Ventimiglia, un centinaio di migranti sfonda il confine con la Francia, ferito anche un rifugiato

a cura di Giovanna Manna
data pubblicazione 06 Ago 2016 alle ore 10:50am
Un gruppo di migranti  di Ventimiglia scappati via mare hanno occupati gli scogli a Menton Garavan, su suolo francese ANSA/ TENERELLI

Un gruppo di migranti di Ventimiglia scappati via mare hanno occupati gli scogli a Menton Garavan, su suolo francese ANSA/ TENERELLI

Dopo ore di tensione e un rifugiato ferito perchè urtato da un treno in corsa mentre camminava sui binari, un centinaio di sono riusciti a sfondare il cordone di polizia che dal lato italiano bloccava l’accesso alla frontiera di San Ludovico e sono corsi verso Mentone, raggiungendo il centro della città, inseguiti dalla gendarmeria francese.

Circa 120 i migranti arrivati a nuoto in Francia, spostandosi vicino alla scogliera, convinti poi dalla polizia francese a salire su due bus e a fare rientro in Italia.

Altri migranti, invece, nel frattempo avevano lasciato la postazione: alcuni sono riusciti a dileguarsi in territorio francese, altri sono tornati in modo spontaneo in Italia.

Intanto la contestazione continua ai Balzi rossi, dove è intervenuto anche il sindaco di Ventimiglia Enrico Ioculano: l’obiettivo delle forze dell’ordine italiane è quello di evitare che i migranti si accampino e si rigeneri il campo autogestito con gli attivisti, come accadde lo scorso anno.