Obesi, fumatori e pantofolai la Campania detiene il primato, lo rivela l’Istat

a cura di Giovanna Manna
data pubblicazione 28 Lug 2016 alle ore 9:43am

fumare rischi

L’Istat ha diffuso i dati relativi alle abitudini al fumo e al consumo di alcol in particolare attraverso l’Indagine multiscopo “Aspetti della vita quotidiana”.

Dalla cui indagine emerge che si comincia a bere e a fumare ancora in tenera età, preferendo la tv o il telefonino allo sport. In Campania, la più alta quota di fumatori con il 22 per cento della popolazione con età superiore ai 14 anni.

E sul fronte della quantità di sigarette fumate ogni giorno, la Campania detiene un altro record, il 12.5 per cento di “fumatori forti” a fronte del 10.7 per cento rilevato al Nord. Del tutto analogo il trend dei napoletani a tavola: uno su due è in eccesso di peso.

Meno dramamtica la situazione relativa al consumo di alcol. Subito dopo i campani i più sedentari risultano essere i siciliani.