agosto 30th, 2016

E’ morto Gene Wilder, il dr. Frankenstein più amato del cinema

Pubblicato il 30 Ago 2016 alle 12:01pm

E’ morto all’età di 83 anni l’attore americano Gene Wilder. Affetto dal morbo di Alzheimer, da parecchio tempo.

Sceneggiatore, regista e scrittore, aveva raggiunto la grande popolarità grazie alla collaborazione con Mel Brooks, del quale era diventato l’attore-feticcio. I suoi ruoli più celebri sono quelli di Willy Wonka (in Willy Wonka e la fabbrica di cioccolato) e quello del dottor Frankenstein in Frankenstein Jr, in cui pronuncia alcune battute entrate nella storia del cinema internazionale.

Jerome Silberman, questo il suo vero nome, era nato a Milwaukee l’11 giugno del 1933 da una famiglia di ebrei russi immigrati. Dopo aver completato gli studi in America si era trasferito in Inghilterra dove aveva frequentato la Bristol Old Vic Theatre School.

Durante il soggiorno inglese aveva anche frequentato una scuola di scherma, disciplina che gli fu d’aiuto al ritorno in patria dove, per mantenersi, fu costretto a tenere lezioni di scherma. Negli Usa ha cercato il suo spazio nei piccoli teatri di periferia, spettacoli poco redditizi in termini economici e di popolarità che tuttavia gli sono serviti per farsi le ossa e imparare il mestiere.

Una prima svolta, con la quale era riuscito ad accedere all’Actor’s Studio. Il suo debutto sul grande schermo avvenne solo come comparsata, in Gangster Story di Arthur Penn, nel 1967.

Oggi, i funerali delle vittime di Amatrice, dopo la rivolta di ieri non più a Rieti

Pubblicato il 30 Ago 2016 alle 10:02am

I funerali delle vittime del terremoto di Amatrice non si terranno più a Rieti, ma in paese. In seguito all’assedio di ieri, avvenuto verso le ore 15 al nuovo centro operativo del Comune da parte dei familiari delle vittime, esasperati per la decisione delle autorità italiane di spostare la cerimonia di Stato all’aeroporto Ciuffelli di Rieti.

L’episodio è stato raccontato in diretta al telefono al presidente del Consiglio dallo stesso sindaco Sergio Pirozzi, fortemente contrariato da tale decisione, che avrebbe portato le salme dei morti del terremoto dello scorso 24 agosto ad ottanta chilometri dal paese.

Così, in pochi minuti si è deciso secondo volontà della popolazione locale, sopravvissuta al sisma e ai parenti delle vittime. I funerali si terranno oggi ad Amatrice, alle ore 18, nell’area dell’istituto Don Minozzi dal Vescovo di Rieti Monsignor Domenico Pompili.

Mtv Video Music Awards, Beyoncé trionfa con otto statuette, Rihanna vince il Michael Jackon Vanguard Award

Pubblicato il 30 Ago 2016 alle 9:10am

Beyonce’ vince otto statuette, tra cui quella più ambita per il Video dell’anno con “Formation” e il miglior video femminile con “Hold Up”.

Lei e Rihanna sono le regine degli MTV Video Music Awards che si sono tenuti la sera del 28 agosto 2016. Le due star hanno dominato incontrastate la scena musicale, dando vita a veri e propri mini concerti e assicurandosi i riconoscimenti piu’ ambiti della serata.

La pop star si è esibita in un medley di 15 minuti con i brani tratti dall’album “Lemonade” in una edizione dominata dalla presenza femminile sul palco. Con Rihanna e Britney Spears performance da urlo.

A Rihanna è andato il ‘Michael Jackson Vanguard Award’, la piu’ alta onorificenza dei Video Music Awards, che l’ha proietta così nell’olimpo dei grandi insieme a Michael Jackson e a Madonna.

Terremoto, Renzi consulta Renzo Piano: sfollati via dalle tende entro un mese, poi in hotel e in case di legno

Pubblicato il 30 Ago 2016 alle 8:46am

Renzo Piano, quattro giorni dalla scossa delle 3.36 di mercoledì scorso che ha colpito il Centro Italia, ha dato agli uomini della Protezione Civile un piano di governo per fare in fretta e dare una sistemazione adeguata agli sfollati e passare poi alla ricostruzione.

A capo di tutto, il premier Renzi metterà come commissario l’ex governatore dell’Emilia Vasco Errani. Secondo l’archietetto Renzo Piano, i terremotati devono essere tolti dalle tende, prima di un mese, e l’arrivo del freddo, ed essere sistemati in hotel e residence nella zona per poter realizzare, nel giro di 3-4 mesi, le casette di legno in attesa che borghi e paesi vengano poi ricostruiti.

Nel frattempo verranno realizzati i Musp, i moduli di utilizzo provvisorio scolastico, che devono necessariamente essere pronti per l’inizio dell’anno scolastico. “Mercoledì incontrerò il ministro – ha confermato il sindaco di Amatrice Sergio Pirozzi – e dovremmo affrontare proprio questa situazione, in modo da garantire ai ragazzi di tornarne a scuola”.

Salerno, parto “impossibile”: salve mamma e figlia. Il caso sarà presentato al convegno mondiale di ostetricia

Pubblicato il 30 Ago 2016 alle 7:41am

Un vero e proprio miracolo quello accaduto a Salerno all’ospedale Ruggi, dove grazie ad un’ operazione mai eseguita prima nella storia i medici, in collaborazione con i primari dell’università, sono riusciti a salvare mamma e figlia.

La donna di 43 anni con nazionalità italo-venezuelana, laureata in contabilità e finanza a Caracas residente a Salerno, è stata ricoverata nel reparto di “Gravidanza a rischio” alla 16° settimana per fortissimi dolori addominali con blocco intestinale ed urinario.

La donna portatrice di voluminosi miomi nella precedente gravidanza era stata già operata con taglio cesareo. Successivamente è stata sottoposta ad intervento di asportazione dei miomi.

Questo secondo intervento aveva provocato delle tenaci aderenze che nella seconda gravidanza, a causa dell’aumento di volume dell’utero legato alla gravidanza, avevano incarcerato l’utero, bloccando sia le funzioni intestinali che quelle urinarie con imminente pericolo di vita per la gestante.

Il personale sanitario del Ruggi, guidato dai medici Raffaele Petta, Mario Polichetti e Joseph Allegro, hanno eseguito una laparoscopia con sbrigliamento delle aderenze e riposizionamento dell’utero incarcerato.

Soddisfatto il dottore Petta ha dichiarato «Per questo motivo, da quanto ci risulta, siamo gli unici al mondo ad aver effettuato questo tipo di intervento, presenteremo questo caso al prossimo Convegno Mondiale di Ostetricia e Ginecologia».

Francesca Michielin, il brano Almeno Tu colonna sonora del film “Piuma” in gara alla Mostra del Cinema di Venezia 2016

Pubblicato il 30 Ago 2016 alle 6:06am

Il brano di Francesca Michielin dal titolo ALMENO TU, tratto dall’album di20are (Sony Music) certificato disco d’oro, è stato scelto come brano principale della colonna sonora del film “Piuma” diretto da Roan Johnson, presentato in concorso alla 73ma Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia e in uscita il prossimo 20 ottobre.

Il testo di ALMENO TU è scritto interamente dalla Michielin, mentre la musica è firmata da due grandi songwriter d’oltreoceano Colin Monroe e April Bender.

Il testo parla dell’amore come salvezza, una mano tesa e aperta ad afferrarne un’altra come due funamboli, per non cadere nel vuoto.

“Succede che capita. La vita è un oceano blu, intenso e fragoroso che ti coglie alla sprovvista e cambia quando meno te lo aspetti. A volte ti senti come una paperella di gomma sola in mezzo al Pacifico e non sai bene dove andare – dichiara Francesca – Ho scritto “Almeno Tu” come una speranza, speranza di un sentimento nuovo e improvviso che scaldi l’anima e la riempia di forza, d’amore, un punto di partenza per crescere e crescere insieme, per imparare a galleggiare sopra gli ostacoli e i problemi che dall’alto sono solo le piccole luci di una città estiva e caotica.”

Dal 5 ottobre Francesca Michielin partirà con il #di20are Live, che la porterà ad esibirsi nei più importanti club italiani con 11 nuovi concerti per tutto il mese di ottobre. Sul palco con lei, 4 musicisti della band.

Dopo il debutto avevnuto a Brescia la cantautrice italiana si esibirà il 6 ottobre al Fabrique di Milano, l’8 al Supersonic di San Biagio di Callalta (Treviso), il 14 all’Hiroshima Mon Amour di Torino, il 15 al Vox di Nonantola (MO), il 21 al Papillon 78 di Siena, il 22 al Campus Industry Music di Parma, il 25 all’Orion di Roma, il 27 al Duel Beat di Napoli, il 28 al New Demodé di Bari e per terminare il 29 alle Industrie Musicali di Lecce.