luglio 7th, 2016

Napoli Prima e dopo, la 34esima edizione sabato 23 luglio su Rai1

Pubblicato il 07 Lug 2016 alle 11:16am

Martedì 5 luglio, all’Hotel Mediterraneo è stata presentata la 34esima edizione della kermesse canora che sarà trasmessa da RaiUno sabato 23 luglio ore 21,10, e da Rai Italia dal Museo Castel Nuovo di Napoli Maschio Angioino, ‘NAPOLI PRIMA E DOPO’. (altro…)

Vercelli, giovane di 25 anni, uccide a coltellate alla schiena amico di una vita

Pubblicato il 07 Lug 2016 alle 10:04am

Un giovane di 25 anni è stato fermato con l’accusa di aver ucciso con sei coltellate alla schiena Daniel Napolitano, suo amico dai banchi di scuola.

Il delitto si è consumato nel pomeriggio di ieri, mercoledì 6 giugno in via Gramsci a Vercelli.

Testimoni sostengono di aver visto i due giovani litigare, poi salire in casa dell’aggressore, dove vive anche la nonna ottantenne.

La lite deve essere probabilmente degenerata e Napolitano cercando di fuggire è stato inseguito dall’amico e attaccato alle spalle, per poi finito sulle scale del palazzo.

Tornato in casa, l’aggressore ha buttato il coltello dalla finestra. Sul posto, è giunta la polizia di Vercelli per l’arresto e la scientifica di Torino.

David Bowie, oltre alla mostra anche un film. Al cinema dall’11 al 13 luglio

Pubblicato il 07 Lug 2016 alle 9:27am

La storia di David Bowie sbarca al cinema proprio in corrispondenza dell’apertura dell’omonima mostra al Mambo di Bologna, che approda in Italia dopo lo straordinario successo, ottenuto al suo debutto nel 2013 al Victoria and Albert Museum di Londra, e in tutte le altre sedi che l’hanno ospitata (Olanda, Australia, Francia, Germania, Brasile, Giappone, Canada e Stati Uniti).

David Bowie is, al cinema dall’11 al 13 luglio, è un percorso che si snoda nello spazio e nel tempo per raccontare la straordinaria avventura del musicista inglese, scomparso lo scorso gennaio all’età di 69 anni.

Attraverso 300 pezzi, che includono filmati, fotografie, manoscritti, lettere, storyboard per i video, bozzetti di costumi e scenografie, l’estro e il talento di Bowie vengono esaminati in tutte le loro sfaccettature, partendo dagli esordi avvenuti nei primi Anni Sessanta fino ad arrivare ai giorni nostri.

Ad accompagnarci in questo viaggio, alcune guide speciali, tra cui il leggendario stilista giapponese Kansai Yamamoto e il frontman dei Pulp Jarvis Cocker.

Ma non è tutto. Conservando il tagliando del cinema, gli spettatori avranno anche la possibilità di poter acquistare un ingresso ridotto alla mostra bolognese; viceversa, presentando la prenotazione della mostra nelle sale che aderiranno all’inizitiva potràno acquistare il biglietto del film ad un prezzo ridotto.

Annie Ernaux, la vincitrice del Premio Strega Europeo 2016 con il romanzo ‘Gli anni’

Pubblicato il 07 Lug 2016 alle 8:49am

E’ Annie Ernaux la vincitrice del Premio Strega Europeo 2016 con il romanzo ‘Gli anni’ (Les Années), pubblicato in Italia da L’orma editore nella traduzione di Lorenzo Flabbi.

La scrittrice, tra le voci piu’ autorevoli del panorama culturale francese, ha ottenuto 15 voti su 26.

Con ‘Gli anni’, la Ernaux è riuscita a creare un’inedita autobiografia impersonale, e a raccontare se stessa e la storia della Francia e di tutti noi partendo dal 1945 sino ad arrivare all’11 settembre.

Il premio, di 3.000 euro, è stato consegnato alla scrittrice da Beatrice Covassi, capo della Rappresentanza in Italia della Commissione europea nell’ambito del Festival Internazionale di Roma, Letterature, il 5 luglio scorso nella Basilica di Massenzio, dove la premiazione si è aperta con un omaggio al poeta Valentino Zeichen.

Chanel, Lagerfeld dedica alle sarte la collezione autunno inverno 2016/17

Pubblicato il 07 Lug 2016 alle 7:29am

Chanel come se fosse in diretta dal suo atelier sulla passerella di Paris Haute Couture per l’autunno-inverno 2016-2017 ha organizzato una sfilata in cui non solo abiti, accessori e modelli erano i grandi protagonisti, ma anche tutto quello che è dietro le quinte.

In passerella sono infatti sbarcate sarte e manichini. Karl Lagerfeld per Chanel, al Grand Palais, ha voluto raccontare come nascono quegli abiti da sogno che vediamo in passerella, puntando tutto sul savoir faire dell’Haute Couture.

La nuova collezione porta in scena il trionfo del ricamo su capi dal taglio definito da una silhouette essenziale, grafica, filo conduttore di uno stile strutturato. Le giacche presentano spalle dal taglio angolare smussato, che si tiene in piedi con i punti e incornicia un profilo piatto senza imbottitura. Le maniche a 3/4 rispondono alle lunghezze 7/8 degli orli dei pantaloni wide-cut indossati sopra gli stivali di pelle altissimi drappeggiati. Le giacche di tweed evidenziano la vita con sporgenti tasche ricamate ad intarsi sui fianchi. Le stesse che appaiono su abiti cappotti in tweed intarsiato in trompe-l’oeil. Le modelle hanno i capelli tirati in alto e sorretti da un nastro di grosgrain con fiocco vezzoso.

Per spalle e orli sono decorati con cammei di pietre e piume, la vita è alta, i profili sono di cristalli colorati che punteggiano tasche sporgenti. Sfilano abiti-gabbia morbidi, gonne-anfora che tracciano una linea a matita. Tessuti ziberline, mikado, taffetas, faille, chiffon, crêpe georgette, organza, tulle di seta, pizzi ricamati e grosgrains trasparenti.

I colori sono quelli tipici autunnali: marroni, marron glacé, arancio chiaro, beige e grigio alla tavolozza di rosa, bianchi e neri a tinta unita o abbinati. La perfezione esigente dell’haute couture si riflette nei dettagli: fodere delle tasche sporgenti cuciture con spirali frange e intrecci di tulle e tweed. Il ricamo di pietre, paillettes opache, perline e piume viene moltiplicato per creare incantevoli fiori, cinghie da collo, alamari e polsini preziosi.

Ecco quali sono i cibi che ci fanno vivere più a lungo o meno

Pubblicato il 07 Lug 2016 alle 6:17am

Secondo una recente ricerca condotta da Harvard Chan School e Brigham and Women,s’ pubblicata sulla rivista scientifica JAMA Interna Medicine, esistono dei cibi che ci allungano la vita e altri che ce la accorciano.

Il segreto starebbe nei grassi insaturi (polinsaturi e monoinsaturi) contenuti in alcuni alimenti, i quali andrebbero preferiti ai grassi saturi e soprattutto, ai grassi trans.

I quattro cibi salutari sono: olio extravergine d’oliva, frutta secca, semi (quelli di lino o di girasole), salmone.

La dieta raccomandano gli esperti dopo aver monitorato 126mila persone per 32 anni, sempre variegata e bilanciata.

I cibi da evitare sono invece quelli che contengono grassi saturi della carne rossa, del lardo, del burro e simili: che è meglio sostituirli con l’olio di semi, di soia o d’oliva.

Sostituendo i grassi saturi con i grassi insaturi, i soggetti della ricerca hanno ottenuto una significativa riduzione del rischio di morte per cancro, malattie neurodegenerative, malattie respiratorie e cardiovascolari.