luglio 3rd, 2016

Al via i saldi estivi 2016, il calendario completo regione per regione e consigli per gli acquisti

Pubblicato il 03 Lug 2016 alle 12:00pm

I saldi estivi 2016 sono il momento perfetto per fare acquisti e rinnovare il proprio guardaroba estivo, e perché, no, puntare anche su qualche capo che potremo utilizzare nella stagione autunnale.

Ma attenzione, la corsa all’acquisto può nascondere anche delle insidie: truffe, finti saldi, prezzi gonfiati e vecchi scarti di magazzino venduti come nuovi.

Ecco allora le 10 regole da seguire secondo il Codacons:

1 Conservare sempre lo scontrino, perché non è vero che i capi in svendita non si possono cambiare. Il negoziante è obbligato a sostituire l’articolo che non va, o difettoso anche se dichiara che i capi in saldo non si possono cambiare. Se il cambio non è possibile, ad es. perché il prodotto è finito, si ha diritto alla restituzione dei soldi (non ad un buono). Due mesi di tempo, per denunciare il difetto. 2 Le vendite devono essere realmente di fine stagione: la merce posta in vendita sotto la voce “Saldo” deve essere l’avanzo di quella della stagione corrente, che sta per finire e non dell’anno precedente. Stare alla larga da quei negozi che avevano gli scaffali semivuoti prima dei saldi e che poi si sono riempiti magicamente. 3 Girare nei giorni nei negozi nei giorni che precedono i saldi e a cercare quello che ci interessa, segnandoci il prezzo può essere di aiuto dopo, per verificare l’effettività dello sconto praticato, evitando così utili code. Verifare sempre che lo stesso prodotto sia venduto anche altrove allo stesso prezzo. 4 Cercare di avere le idee chiare sulle spese da fare prima di entrare in negozio. Controllare sempre l’etichetta, la provenienza, perché pagare un prezzo alto non sempre è indice di qualità. Diffidare dunque dai marchi molto simili a quelli noti. 5. Diffidare degli sconti superiori al 50%, perchè spesso nascondono merce non del tutto nuova, o prezzi vecchi falsi (si gonfia il prezzo vecchio così da aumentare la percentuale di sconto ed invogliare maggiormente all’acquisto). 6 Servirsi preferibilmente nei negozi di fiducia o acquistare merce della quale si conosce già il prezzo o la qualità in modo da poter valutare liberamente e autonomamente la convenienza dell’acquisto. 7 Non acquistare nei negozi che non espongono il cartellino che indica il vecchio prezzo, quello nuovo ed il valore percentuale dello sconto applicato. Il prezzo deve essere inoltre esposto in modo chiaro e ben leggibile. Controllare che fra la merce in saldo non ce ne sia altra nuova a prezzo pieno. La merce in saldo deve essere separata in modo chiaro dalla “nuova”. Diffidare da vetrine coperte da manifesti che non consentono di vedere la merce. 8 Provare i capi, non c’è l’obbligo. È rimesso alla discrezionalità del negoziante. Il consiglio è di diffidare dei capi di abbigliamento che possono essere solo guardati. 9 Nei negozi che espongono in vetrina l’adesivo della carta di credito o del bancomat, il commerciante è tenuto ad accettare queste forme di pagamento anche per durante i saldi, senza oneri aggiuntivi. 10 Se si pensa di aver avuto una fregatura rivolgersi al Codacons, oppure ai vigili urbani.

Calendario ufficiale regione per regione dei saldi estivi 2016.

Abruzzo 2 luglio – 30 agosto

Basilicata 2 luglio – 2 settembre

Calabria 2 luglio – 1 settembre

Campania 2 luglio – 30 agosto

Emilia Romagna 2 luglio – 30 agosto

Friuli Venezia Giulia 2 luglio – 30 settembre

Lazio 2 luglio, per sei settimane

Liguria 2 luglio – 15 agosto

Lombardia 2 luglio – 30 agosto

Marche 2 luglio – 1 settembre

Molise 2 luglio – 30 agosto

Piemonte 2 luglio per 8 settimane anche non consecutive

Puglia 2 luglio – 15 settembre

Sardegna 2 luglio – 30 agosto

Sicilia 1 luglio – 15 settembre

Toscana 2 luglio – 30 agosto

Umbia 2 luglio – 30 agosto

Valle D’Aosta 2 luglio – 30 settembre

Veneto 2 luglio – 31 agosto

Aspirina meglio della chemio contro il tumore al cervello

Pubblicato il 03 Lug 2016 alle 11:18am

Contro il tumore al cervello arriva una nuova arma, ovvero una vecchia conoscenza: l’aspirina, che si rivela essere un arma micidiale contro il tumore al cervello. (altro…)

Erano tutti del Bangladesh gli attentatori del caffè di Dacca, in cui hanno perso la vita 20 persone

Pubblicato il 03 Lug 2016 alle 10:52am

I sei uomini del commando che venerdì sera ha attaccato la Holey Artisan Bakery di Dacca, uccidendo 20 persone, tutte straniere, fra cui nove italiani, “erano tutti bengalesi”. Lo ha rivelato l’Ispettore generale della polizia del Bangladesh, AKM Shahidul Hoque.

Aggiungendo anche che almeno cinque erano certamente militanti e che le forze dell’ordine nazionali stavano cercando di arrestare da tempo.

Dal Messico, il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella ha detto che “tutti gli italiani sono con animo triste per i connazionali vittime di una violenza terrorista che semina morte in tutti i continenti. Erano impegnati con la loro presenza a contribuire alla crescita del Bangladesh. Hanno impersonato il contrasto tra una pacifica convivenza e l’ottusità e la violenza del terrorismo. La vostra presenza – ha aggiunto in un breve discorso accompagnato dall’ambasciatore Alessandro Busacca – è un ponte di collaborazione” tra due Paesi “legati da un’amicizia profonda e crescente collaborazione”

E nella notte di sabato il governo di Tokyo ha confermato la morte di 7 cittadini giapponesi, 2 donne e 5 uomini, nell’attacco terroristico di Dacca, ma ha evitato di rilasciare le generalità come da loro tradizione. Anche loro erano lì per ragioni di lavoro, in rappresentanza dell’Agenzia giapponese di cooperazione internazionale.

Foto Ansa

Virginia Raggi incontra Papa Francesco, per parlare degli ultimi e di encicliche

Pubblicato il 03 Lug 2016 alle 8:42am

Virginia Raggi, sindaco di Roma, ha incontrato per la prima volta da quando è stata eletta, il santo padre Papa Francesco, in un incontro che è durato circa 20 minuti.

Lei «molto emozionata» ha rivelato di aver scoperto «una persona dall’umanità profonda» a cui non ha avuto il coraggio di chiedere quello che la base stellata in fondo si aspettava da lei; l’Imu e la questione della Chiesa.

Con Papa Bergoglio la Raggi ha voluto parlare dei dimenticati, degli ultimi della società, e grazie anche alla consegna di una lunga video-raccolta di interviste di fatte a persone comuni, proveniente dalle periferie di Roma con messaggi, appelli e inviti indirizzati al Papa, ha fatto giungere le varie richieste di aiuto.

Nel video, decine di decine di romani che hanno pregato Bergoglio di «andare avanti come sta facendo», ma anche di «concretizzare gli auspici espressi circa il pagamento dell’Imu per gli esercizi della chiesa che svolgono attività commerciale». Ecco allora che il messaggio indirettamente è arrivato forte e chiaro.

All’uscita, la neo eletta sindaca di Roma è apparsa visibilmente emozionata.

Con lei c’erano anche i genitori e il figlio Matteo di 6 anni. Poi, in un’intervista a Radio Vaticana, ha raccontato i temi del dialogo con il Papa, i passaggi apprezzati «dell’enciclica ‘Laudato si’, sembrano estremamente attuali e moderni; spiegando che c’è molto della società romana di oggi.

E ai microfoni di Oltretevere ha mandato anche un messaggio ai poteri forti capitolini e nazionali. «Le Olimpiadi a Roma? Abbiamo appena finito di pagare una rata di 90 milioni per i mondiali del ‘90 e abbiamo un debito di 13 miliardi di euro: fatevi i conti di quanto pesano sulle spalle dei cittadini questi eventi. Non ci si può indebitare per altri anni». E ancora: «I romani non mi hanno chiesto di fare le Olimpiadi, ma se con referendum le vorranno noi ci saremo».

Photo credit

Quotidiano.ne

Sicilia, tre treni storici per scoprire gli itinerari più suggestivi di questa terra

Pubblicato il 03 Lug 2016 alle 7:40am

Saranno tre, i treni storici per scoprire alcuni degli itinerari più suggestivi di una delle regioni più belle d’Italia: la Sicilia.

Al via la nuova stagione dei ”Binari della cultura”, l’iniziativa promossa dall’assessorato regionale al Turismo, in collaborazione con la Fondazione Ferrovie dello Stato e Trenitalia. Il programma 18 treni d’epoca speciali su tre importanti direttrici culturali dell’Isola: Valle dei Templi, Barocco della Val di Noto e Taormina.

Oggi, Domenica 3 luglio è organizzato il primo viaggio: “Il Treno dei Templi” da Agrigento a Porto Empedocle. A bordo delle automotrici del 1970 i turisti potranno godere di un viaggio volutamente lento per apprezzare i suggestivi paesaggi attraversati, visitare il Parco Archeologico della Valle dei Tempi Patrimonio Unesco, gratuitamente in concomitanza della prima domenica del mese, il Giardino della Kolymbetra, con un biglietto di ingresso speciale riservato ai viaggiatori del treno storico. Chi invece preferirà fare un bel bagno, potrà prima visitare l’area archeologica, e poi raggiungere Porto Empedocle e quindi la Scala dei Turchi. L’iniziativa sarà ripetuta tutte le prime domeniche dei mesi di agosto e settembre, e ogni sabato di luglio e agosto.

Allarme zecche in provincia di Belluno, ecco quali sono i rischi

Pubblicato il 03 Lug 2016 alle 6:03am

E’ allarme zecche in provincia di Belluno, dove sono arrivati a sette i ricoverati all’ospedale San Martino della città veneta per Tbe, la meningoencefalite da morso di zecca. Dal 1994 a oggi sono stati segnalati in questo territorio 194 nuovi casi, ovvero poco meno della metà di quelli registrati su tutto il territorio nazionale. (altro…)