fumare
Se volete smettere di fumare, esistono dei rimedi naturali a base di erbe, e delle piccole astuzie per dire no alla sigaretta.

A tavola, ad esempio, come prima cosa dovete eliminare gli alimenti che “accendono” il desiderio di fumare. Abolire caffè, alcolici e carne rossa. Cibi grassi e dolciumi che stimolano il desiderio di fumare, di nicotina.

E per questo è opportuno puntare su agrumi, latte freddo, yogurt magro, verdure, carote, cetrioli, sedano, zucchine e melanzane.

Tenere la mente e la bocca occupata è la cosa fondamentale. Sì dunque ad una lettura, ad una piacevole compagnia, ad una caramella o una gomma da masticare.

E ancora, erbe officiali, tecniche di rilassamento, come ad esempio l’agopuntura.

Il ginseng ad esempio regola il livello di dopamina nell’organismo, sostituendosi alla sigaretta. Per questo motivo, potete assumerlo senza troppe complicazioni – a eccezione dei casi di palese allergia – per coadiuvare il superamento della dipendenza. Molto utile anche la liquirizia, che potete assumere quando avete la voglia di accendervi una sigaretta: il forte sapore e la persistenza del gusto in bocca aiuteranno a superare i momenti di crisi.

La liquirizia è però controindicata per chi ha problemi di pressione alta, perché la innalza, e per chi ha problemi di ritenzione idrica, perché a grandi dosi può favorire la pelle a buccia d’arancia.

Non in ultimo, da tempo, è consigliata anche la ipnosi come metodo naturale per dire no al fumo. Nel 2000, infatti, la Cochrane Collaboration ha effettuato uno studio di lungo termine per scoprire se l’ipnosi fosse davvero efficace, con risultati del tutto sorprendenti: del campione di pazienti fumatori, a 12 mesi dal trattamento il 60% ha effettivamente smesso di fumare.

Dalla saggezza popolare e dalla medicina orientale proviene invece l’agopuntura: la stimolazione di alcune parti del corpo con gli aghi. Sembra, infatti, che sia in grado di ridurre istantaneamente la voglia di accendersi una bionda.

Molto consigliata anche l’acqua, è il migliore alleato di chi vuole spegnere per sempre la sigaretta. Bere molta acqua, facilita infatti l’eliminazione dal corpo della nicotina attraverso l’urina e di conseguenza aiuta anche la disintossicazione.

In generale si consiglia di bere almeno 2 litri di acqua al giorno e di portare sempre con sé una bottiglietta d’acqua: quando sale la voglia di fumare, se si beve un ricco sorso, si permette al liquido di stazionare qualche minuto in bocca, cosa che allontana il desiderio del tabacco.

Menta, eucalipto e propoli, aiutano invece contro il mal di gola e la tosse. Perché il corpo privato dalla nicotina, si purifica espellendo tossine e catarro accumulato negli anni. Inoltre, il fumo è dannoso anche per i batteri della bocca, quindi impigrisce le mucose irritando così la gola.

L’eucalipto per la tosse è efficace sia per inalazione che in gel da spalmare sul petto. La menta, invece, aiuta ad alleviare i fastidi di tonsille e palato. E per trattamenti più forti, la propoli delle api in formato in spray può essere un valido alleato contro il mal di gola.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.