Il cervello si cura a tavola: dal cioccolato fondente al caffè, i 7 cibi che aiutano la memoria

a cura di Giovanna Manna
data pubblicazione 05 Giu 2016 alle ore 11:32am


Uova, germe di grano, arachidi, merluzzo, semi di girasole, caffè e cioccolato fondente sono alcuni dei cibi che aiutano a mantenere in salute il nostro cervello e la nostra memoria. A spiegarlo è la dottoressa Elisabetta Menna, ricercatrice di Humanitas e dell’Istituto di Neuroscienze del Cnr.

Il “segreto”? L’azione benefica della vitamina B e della colina, molecola in grado di mantenere integra la struttura cellulare e le funzionalità del cervello.

Cioccolato fondente – ad esempio, perché ricco di flavonoidi rappresenta un valido alleato per la perdita di memoria.

Caffè – In grado di migliorare l’acutezza mentale grazie alla caffeina che, oltre a essere una fonte ricca di antiossidanti aiuta a mantenere il cervello in salute e a prevenire la depressione nelle donne.

Broccoli – Ricchi di vitamina C e acido folico, influiscono positivamente sulla memoria, la concentrazione e l’attenzione.

Uova – Il tuorlo ricco di colina, coenzima “amico” del sistema nervoso. Un’assunzione adeguata di questo micronutriente è stata calcolata dalla National Academy of Sciences americana in 550 milligrammi giornalieri.

Merluzzo – Ricco di iodio, acidi grassi omega 3 e fosforo, elementi fondamentali per la salute del cervello. E ancora, la forte concentrazione di vitamina E favorisce inoltre il funzionamento ormonale e il ricambio delle cellule cerebrali.

Germe di grano – Ricche di vitamina B6 e di folati, molto importanti per il nostro cervello, e di tiamina, sostanza in grado di migliorare le prestazioni cognitive.

Arachidi – Salutari per il cervello perché ricchi di acidi grassi omega3 e omega6, vitamina E e B6 e molto efficaci nel mantenimento della funzionalità del sistema nervoso.