Parto cesareo sta portando ad evoluzione della specie e a bambini più grandi

a cura di Giovanna Manna
data pubblicazione 07 Dic 2016 alle ore 12:23pm

neonato
Il ricorrere sempre più spesso al taglio cesareo per far partorire le donne e questo sta portando nel corso degli anni ad una vera e propria evoluzione della specie.

A rilevarlo è uno studio austriaco, che sottolinea come più donne abbiano bisogno di ricorrere al cesareo se hanno un bacino troppo stretto.

Secondo la ricerca, infatti, i casi in cui il neonato ha una testa troppo grande per passare dal canale del parto sono aumentati da 30 ogni mille negli anni Sessanta a 36 ogni mille oggi.

Geni responsabili della sproporzione tra testa del feto e ossa del bacino della madre si sarebbero persi, perchè entrambi sarebbero morti durante il parto.

Philipp Mitteroecker, del dipartimento di biologia teorica dell’Università di Vienna, autore a capo dello studio, spiega: “Senza il moderno intervento medico questi problemi spesso erano letali e questo è, da punto di vista evolutivo, selezione naturale. Donne con un bacino molto stretto non sarebbero sopravvissute al parto 100 anni fa. Ora possono farlo e trasmettono alle loro figlie i geni del bacino stretto”.