Staminali, per una pelle più giovane e luminosa

a cura di Giovanna Manna
data pubblicazione 16 Dic 2016 alle ore 6:09am

Come-apparire-più-giovane con le cellule staminali
Il dottor Shinya Yamanaka, premio Nobel per le sue innovazioni sulla medicina rigenerativa, ha condotto un nuovo studio e esperimento con le famose cellule staminali. Cellule in grado di riprogrammarsi e di produrre tessuti nuovi a comando. Una riprogrammazione in questo caso a beneficio del viso , per una pelle piu’ giovane, sana e luminosa.

La tecnica giapponese in questione, si basa sulla combinazione di 4 geni chiave, chiamati OSKM, che possono far regredire le staminali adulte fino al loro stadio simil-embrionale, da dove poi possono essere riprogrammate verso ciò che ci serve, come ad esempio una pelle candida come quella di una quindicenne, o un viso privo di rughe, e così via.

Un processo di riprogrammazione e ringiovanimento che sarebbe possibile grazie alla presenza della molecola interleuchina 6 (IL -6). Le ricerche condotte nel 2013 hanno infatti dimostrato che in assenza di questa, le riprogrammazioni staminali per i tessuti possono causare dei danni importanti, per cui in realtà il processo non sarebbe poi cosi’ efficace.

Sarebbe infatti, proprio l’azione “magica” della interleuchina 6 a far passare indenne il corpo dalla trasformazione cellulare e a favorire tutti quei benefici che stanno per cambiare radicalmente la medicina estetica.

Le staminali che si usano in questo caso u pvengono prelevate dai tessuti grassi del paziente, una volta riprogrammate e vengono reimmesse nel corpo del soggetto e si attivano per applicare i cambiamenti dovuti dove necessario. Lo stesso modo puo’ essere adoperato per risolvere i problemi più gravi legati a malattie, ustioni o altre lesioni che implicano l’aiuto della medicina rigenerativa.