Tiroide, ecco quali sono le analisi per il controllo del suo funzionamento

a cura di Giovanna Manna
data pubblicazione 27 Mar 2017 alle ore 7:09am

tiroide e funzionamento

In Italia le malattie legate al malfunzionamento della tiroide sono in netto aumento. Se qualcosa non funziona a risentirne è tutto il corpo, essendo responsabile del controllo del metabolismo e delle sue funzioni principali.

Un controllo specialistico e un esame del sangue possono prevenire le complicanze cardiovascolari, ossee e metaboliche che anche solo una lieve disfunzione tiroidea, se non riconosciuta o adeguatamente trattata, potrebbe determinare.

La tiroide, ghiandola endocrina situata alla base del collo, produce due tipi di ormoni: l’ormone tiroxina chiamato anche T4 e l’ormone triiodotironina chiamato anche T3.

Questi due ormoni lavorano insieme al mantenimento dell’equilibrio e della crescita del nostro organismo oltre che allo sviluppo dell’energia.

Ebbene, quando questi ormoni vengono a mancare l’organismo si ‘spegne’ procurando così un senso di affaticamento (come nel caso dell’ipotiroidismo) o, al contrario, se la loro produzione in eccesso (è il caso dell’ipertiroidismo) causa una grande, eccessiva, sferzata di energia.

Per questo, già dai primi campanelli d’allarme è bene rivolgersi subito al medico di famiglia che prescriverà subito gli esami del caso e se necessario un maggior approfondimento presso un endocrinologo che saprà interpretare e investigare eventuali risultati poco chiari.

Esame della tiroide

E’ un esame che consiste semplicemente in un prelievo del sangue, rigorosamente a digiuno, rivolto a testare i livelli di TSH l’ormone che stimola la tiroide a produrre gli ormoni T3 – T4, di cui parlavamo prima. Se il TSH è ridotto, significa che la ghiandola sta funzionando troppo (ipertiroidismo). In caso contrario, se presenta valori elevati, la tiroide sta lavorando troppo poco (ipotiroidismo). Alle analisi di laboratorio spesso viene affiancata anche una ecografia tiroidea come approfondimento per avere una diagnosi più precisa.

Gli esami utili per diagnosticare l’ipotiroidismo (carente produzione di ormoni) o l’ipertiroidismo (eccessiva produzione di ormoni) sono:

Il dosaggio dell’ormone triiodotironina (T3)
Il dosaggio dell’ormone tiroxina (T4)
Il dosaggio della parte libera dell’ormone T3 e dell’ormone T4 chiamato rispettivamente FT3 (Free T3) e FT4 (Free T4)
L’analisi del TSH o ormone tireotropo
L’analisi degli anticorpi anti-tireoglobulina (anti-TG) o degli anticorpi antitireoperossidasi (anti-TPO) chiamati anche anti-microsomi.

Per quanto riguarda i costi, se volete effettuare questi esami del sangue, il ticket ammonta a somme differenti a seconda dell’esame prescritto:

T3 (triodotironina libera) con ticket € 9,50
T4 (toroxina libera) con ticket € 9,50
TSH (Ormone Tireotropo) con ticket € 8,44