa sui servizi indivisibili erogati dai Comuni se non sono di lusso. Restano, pertanto escluse le categorie (Cat, A1, A8 e A9).

Una novità che dovrebbe garantire un risparmio medio di circa 200 euro a famiglia.

Ecco allora uno schema che riassume in pratica quali in casi bisogna pagare:

– Confermate le esenzioni anche sulle pertinenze dell’abitazione principale, ma solo su una pertinenza per ogni tipo (box, cantine, solai…).

– Previsto uno sconto del 50% sulla base imponibile se il contratto di comodato è registrato e ha come soggetti parenti in linea retta di primo grado (genitori o figli) che utilizzano l’immobile come abitazione principale. Inoltre, il comodante non deve essere proprietario di altri immobili abitativi in Italia e deve risiedere anagraficamente nello stesso Comune in cui è situato l’immobile dato in comodato. In alternativa al punto precedente, oltre all’immobile concesso in comodato può possedere nello stesso Comune un’altra abitazione non di lusso adibita a propria abitazione.

– Per le abitazioni affittate a canone concordato è prevista una riduzione del 25% della base imponibile per Imu e Tasi.

LE ALIQUOTE

Non ci saranno ritocchi a quelle del 2015. Le modifiche sono possibili, ma solo al ribasso. Le aliquote definitive possono essere decise dai Comuni entro il 16 ottobre, pertanto, i contribuenti beneficeranno di eventuali cambiamenti sul pagamento della seconda rata a saldo (16 dicembre).

Papa Francesco ai sacerdoti: “Non bastonate chi viene a confessarsi”

Pubblicato il 03 Giu 2016 alle 9:01am

Papa Francesco, nel corso della seconda meditazione proposta ieri – in Santa Maria Maggiore – ai preti e seminaristi arrivati a Roma per il Giubileo dei sacerdoti, ha accostato le moderne tecniche di trattamento delle immagini alla Vergine di Guadalupe, l’icona acherotipa che si impressse sul mantello dell’indio Jaun Diego, il più piccolo ed umile. (altro…)

Emma Marrone sotto attacco sui social per il suo look trasandato, ma lei si difende così

Pubblicato il 03 Giu 2016 alle 8:40am

Emma Marrone è apparsa sui social in un selfie con un gruppo di ex allievi di “Amici 2016”, senza trucco, con bolle sul viso e capelli in disordine.

Da qui, subito per lei, una serie di critiche da parte di alcuni fan. Ma lei che non ha problemi a difendersi e non le manda certamente a dire ha prontamente spiegato che le strane bolle sul viso sono da attribuire ad una cura ormonale a cui si sta sottoponendo a causa dei suoi problemi di salute. Ricordiamo che Emma è stata operata per ben due volte per un cancro alle ovaie.

Inoltre, la canatnte pugliese riferendosi ai capelli in disordine ha spiegato che non è riuscita a sistemarli per mancanza di tempo, in seguito a numerosi impegni di lavoro che la stanno portando sempre più in giro per l’Italia.

Infine, rispondendo a chi l’ha accusata di non curare abbastanza il suo look, Emma ha risposto dicendo di non dover dare giustificazioni a degli ignoranti, e apostrofando queste persone che l’hanno criticata come piccole, viscide e cattive. Concludendo Emma ha augurato a questi follower, di fare almeno un decimo di quello che ha fatto lei, e di avere il coraggio di mostrare al mondo quello che sono, dicendosi certa che non lo faranno mai perché sono il “niente”.

Milano, continuano le indagini sulla misteriosa morte di Carlotta Banusiglio, non sembrerebbe un suicidio

Pubblicato il 03 Giu 2016 alle 7:23am

Continuano le indagini sulla misteriosa morte di Carlotta Banusiglio, stilista 37enne trovata impiccata ad un albero in piazza Napoli a Milano, all’alba di martedì scorso, 31 maggio. Quello che in un primo momento era sembrato trattarsi di un suicidio, in realtà potrebbe nascondere ben altro.

La è stata trovata appesa con una sciarpa ma con i piedi che toccavano terra. Quindi, secondo gli inquirenti c’è qualcosa che non torna.

Ad accorgersi del cadavere, un passante. Carlotta Banusiglio era una donna bellissima, e dalle prime indiscrezioni è emerso che si era appena buttata alle spalle una storia sentimentale complicata. Di recente la 37enne si era più volte recata al pronto soccorso per lesioni gravi seguite a dei presunti violenti litigi con il fidanzato. Avrebbe anche sporto una denuncia lo scorso febbraio. Al momento non risulta alcun indagato.

Allarme pediatri: la dieta vegana e carenza di vitamina B12 nei bambini. Gravi conseguenze su crescita

Pubblicato il 03 Giu 2016 alle 6:31am

Sono in costante crescita i casi di bambini di pochi mesi portati in ospedale per carenza di vitamina B12. A lanciare l’allarme i pediatri italiani. Secondo gli esperti, il perché sarebbe da ricondurre alle madri che durante la gravidanza, l’allattamento seguono una dieta vegana.

Queste donne infatti, non riuscirebbero ad introdurre nel latte materno tutti i nutrienti necessari per una sana crescita dei bambini.

Questo perché la mancanza di B12 (presente in carne, pesce, latte e uova) comprometterebbe la formazione dei neuroni, causando disturbi psicomotori e aumententerebbe il rischio di anemia.

Nel mirino anche il sistema nervoso e le allergie.

Il direttore di pediatria dell’ospedale fiorentino, il Mayer Massimo Resti, spiega che “spesso i genitori sono in buona fede e correggono la dieta, ma può capitare di dover segnalare dei casi al giudice, il quale può arrivare a chiedere a un assistente sociale di essere presente ai pasti”.