Spread the love

stress e lavoro

Stando ad una ricerca condotta dall’Università di Oxford, cominciare la giornata lavorativa prima delle 10 provecherebbe solo stress ma ridurrebbe anche la capacità produttività.

A darne notiza La Repubblica, secondo da un’indagine condotta da Paul Kelley che evidenzia come gli orari da ufficio, dalle 9 alle 17, non siano sincronizzati con l’organismo degli under 55 e per questo causerebbero un aumento di stress, stanchezza e riduzione della produttività, e altri danni fisici e mentali.

Fra i rischi da non sottovalutare, c’è in primis l’aumento di peso, un calo delle difese immunitarie, una perdita della memoria e dell’attenzione.

“Per questo sarebbe necessario – secondo l’esperto Kelley – fare una grande rivoluzione e rispettare l’orologio biologico delle persone nell’organizzare l’attività professionale”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.