Gianna Nannini, il 22 novembre esce il libro autobiografico “Cazzi Miei”, stasera la presentazione all’Auditorium di Roma

a cura di Giovanna Manna
data pubblicazione 21 Nov 2016 alle ore 11:53am

gianna nannini cazzi miei
Reduce dall’Hitstory tour che è stato un vero e proprio trionfo in Italia e all’estero, Gianna Nannini si racconta ora in un libro dal titolo ‘Cazzi miei’, che porta la sua firma ed esce domani 22 novembre, e che dopo la presentazione fatta durante il raduno fan, che si è tenuto sabato scorso al Gadames di Milano, l’ospitata da Massimo Gramellini a “Le parole della settimana” e alla libreria Rizzoli, racconterà questa sera all’Auditorium di Roma, ospite della rassegna Incontri d’autore.

Gianna Nannini, con ventisette album all’attivo e milioni di dischi venduti, si metterà a nudo, spaziando tra i recenti successi dal vivo, il privato e le novità che la vedranno protagonista, a partire proprio da questo libro.
Definito molto più di una semplice autobiografia, ma un viaggio tra i tormenti e le gioie della sua seconda vita, iniziata nel luglio del 1983, quando la prolifica artista senese, consacrata dal brano Fotoromanza, si è ritrovata a dover gestire il successo inaspettato e le richieste dei discografici: un «viaggio all’inferno», come lei stessa lo definisce, di cui ancora oggi non riesce a darsi una spiegazione.
Forse non sono nata, sono solo morta e non lo so“.

Questo libro è la storia di come Gianna Nannini ha saputo, da lì, ritrovare la grinta per ricominciare a vivere e lottare e per mantenere la sua indipendenza artistica, difendendola dalle pretese dell’industria discografica.

Questo libro, è il racconto di una vita che è molte vite – scrive la Nannini – che devo a me e a mia figlia, Penelope, perché i cazzi miei sono la mia verità, che non sta nel tempo ma nel fuori tempo, la mia specialità“. Pagine di una storia che, a breve, lascerà di nuovo il segno nel panorama musicale italiano.

Milano, 11 novembre 2016. La cosa brutta del buio è che è gelido. Perché mi viene un freddo mai sentito. Mi abbraccio con la felpa, scendo e suono alla prima porta che trovo. È primavera, pare, c’è un ciliegio che sembra bianco… è un ciliegio? Non so cosa sia un ciliegio ma sicuramente fa le ciliegie quando i fiori se ne vanno. Forse anch’io sono un ciliegio. Mi arrampico dentro di me per salire su, per vedere il cielo più vicino”.

È il racconto delle sue tante vite – fra canzoni, trasgressioni e viaggi dentro e fuori di sé –, ripercorse con una prosa graffiante proprio come la sua voce.

Ma le soprese non finisco certo qui. Per il 2 dicembre, a celebrazione della passata tournée, è prevista anche la pubblicazione di Hitstory tour edition, il cofanetto che, oltre al doppio album Hitstory, certificato oro, conterrà un dvd con le registrazioni live delle canzoni più amate dalla rock star, da Meravigliosa creatura a Ragazzo dell’Europa, Io, Sei nell’anima, Revolution, Giorno disumano e tante altre. Ad arricchire il tutto, anche Mama e Latin Lover, eseguite dal vivo con la Bohemian Symphony Orchestra di Praga diretta da Wil Malone.

Il video di un’intervista rilasciata da Gianna Nannini al Gadames di Milano

https://www.wetransfer.com/downloads/29bc9cb711b9e029a82c7c97f53bc54e20161120141509/7e717f9ae06184834598df2e995a835e20161120141509/d526a4