Nasce a Roma la prima boutique solidale che dà lavoro a rifugiati e senza dimora

a cura di Giovanna Manna
data pubblicazione 16 Giu 2016 alle ore 6:40am

emporio savoia
Nasce a Roma, ‘Emporio Savoia’, la prima boutique solidale realizzata nell’ambito di ‘Abito qui’, progetto “di mani e di cuore” realizzato dalla Caritas e dall’Ipab Asilo Savoia per il reinserimento sociale e lavorativo delle persone svantaggiate.

Al taglio di nastro ieri mattina in via Monza 4 nei locali di un’attivita’ commerciale dismessa da alcuni anni, erano presenti monsignor Enrico Feroci, direttore della Caritas diocesana di Roma, Nicola Zingaretti, presidente della Regione Lazio, Massimiliano Monnanni, presidente dell’Ipab Asilo Savoia, e Rita Visini, assessore regionale alle Politiche sociali.

L’intento è quello di adattare abiti ricevuti in donazione. Uomini e donne – senza dimora, rifugiati e protetti internazionali – per la prima volta in assoluto avranno l’opportunita’ di misurare le proprie capacità e abilita’ professionali, acquisite nel corso di un’attivita’ svolta all’interno di un laboratorio di sartoria, nell’ambito di progetto solidale condiviso di cui sono parte attiva -integrante.

Inoltre, dare la possibilità con i proventi raccolti di potenziare il laboratorio incrementando il numero dei partecipanti e aumentare i corsi di formazione. E ricevere un rimborso spese per l’opera svolta con qualche opportunità in più per i piu’ meritevoli di accedere a stage e tirocini professionali presso aziende del settore.