settembre 23rd, 2016

Footloose, Milano Teatro Nazionale dal 24 settembre al 31 dicembre 2016 il musical ispirato al film cult degli anni’80

Pubblicato il 23 Set 2016 alle 10:49am

Dal 24 settembre al 31 dicembre 2016 va in scena al Teatro Nazionale di Milano l’attesissimo musical Footloose, tratto dall’omonimo film cult degli anni ’80. (altro…)

Marinai più esposti ai tumori della pelle

Pubblicato il 23 Set 2016 alle 9:50am

«L’amore per il mare è nella nostra pelle», a dichiararlo è Leo Pharma, testimonial d’eccezione con il glorioso veliero Amerigo Vespucci, che conferma, ancora una volta, che due marinai su dieci, su circa 900 persone esaminate, che presentavano cheratosi attinica, altra possibile forma tumorale, quasi pericolosa come il melanoma.

Ebbene, nel 40% dei soggetti sotto osservazione, anche segni di invecchiamento. Coinvolte nello screening 7 città su 5 Regioni.

Nonostante il ripetersi delle raccomandazioni e degli appelli lanciati dai dermatologi, la sensibilità sui pericoli dei raggi solari, ancora molto bassa.

«Molto resta ancora da fare per aumentare la consapevolezza sulla gravità di tumori diversi dal melanoma, il più conosciuto», sottolinea Ketty Peris, direttore Clinica dermatologica al Policlinico Gemelli.

Esistono infatti, altre forme tumorali della pelle, i cosidetti carcinoma squamo cellulare, basocellulare e la cheratosi attinica lo stesso altamente pericolose.

Queste ultime si presentano come piccole macchie arrossate, ricoperte da squame ruvide al tatto di dimensioni variabili da pochi millimetri, fino ad arrivare ad un’estensione di 4 centimetri. All’origine, un’alterazione provocata dai raggi ultravioletti, che diventerebbe successivamente di tipo permanente.

La cheratosi attinica è il secondo tumore della pelle per diffusione ed è in costante aumento. Per questo consigliano i medici di non dimenticare mai ad ogni esposizione solare di proteggersi con creme solari.

Le piccole lesioni compaiono generalmente intorno ai 40 anni.

Con opportuni accorgimenti è possibile ridurre o arginarne i danni, fare in modo che non si osservi un peggioramento o lo sviluppo di un tumore.

Marco Mengoni, ad ottobre un grande progetto, dal 12 novembre il tour che approderà anche all’estero

Pubblicato il 23 Set 2016 alle 9:16am

Un racconto incredibile, una storia iniziata due anni fa con Guerriero, il primo singolo della playlist in divenire: partirà ad ottobre un nuovo importante progetto discografico di Marco Mengoni, una nuova storia che raccoglierà e racconterà questo straordinario viaggio del giovane artista. “Volevo costruire un progetto in due grandi tempi – ricorda Marco – per permettere a tutti i brani scritti di avere una vita, un percorso, per provare a fissare su note tutto quello che stavo vivendo e che stavamo facendo”.

Così, dopo due album di inediti, Parole in circolo e Le cose che non ho, pubblicati a distanza di meno di un anno l’uno dall’altro, 19 dischi di platino tra album e singoli, oltre 110mila download della App ufficiale dedicata, 56milioni di ascolti in streaming su Spotify e quasi 150milioni di visualizzazioni su Vevo e YouTube per soli sei video, la musica non si ferma e la playlist continua ad evolversi con arrangiamenti nuovi e suoni inediti. “Per questo ragionamento, che ha portato molto spesso a passare ore/giorni/settimane in studio di registrazione, che mi ha bloccato tante volte, fatto riflettere sul senso del fermarsi, gasato mentre trovato una chiave di arrangiamento diversa per decine di brani contemporaneamente, portato ad ascoltare tanta musica, diversissima… Proprio per questo, quest’estate ho continuato il viaggio e la nostra playlist”

Dopo 26 date completamente esaurite dei primi due leg, del tour prodotto e distribuito da Live Nation, ripartirà il 12 novembre per 10 date in tutta Italia il MENGONILIVE2016, per poi sbarcare in Europa con concerti a Francoforte, Bruxelles, Amsterdam, Parigi, Città di Lussemburgo, Zurigo, Colonia, Vienna e Varsavia con un impianto completamente rinnovato.

La collezione moda di Alberta Ferretti, per la prossima primavera estate 2017

Pubblicato il 23 Set 2016 alle 8:47am

Alberta Ferretti firma una collezione Primavera-Estate 2017 di grande originalità ed eleganza, tanto da far emergere non solo un lato super femminile ma anche uno maschile.

La donna è romantica ma al tempo stesso solare e consapevole della propria sensualità e bellezza.

Gli abiti sono prevalemtemente lunghi, fluttuanti ispirati al Sud America e alla passionalità latina, ma con una vitalità nuova, contemporanea.

Maxi gonne, abbinate a micro top. Balze e volant che rendono gli outfit gipsy e solennemente teatrali, non adatti a tutte le donne ma di grande impatto scenico.

Non mancano i dress midi o lunghissimi dalle trasparenze particolari e ben definite e studiate. I pantaloni ampi, abbinati a bluse e corpetti indossati sotto i kimono.

Tra gli accessori, spuntano come novità dell’anno, le cinture western che mettono in risalto il punto vita e le borse bisacce in cuoio portate on back per lasciare più libertà di movimento.

I colori che predominano nella collezione sono verde smeraldo, glicine, viola, rosso, fucsia, ecc. Sono vivaci, vividi, carichi di energia e di bellezza, affiancati da nuove stampe floreali.

Restare giovani si può, il nuovo libro di Elio Musco e Franca Porciani

Pubblicato il 23 Set 2016 alle 7:36am

Elio Musco, neuropsichiatra e geriatra, e Franca Porciani, giornalista e scrittrice, propongono un’interessante guida per la terza età, dal titolo: “Restare giovani si può, stimola il cervello e allena la curiosità per non invecchiare“.

Un libro fondamentale che supera gli sterotipi legati alla percezione comune della terza età ed insegna le più efficaci strategie per mantenersi attivi e vivere al meglio questo particolare e speciale periodo della vita (in libreria dal 21 settembre edito Giunti Demetra 176 pagine – 16,00 € ).

Studi scientifici, infatti, condotti negli ultimi quindici anni, sono riusciti a dimostrare che il cervello, ha una straordinaria plasticità ed è capace di attivare nuove connessioni in qualsiasi età della vita, anche se è nel suo periodo più maturo, purché sia tenuto in costante allenamento e in connessione continua con l’ambiente circostante, proprio come un muscolo, che più lavora più si rinforza.

Gli autori di Restare giovani si può, propongono attraverso questo manuale, una vera e propria strategia per imparare a vivere bene gli anni della maturità. Dieci principi, dieci “pillole di saggezza”, a cui ispirarsi e intorno ai quali compiere un percorso personale di conoscenza e di consapevolezza: sentirsi sani fino a prova contraria, credere nei propri sogni, fare esercizio fisico sblocca-cervello, non perdere la curiosità, gestire con serenità la solitudine, mettere al primo posto l’ottimismo, potenziare il senso dell’umorismo, imparare a rilassarsi, ricordarsi che siamo animali sociali e migliorare la comunicazione con gli altri.

Elio Musco è neuropsichiatra e geriatra. Laureato in Medicina presso l’Università di Messina, dopo l’esperienza di medico condotto in Aspromonte, si è trasferito a Firenze dove ha iniziato a lavorare presso l’Istituto di Gerontologia e Geriatria diretto dal professor Francesco Maria Antonini. Si è poi specializzato in Gerontologia e Geriatria, Malattie Nervose e Mentali, Neurofisiopatologia e Psicologia Medica. Ha lavorato tre anni in Cornovaglia presso la prima Unità psicogeriatrica del Regno Unito e successivamente al St. Lawrence’s Psychiatric Hospital. Rientrato in Italia si è occupato del settore psicogeriatrico e degli aspetti neuropsicologici della riabilitazione presso l’Ospedale I Fraticini di Firenze. È stato docente di Psicogeriatria all’Università di Firenze.

Franca Porciani è giornalista e scrittrice. Laureata in Medicina e specializzata in Gerontologia e Geriatria a Firenze, dopo qualche anno di esercizio della professione si è dedicata al giornalismo, prevalentemente scientifico. Ha lavorato al “Corriere Medico”, poi al “Corriere della Sera”, nella redazione di Milano, per oltre vent’anni. È stata vicepresidente del Comitato per l’etica di fine vita della Fondazione Floriani di Milano e coordinatrice, insieme al professor Gianfranco Gensini, del gruppo di lavoro della Carta di Firenze, un decalogo sulla relazione medico-paziente. Il suo interesse oggi si rivolge alla riflessione culturale sulla medicina e a temi storici e di costume. Nel 2012 ha pubblicato il saggio Traffico d’organi, vecchi cannibali, nuove miserie (FrancoAngeli).

Ron, rinviato a lunedì 6 marzo il concerto-evento benefico “La Forza di dire sì”

Pubblicato il 23 Set 2016 alle 6:10am

Il concerto-evento benefico “LA FORZA DI DIRE SÌ” di RON, in programma GIOVEDÌ 29 SETTEMBRE al Teatro degli Arcimboldi di MILANO, è stato posticipato a LUNEDÌ 6 MARZO per motivi organizzativi.

I biglietti acquistati per la data del 29 settembre rimarranno validi per la nuova data.

Per chi volesse richiedere il rimborso dei biglietti, ecco i termini: – BIGLIETTI ACQUISTATI PRESSO I PUNTI VENDITA: Il rimborso dei biglietti potrà essere richiesto presso il punto vendita in cui è stato effettuato l’acquisto entro e non oltre il 10 ottobre 2016

– BIGLIETTI ACQUISTATI ON LINE SUL SITO TICKETONE.IT O TRAMITE CALL CENTER CON RITIRO SUL LUOGO DELL’EVENTO:

Il rimborso dei biglietti potrà essere richiesto scrivendo all’indirizzo email ecomm.customerservice@ticketone.it entro e non oltre il 10 ottobre 2016

– BIGLIETTI ACQUISTATI ON LINE SUL SITO TICKETONE.IT O TRAMITE CALL CENTER CON SPEDIZIONE TRAMITE CORRIERE ESPRESSO:

Il cliente dovrà spedire i biglietti, tramite raccomandata con ricevuta di ritorno, entro e non oltre il 10 ottobre 2016 (data timbro postale) presso: TicketOne S.p.A. C.a. Divisione Commercio Elettronico – Via Vittor Pisani 19 – 20124 Milano

I biglietti per l’evento, prodotto da F&P Group, Colorsound e EventoMusica, sono disponibili in prevendita su www.ticketone.it e nei punti vendita abituali.

“La forza di dire sì” è un concerto benefico a sostegno di AISLA, l’Associazione Italiana Sclerosi Laterale Amiotrofica, e della ricerca sulla SLA.