Campania, De Luca un piano straordinario per occupare 200mila giovani nella pubblica amministrazione, ecco come

a cura di Giovanna Manna
data pubblicazione 13 Nov 2016 alle ore 10:30am

vincenzo de luca proposta occupazione
Il presidente della regione Campania Vincenzo De Luca propone un piano straordinario per occupare duecentomila giovani nella Pubblica amministrazione.

Una proposta choc fatta da De Luca all’assemblea per il Mezzogiorno in corso di svolgimento alla Mostra d’Oltremare. «Non reggiamo altri sette anni, qui al Sud, con il 52 per cento di disoccupati e con i cantieri che, per fare presto, non saranno aperti prima del 2018, al netto dei ricorsi al Tar. Duecentomila giovani da occupare negli uffici pubblici dove manca qualificazione professionale e il turn over è bloccato da tempo. L’ho detto a Renzi: è demenziale una unica agenzia nazionale per i dirigenti pubblici. È una idiozia. Si tolgano i 500 euro l’anno agli studenti per il cinema o per comprare i tablet e si investa sul lavoro. La mia proposta prevede un meccanismo a scalare della retribuzione. Diciamo a un laureato con 110 e lode costretto a emigrare: rimani qui, ti offro un lavoro publico. Il primo anno ti pago 900 euro al mese. Il secondo, 1100 e 1300 euro per il terzo anno. Ti chiedo di fare straordinari senza compensi aggiuntivi. È così che riusciremo a dare un futuro ai nostri figli. Altrimenti non ci sarà più il Sud e anche la democrazia nel nostro paese non avrà più un futuro stabile».