gennaio 17th, 2017

Laura Pausini: da oggi ‘200 Note’, nuovo singolo e video per celebrare Simili/Similares in nomination ai Grammy Awards

Pubblicato il 17 Gen 2017 alle 1:38pm

E’ in rotazione radiofonica da oggi, 17 gennaio, e disponibile su tutte le piattaforme digitali 200 note, nuovo singolo di Laura Pausini , scelto per festeggiare il successo di un progetto culminato con la recente nomination dell’album Simili/Similares (Atlantic Warner Music), l’ultimo di inediti, uscito a novembre del 2015, ai prossimi Grammy Awards come , Best Latin Pop Album.

Altro importante riconoscimento per questo album, dopo la pubblicazione in oltre 60 paesi del mondo anche in versione spagnola, e certificazione di triplo disco di platino in Italia e raggiungimento dei vertici delle classifiche di vendita in tutto il mondo.

200 note è una ballad profonda – parole di Tony Maiello, che firma anche la musica insieme a L. Vizzini Bisaccia – in grado di esaltare l’essenza della voce di Laura e la sua capacità interpretativa. La sua intensità è rivolta al ricordo di un amore passato e alla volontà di non lasciarselo sfuggire, per apprezzare e trattenere ogni minima sensazione e sconfiggere così il tempo che passa troppo in fretta.

Il video è stato girato da Leandro Manuel Emede e Nicolò Cerioni per SugarKane e vede Laura cantare avvolta da una atmosfera come sospesa e magica, una sorta di limbo che accompagna e sugella la poesia di questa ballad. E’ stato pubblicato poche ore fa sul profilo social Facebook dell’artista.

La Pausini, come promesso ai suoi fan, sta pubblicando sul suo profilo Facebook un video al giorno di tutti i suoi brani contenuti nell’album “Simili” in occasione della sua Nomination ai Grammy 2017.

Video 200 Note Laura Pausini

Viaggi: Abbonamenti Alta velocità, cambiano i prezzi. Diversi a seconda degli orari

Pubblicato il 17 Gen 2017 alle 11:08am

«I clienti delle Frecce AV — si legge nella nota di Trenitalia — potranno ancora contare, da febbraio, su un abbonamento mensile che l’azienda venderà, senza alcun corrispettivo pubblico, ad un valore equivalente a quello di 8, o al massimo 14, biglietti di corsa semplice, all’attuale prezzo base. Insomma, in una settimana ammortizzeranno il costo dei viaggi di un intero mese. Le quattro differenti tipologie di abbonamento, disponibili e acquistabili dal 17 gennaio, avranno un costo decrescente in base all’ampiezza delle fasce orarie e ai giorni della settimana in cui il cliente intenderà farne uso». Le quattro tipologie sono le seguenti: abbonamento AV valido tutti i giorni, per tutto il giorno; abbonamento AV valido tutti i giorni della settimana per treni in partenza nella fascia oraria 9- 17; abbonamento AV valido per viaggi dal lunedì al venerdì in tutte le fasce orarie; abbonamento AV valido per viaggi dal lunedì al venerdì per treni in partenza nella fascia oraria 9-17.

E a proposito di questa diversificazione di abbonamenti, secondo il Comitato pendolari AV To-Mi: «A giugno 2015 gli abbonamenti della Torino-Milano erano già passati da 295 a 340 euro. Adesso — spiegano dal Comitato pendolari — quello stesso abbonamento di seconda classe valido per tutti i giorni passa a 459 euro, 119 euro e il 35% in più». Nel caso di abbonamento per ogni ora dal lunedì al venerdì, l’importo si ferma a 408 euro, 68 euro (e il 20%) in più. Per poter risparmiare occorre prendere l’abbonamento per la fascia oraria 9-17, quella che esclude l’ora di punta dei pendolari: 323 euro per l’intera settimana e 289 euro dal lunedì al venerdì.

Febbre, ritirato dal commercio Paracetamolo Eg “non conforme”: ecco i lotti interessati dal provvedimento dell’Aifa

Pubblicato il 17 Gen 2017 alle 10:24am

Alcune confezioni di Paracetamolo Eg sono state ritirate dal commercio, secondo quanto ordinato dall’Agenzia italiana del farmaco (Aifa).

Le confezioni incriminate: PARACETAMOLO EG*16CPR 1000MG – AIC 041467111 Lotti n. 2850023A scadenza novembre 2017 e numero A6001 scadenza Luglio 2019 • PARACETAMOLO EG*20CPR 500MG – AIC 041467034 Lotti n. 1760001F scadenza Novembre 2018 e n. K6046 scadenza Aprile 2021.

I lotti in questione non potranno essere utilizzati e la ditta EG dovrà assicurarne l’avvenuto ritiro entro due giorni dalla ricezione del provvedimento.

Il presidente dello Sportello dei Diritti, Giovanni D’Agata, ha sottolineato come la decisione di ritirare i il prodotto si sia resa necessaria dopo la notifica di allerta rapida e della dichiarazione di non conformità alle Norme di Buona Fabbricazione del sito di produzione, entrambe emesse dall’agenzia portoghese. Un provvedimento emesso e messo in atto alla massima velocità a causa del massiccio utilizzo che se ne fa di questo farmaco durante i periodi invernali per dolore da lieve a moderato stato febbrile.

Auricolari per bambini, non sono sicuri come si crede

Pubblicato il 17 Gen 2017 alle 9:20am

Buona parte degli auricolari per bambini non sono sicuri. A lanciare l’allarme i dati riportati da un’inchiesta americana secondo cui gli auricolari in vendita sul mercato sono pubblicizzati e venduti come ‘sicuri per le orecchie’ dei bambini ma così non sono. (altro…)

Ispezioni a tappeto dei Nas in ospedali: casi di sovraffollamento al Pronto Soccorso

Pubblicato il 17 Gen 2017 alle 8:40am

Un mese di ispezioni negli ospedali italiani, per “verificare le condizioni di efficienza dei servizi di assistenza all’utente”: dal 15 dicembre 2016 a oggi.

Gli uomini del Nas, di concerto con il ministro della Salute hanno messo in atto un’intensa attività di controllo sull’intero territorio nazionale presso le strutture sanitarie che hanno portato alla contestazione di 19 sanzioni amministrative e al deferimento di 11 persone all’autorità giudiziaria.

Le attività prodotte dalle forze dell’ordine hanno evidenziato molti casi di sovraffollamento, con prevalenza di persone anziane, nei pronto soccorso, soprattutto nei nosocomi dei maggiori centri abitati, anche a causa del concomitante picco epidemico influenzale accentuato dalle condizioni atmosferiche particolarmente avverse.

In alcune circostanze si è registrato anche un numero di accessi pari al doppio della media giornaliera. “Situazioni particolari, oggetto di ulteriori approfondimenti, registrate nel corso delle attività di monitoraggio. Si tratta di episodi limitati – spiegano in una nota – che, tuttavia, non condizionano la generalizzata situazione di funzionalità offerta dalla gran parte delle strutture visitate, operanti sul territorio”.

Giorgio Armani “Se Melania Trump mi chiedesse di vestirla, perché no?”

Pubblicato il 17 Gen 2017 alle 7:35am

Melany Trump dopo le polemiche per l’abito Dolce & Gabbana, scelto per festeggiare il Capodanno in Florida con il marito, avrebbe trovato finalmente uno stilista italiano disposto a vestirla, Giorgio Armani.

Che ha dichiarato: “Di mestiere cerco di vestire le belle donne e Melania lo è, se mi chiedesse un vestito perché no?”.

Negli Stati Uniti e in Italia, diversi sono stati gli stilisti che hanno detto no alla nuova First Lady.

La quale, avrebbe destato una certa antipatia nel mondo della moda per una sua infelice dichiarazione subito dopo l’elezione del marito a presidente degli Stati Uniti d’America.

L’affascinante first lady, di origini slovene avrebbe infatti detto di voler somigliare a Jackie Kennedy. E’ evidente che l’accostamento non è stato dei più sensati.

Ma, al di là di questo, ci sarebbe anche una certa antipatia nei confronti del neo eletto presidente degli stati Uniti Donald Trump. O forse anche la paura di perdere clienti importanti, come Madonna, Jennifer Lopez, e tante altre che si sono schierate e battute per la Clinton.

Armani, ha anche chiarito, proprio per evitare possibili attacchi: “Mi auguro che i detrattori di Trump si possano ravvedere su ciò che farà, se farà delle belle cose avranno sbagliato, altrimenti avranno avuto ragione”.

Campania, donna di 44 anni in gravi condizioni ad Eboli per meningite

Pubblicato il 17 Gen 2017 alle 6:03am

Una donna di 44 anni è stata ricoverata all’ospedale di Eboli nel reparto malattie infettive domenica pomeriggio perché affetta da meningite. La donna e il marito erano in casa, quando lei ha cominciato ad avvertire i primi sintomi. Prima una leggera emicrania, poi capogiri e rigidità al collo.

I due coniugi spaventati hanno cercato su Internet e dai sintomi, hanno scoperto che si potesse trattare di meningite.

In ospedale i medici, hanno diagnosticato proprio la patologia, dopo i primi accertamenti.

La donna era giunta in ospedale parzialmente cosciente al pronto soccorso, ma ora versa in gravi condizioni.

Poiché in Campania si sono verificati diversi casi, la Regione ha deciso di somministrare vaccini gratuiti a neonati e minori di 18 anni.