ottobre 2nd, 2016

Milano, bimba di 3 anni veglia su madre morta per oltre 24 ore

Pubblicato il 02 Ott 2016 alle 11:02am

E’ successo a Milano. Una bimba di tre anni è stata per una notte e un giorno interi, accanto alla madre, una peruviana di 42 anni, morta per un malore. A trovare la piccina vicino al cadavere della mamma, ieri sera, i poliziotti avvertiti da un amico della donna. Intervenuti nell’appartamento dove madre e figlia vivevano in via dei Gelsomini, periferia della città.

Quando gli agenti sono giunti nell’abitazione, una casa popolare, hanno trovato la 42enne senza vita e al suo fianco la piccola che vegliava sulla mamma.

La bimba è stata immediatamente soccorsa, calmata e rifocillata presso la clinica De Marchi, in attesa dell’arrivo degli zii. La madre sarebbe morta a causa di uno choc anafilattico.

Avrebbe detto la donna stessa, ieri pomeriggio, all’amico che poi ha allertato la polizia, di avere una crisi allergica.

Carrara, la sua casa finisce all’asta, imprenditore si toglie la vita

Pubblicato il 02 Ott 2016 alle 10:38am

Venerdì 30 settembre, un uomo di sessanta anni, residente a Carrara, si è suicidato dopo che la sua casa è finita all’asta. Secondo quanto emergerebbe dalle prime indagini, l’abitazione dell’uomo sarebbe stata pignorata da una banca.

Dopo aver saputo l’esito dell’asta in tribunale, l’uomo avrebbe deciso di togliersi la vita nascondendo tutto alla moglie, che avrebbe accompagnato a casa del nipote prima di farla finita.

A trovarlo senza vita nella propria abitazione sarebbe stato il genero che, inutilmente, avrebbe avvisato il 118.

Il sessantenne era infatti già morto. L’uomo, che fino a poco tempo fa aveva un’attività in proprio nel settore dell’edilizia, stava facendo i conti con la crisi che, secondo quanto emergerebbe, lo aveva duramente colpito.

Gli amici lo hanno descritto come una persona ottimista, che ha sempre affrontato con grande coraggio le avversità della vita, fino a quando non ha potuto sopportare una cosa più grande di lui, la perdita della propria casa, che tanto amava.

Ipertensione arteriosa: oltre il 50% degli italiani è iperteso ma non lo sa

Pubblicato il 02 Ott 2016 alle 9:04am

Un italiano su quattro soffre di ipertensione, ma il 50% non lo sa. (altro…)

La prevenzione al seno viaggia anche sull’alta velocità: dal 3 al 14 ottobre visite gratuite a bordo delle Frecce Trenitalia

Pubblicato il 02 Ott 2016 alle 8:36am

La prevenzione, per il sesto anno consecutivo, viaggia anche con l”alta velocità’ sulle Frecce Trenitalia. (altro…)

Edward Hopper, il realista metafisico in mostra a Roma fino al 12 febbraio 2017

Pubblicato il 02 Ott 2016 alle 7:21am

Dopo il successo ottenuto con la mostra di Bologna, anche Roma si è preparata ad ospitare il genio di Edward Hopper, il realista metafisico dal 1 ottobre al 12 febbraio 2017 presso il Complesso del Vittoriano – Ala Brasini, realizzata sotto l’egida dell’Istituto per la Storia del Risorgimento, in collaborazione con l’Assessorato alla Crescita culturale – Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali, prodotta e organizzata da Arthemisia Group in collaborazione con il Whitney Museum of American Art di New York

L’esposizione da’ conto dell’intero arco temporale della produzione del celebre artista americano.

Dagli acquerelli parigini ai paesaggi e scorci cittadini degli anni ‘50 e ’60, l’esposizione curata da Barbara Haskell – curatrice di dipinti e sculture del Whitney Museum of American Art – in collaborazione con Luca Beatrice, attraverso oltre 60 opere, tra cui celebri capolavori come South Carolina Morning (1955), Second Story Sunlight (1960), New York Interior(1921), Le Bistro or The Wine Shop (1909), Summer Interior (1909), interessantissimi studi (come lo studio per Girlie Show del 1941) celebra la mano di Hopper, superbo disegnatore: un percorso che ripercorre tutta la sua produzione e tutte le tecniche di un artista considerato oggi un grande classico della pittura del Novecento.

Attenzione ai Fans, troppi antidolorifici fanno male al cuore

Pubblicato il 02 Ott 2016 alle 6:43am

Si parla di 92.63 casi di ricoveri dovuti a scompenso cardiaco, secondo le stime fatte dai ricercatori milanesi dell’Università di Milano-Bicocca. (altro…)