febbraio 13th, 2017

Come preparare una gustosa Torta di San Valentino

Pubblicato il 13 Feb 2017 alle 2:15pm

Ecco a voi la ricetta di una buonissima Torta di San Valentino, semplice e veloce da preparare. A base di cioccolato fondente e marmellata di arance. Una vera bontà!

Ingredienti

– 250 grammi cioccolato fondente – 100 grammi burro – 100 grammi farina 00 – 150 grammi zucchero – 6 uova – 150 grammi marmellata di arance – 1 decilitro panna fresca – q.b. sale

Preparazione

1) Sciogliete a bagnomaria 150 g di cioccolato fondente tagliuzzato. Quando sarà quasi fuso, incorporate il burro a pezzetti. Mantenete il fuoco a fiamma bassa. Mescolate senza sosta, finché gli ingredienti non saranno tutti ben amalgamati. Separate i tuorli dagli albumi. 2) In una ciotola montate a neve gli albumi con un pizzico di sale, aiutandovi con una frusta. Montate in un’altra ciotola i tuorli con lo zucchero, in modo ad ottenere un composto chiaro, spumoso ed omogeneo. 3) Cuocete i cuori. Aggiungete farina e il composto a base di burro e cioccolato ai tuorli e mescolate il tutto. Unite gli albumi che avete montato a neve, e girate. Suddividete il composto ottenuto in 2 stampi foderati con carta da forno bagnata e strizzata e cuocete le torte in forno a 180° per circa 40 minuti. 4) Lasciate raffreddare i cuori e sfornateli. Spalmate la superficie di uno dei 2 cuori con la marmellata di arance e sovrapponete il secondo strato. Sciogliete a bagnomaria il cioccolato rimasto con la panna e lasciatelo raffreddare in frigo per circa 15 minuti. Monta la crema con la frusta elettrica, in modo da ottenere un composto omogeneo. Spalmate la crema sulla torta, aiutandovi con una spatola. 5) Decorate a piacere, con cuoricini di zucchero colorati e servite.

#Ovunquelodesideri, il flash mob per poter allattare nei luoghi pubblici

Pubblicato il 13 Feb 2017 alle 1:43pm

Nelle principali città italiane, si è tenuto oggi un importante appuntamento per “normalizzare”, l’allattamento al seno nei luoghi pubblici. (altro…)

Epilessia, discriminati anche dopo la guarigione. Il 13 febbraio Giornata Mondiale

Pubblicato il 13 Feb 2017 alle 7:04am

Guarire dall’epilessia si può, parola di esperti. Ma anche quando questa malattia non c’è più, continua a condizionare la vita di una persona. Ci vogliono almeno 10 anni per ottenere un riconoscimento ufficiale da parte di uno specialista di completa guarigione. (altro…)

Mango, la nuova campagna primavera estate 2017 nel deserto rosso del Marocco

Pubblicato il 13 Feb 2017 alle 6:33am

Il deserto rosso del Marocco è la location che è stata scelta da Mango come ambientazione della nuova campagna Primavera – Estate 2017.

La modella argentina Mica Arganaraz e la modella danese Frederikke Sofie, le nuove protagoniste della collezione del marchio.

A firmare gli scatti il celebre fotografo Mario Sorrenti. Lo styling firmato invece da Aleksandra Woroniecka punta su abiti pieni di movimento, stampe allegre e consistenze leggere.

Lo scenario è molto suggestivo. Sullo sfondo le dune che spiccano alle spalle di abiti dai volumi ariosi e dai colori fluorescenti che contrastano con il rosso della sabbia del deserto.

Underworld – Blood Wars, il trailer italiano con Kate Beck, al cinema dal 6 aprile

Pubblicato il 13 Feb 2017 alle 5:45am

È online il nuovo trailer in italiano di Underworld – Blood Wars. (altro…)

Nuova Zelanda: oltre 200 balene spiaggiate, messe in salvo grazie a soccorritori e volontari

Pubblicato il 13 Feb 2017 alle 5:02am

Oltre 200, le balene pilota arenate sulla spiaggia di Farewell Spit in Nuova Zelanda, e che grazie a soccorritori e volontari sono state tenute in vita, finché non sono riuscite a prendere il largo, anche grazie all’arrivo dell’alta marea.

Ancora alto, però, il rischio per il branco di cetacei di invertire la rotta e di spiaggiarsi nuovamente sull’isola.

“Le 240 balene pilota che si erano spiaggiate tra Puponga e Pakawau sabato sera sono riuscite a riprendere il largo con l’alta marea e raggiungere acque più profonde”, ha dichiarato il portavoce del Dipartimento Herb Christophers.

Diciassette, invece, le balene che avevano raggiunto la riva a causa della bassa marea e che sono state riportate in acqua proprio dai soccorritori.

“Non sappiamo perché il superbranco è arrivato” ha ammesso Daren Grover, direttore del gruppo ambientalista Project Jonah che collabora al salvataggio.

“Forse hanno raccolto il richiamo delle balene che erano qui e aver risposto, è molto insolito, non l’ho mai visto prima”.

Un’altra ipostesi potrebbe essere che si siano spaventate a causa degli squali che popolano le acque di Farewell Spit.