Ex Navy Seal dovrà pagare 6,8 milioni al Pentagono per aver rivelato segreti sulla cattura e uccisione di Bin Laden

a cura di Giovanna Manna
data pubblicazione 21 Ago 2016 alle ore 7:22am

osama bin laden

Matt Bissonnette, ex Navy Seal, nel 2012 scrisse un libro («No easy day») sul suo ruolo avuto nel blitz che portò alla cattura e all’uccisione di Osama bin Laden ad Abbottabad in Pakistan il 2 maggio 2011. Rivelazioni che non sono piaciute al Pentagono che gli ha chiesto un risarcimento danni di 6,8 milioni di dollari.

La Difesa ha ritirato le accuse in cambio di tutti i diritti passati, presenti e futuri ottenuti da Bisonette con il libro. Diritti che finora gli avevano fruttato proprio 6,8 milioni di dollari.

Il Pentagono ha citato in giudizio Bisonette, perché aveva scritto il libro dopo essersi congedato senza aver ottenuto l’autorizzazione della Difesa.

Bisonette secondo il Pentagono avrebbe violato l’accordo di non divulgazione dei particolari della missione cui era vincolato. Cosa che però non sarebbe piaciuta ai Repubblicani, che avrebbero accusato l’amministrazione Obama di `doppiopesismo´ per la totale collaborazione invece fornita allo sceneggiatore del film «Zero Dark Thirty», della regista Kathryn Bigelow.