Allarme zecche in provincia di Belluno, ecco quali sono i rischi

a cura di Giovanna Manna
data pubblicazione 03 Lug 2016 alle ore 6:03am

morso da zecca

E’ allarme zecche in provincia di Belluno, dove sono arrivati a sette i ricoverati all’ospedale San Martino della città veneta per Tbe, la meningoencefalite da morso di zecca. Dal 1994 a oggi sono stati segnalati in questo territorio 194 nuovi casi, ovvero poco meno della metà di quelli registrati su tutto il territorio nazionale.

La meningoencefalite da morso di zecca nel 70% dei casi si manifesta proprio con meningite o meningoencefalite, può anche avere esiti molto gravi e permanenti, sino alla paralisi.

Ma la malattia causata dalla zecca, spiegano gli esperti “Si può prevenire con il vaccino. Occorre sensibilizzare non soltanto le persone, ma anche il mondo medico, che a volte è incapace di riconoscere queste patologie in quanto ritenute improbabili. Anche il morso potrebbe non essere avvertito: più della metà dei malati ha scoperto di potersi essere infettato soltanto dopo analisi approfondite”