settembre 7th, 2016

Aereo privato partito da Treviso precipita in Macedonia: morti 6 italiani

Pubblicato il 07 Set 2016 alle 3:44pm

Sei le vittime italiane dell’incidente aereo di un velivolo privato partito da Treviso e precipitato in Macedonia dopo 3 ore e 40 di volo.

Il relitto individuato vicino al villaggio macedone di Veles. La destinazione finale del Piper era Pristina in Kosovo.

Il Piper (un Seneca bimotore) è scomparso dai radar dell’aeroporto di Skopje alle ore 17.40. Era partito da Treviso alle 14. Alcuni testimoni del villaggio macedone di Vetersko vicino Veles, hanno raccontato di aver udito un forte boato e di aver visto un’esplosione a cui sono seguite subito fiamme e fumo. Altri, hanno raccontato di aver visto l’aereo in fiamme ancora prima dello schianto al suolo.

Sul posto si sono recate subito squadre di soccorso e dei vigili del fuoco macedoni. Il velivolo, registrato in Germania e di proprietà di una società italiana con base a Treviso, avrebbe dovuto fare uno scalo tecnico per rifornirsi di carburante a Skopje. Sulla zona le condizioni meteo non erano buone. L’incidente sarebbe avvenuto in fase di atterraggio.

Pasticceria Marchesi si fa in tre, apre il nuovo negozio in Galleria da Prada

Pubblicato il 07 Set 2016 alle 9:51am

La storica Pasticceria Marchesi di Milano si divide in tre. Apre i battenti nel cuore del capoluogo lombardo, all’interno del “salotto di Milano”, Galleria Vittorio Emanuele II.

I nuovi locali proporranno a milanesi e turisti le prelibatezze di Marchesi che si trovano all’interno della boutique Prada.

Il noto marchio di moda ha acquistato l’80 per cento delle quote della storica pasticceria, fondata nel lontano 1824.

Il nuovo negozio è grande 250 metri quadrati e riprende l’atmosfera e il fascino dello storico negozio di via Santa Maria alla Porta.

L’ambiente è dotato di numerose finestre ad arco, con affacci sugli affreschi e sui pavimenti a mosaico della Galleria.

Le pareti rivestite da tessuto, e i pavimenti in marmo verde Alpi, si passa dai soffitti con travi a vista, ad immagine e tradizione della pasticceria e dei suoi oltre 150 anni di storia.

Molto elegante la sala da thè.

Il governo lancia Casa Italia: “10 anni per uscire dall’emergenza sisma”

Pubblicato il 07 Set 2016 alle 8:22am

12 miliardi di risorse saranno destinate dal governo all’ammodernamento edilizio.

Tale iniziativa prende il nome di “Casa Italia”: dissesto idrogeologico, edilizia scolastica, beni culturali e periferie.

Il cuore di Casa Italia – sul quale è già partito il lavoro dei tecnici (a cominciare da quelli delle Infrastrutture e dell’Economia) riguarderà soprattutto l’allargamento e il potenziamento del “sismabonus”, stanziamento di risorse straordinarie dedicate a risolvere l’emergenza post terremoto in Centro Italia.

Trasformare i principi della sicurezza e della prevenzione da buone intenzioni a realtà: sfida che impegnerà l’esecutivo, secondo il piano del Governo con 2 miliardi l’anno da investire in interventi edilizi per i prossimi 20 anni.

“Una scommessa non per i prossimi mesi ma per i prossimi anni, un lavoro che non deve dare risultati domattina ma che rappresenta un’opera di vera prevenzione e serietà” ha spiegato il premier Renzi a Palazzo Chigi con istituzioni, organizzazioni professionali, associazioni imprenditoriali, sindacali e ambientaliste.

A coadiuvare il tutto sarà oltre al presidente del Consiglio anche Giovanni Azzone (rettore del Politecnico di Milano), che del progetto per la ricostruizione delle aree colpite dal sisma di agosto è il project manager, così come il commissario per la ricostruzione Vasco Errani.

Lavorare prima delle 10 di mattina è causa di stress

Pubblicato il 07 Set 2016 alle 7:35am

Stando ad una ricerca condotta dall’Università di Oxford, cominciare la giornata lavorativa prima delle 10 provecherebbe solo stress ma ridurrebbe anche la capacità produttività. (altro…)

Attenti alle bufale, apre il sito contro le false cure mediche

Pubblicato il 07 Set 2016 alle 6:34am

La Federazione nazionale degli ordini dei medici chirurghi e degli odontoiatri ha deciso di aprire un sito internet che ha come fine quello di tutelare le persone dalle false cure mediche.

Il suo nome è inequivocabile: ‘Attenti alle bufale’. Il portale sarà operativo tra un paio di mesi, e ha come fine quello di far trovare ai cittadini informazioni mediche corrette.

Sono davvero milioni, le persone che cercano online una risposta alle proprie domande. E, accanto a risposte corrette, spesso trovano anche risposte che possono fuorviare o che arrivano da esperti che in fin dei conti non lo sono.