Asma, come ridurre i rischi con la vitamina D

a cura di Giovanna Manna
data pubblicazione 12 Set 2016 alle ore 7:46am

vitamins

vitamins


I ricercatori della Queen Mary University di Londra, nel Regno Unito, i cui risultati sono stati presentati al congresso internazionale 2016 della European Respiratory Society l’aggiunta di supplementi contenenti vitamina D possono ridurre il rischio di attacchi di asma grave e il numero di ricoveri ospedalieri.

La maggior parte dei pazienti, sottoposti ad esame, aveva un’asma che era da considerata da moderata a grave.

Ebbene, il rischio di ricovero ospedaliero o visita al pronto soccorso a causa di attacchi è risultato ridotto nel 6% – 3% dei casi in coloro che assumevano regolarmente integratori a base di vitamina D per via orale.

Ridotta inoltre anche la necessità di un trattamento con steroidi per attacchi acuti.

Ricordiamo, che gli alimenti più ricchi di vitamina D sono: fegato, olio di pesce, aringa, salmone, sardina, uova, burro e latte.
I raggi solari sono degli ottimi attivatori di vitamina D, molto efficace per la salute di denti ed ossa.