Uccisa e abbandonata nella cava: in tuta e con i polsi legati, Gabriella Fabbiano, 43 anni

a cura di Giovanna Manna
data pubblicazione 06 Dic 2016 alle ore 12:05pm

carabinieri
Trovata in tuta, senza scarpe, uccisa e avvolta in un telone, poi scaricata in una pozza d’acqua in una cava abbandonata. Potrebbe essere stata ammazzata in casa, Gabriella Fabbiano, 43 anni, di Cernusco sul Naviglio, la donna il cui cadavere è stato scoperto ieri sera nel comune dove risiede.

Il corpo era avvolto all’interno di un telone semitrasparente, con corde e filo di ferro per cercare di tenerlo fermo con pietre per evitare che emergesse.

La cava in disuoso dove è stato trovato il cadavere di Gabriella è in zona via Adua a Cernusco sul Naviglio, alle porte di Milano.

Sul posto sono intervenuti i carabinieri del Nucleo investigativo del Gruppo di Monza insieme con i militari della Compagnia di Cassano d’Adda (Milano).

La salma è stata recuperata dai vigili del fuoco di Gorgonzola (Milano). L’ispezione cadaverica da parte del medico legale è stata condotta alla presenza del Pm Francesco Cajani della Procura di Milano che ne ha disposto l’autopsia.

In atto ancora gli accertamenti del caso e le indagini per scoprire chi abbia ucciso Gabriella.