aprile 18th, 2017

Biagio Antonacci, il 10 novembre un nuovo disco di inediti, da oggi le prevendite del tour invernale

Pubblicato il 18 Apr 2017 alle 11:25am

Arriva il 10 Novembre, su etichetta IRIS/SONY MUSIC ITALIA, il nuovo album di inediti di Biagio Antonacci, a più di tre anni di distanza dall’ultimo successo con il multiplatino “L’amore comporta”. (altro…)

Rivoluzione tram e bus Milano dal 27 aprile

Pubblicato il 18 Apr 2017 alle 9:36am

Dal 27 aprile arriva importanti novità per 9 linee di superficie. Scatta la rivoluzione dei tram che, a seconda dei casi, cambiano il capolinea in centro, accorciano il tragitto o vengono soppressi. (altro…)

Allarme tablet bambini. Un’ora di utilizzo diminuisce il loro sonno

Pubblicato il 18 Apr 2017 alle 9:28am

Secondo un recente studio pubblicato da ricercatori inglesi su Nature, far trascorrere troppe ore ai bambini su smartphone, tablet e altri dispositivi digitali, può essere molto dannoso per la loro salute e il loro apprendimento cognitivo. Fino a creare gravi problemi di sonno oltre che accelerarne lo sviluppo motorio. (altro…)

Addio bottiglia di plastica, arriva Ooho! la caramella d’acqua

Pubblicato il 18 Apr 2017 alle 8:28am

Molto presto diremo addio alle classiche bottigliette di plastica per bere l’acqua, grazie a tre ingegneri che hanno ideato una bolla biodegradabile, che permetterà di bere ingerendo come una caramella.

Questo nuovo ritrovato si chiama “Ooho! e rappresenta una soluzione alternativa all’imballaggio sostenibile. È interamente biodegradabile e talmente naturale che si può anche mangiare, spiegano gli ideatori

Si tratta di una doppia membrana gelatinosa (costituita da alginato di sodio e cloruro di calcio) contenente fino a 250 ml di acqua. La si può letteralmente ingoiare, oppure si può bucare la membrana e bere il liquido che è all’interno.

Tale bolla è stata testata anche per altri generi di bevande, zuccherate e alcoliche.

Il prezzo della singola bolla non dovrebbe essere molto elevato, si aggira sui 2 centesimi.

Il processo di produzione che rende possibile il tutto è la gelificazione, tecnica utilizzata per realizzare le membrane, simile a quella che in cucina ci permette di trasformare in gel un liquido.

Al momento gli ingegneri sono alla ricerca di investimenti per portare sul mercato il prodotto, sono necessari 500mila dollari.

Orecchio tappato? Con un palloncino è possibile liberarlo

Pubblicato il 18 Apr 2017 alle 7:22am

La sensazione di percepire il tappo all’orecchio, è una sensazione molto fastidiosa che, quando capita soprattutto durante il sonno, lascia alla persona di cui ne soffre uno stato confusionale che può durare anche per giorni. (altro…)

Stop ai selfie in ospedale di medici e infermieri: “Offendono i pazienti”

Pubblicato il 18 Apr 2017 alle 6:51am

Da tempo i selfie sono entrati nelle corsie e nelle sale operatorie degli ospedali, e in alcuni casi il cattivo gusto ha avuto anche risvolti drammatici, come quando nel gennaio scorso a Perugia quando alcuni camici bianchi si sono ritratti con un uomo appena operato che poi subito dopo è morto.

Il ministero della sanità ha scritto alla federazione nazionali degli ordini dei medici (Fnomceo), al collegio degli infermieri (Ipasvi) e ai rappresentanti di ostetriche e tecnici di radiologia per dire “basta”. Non si accettano più scatti in corsia o nelle sale operatorie , che quando va bene restano nelle memorie degli smartphone e quando va male, cioè molto spesso, finiscono sui social network.

“Sono ormai frequenti le notizie di stampa che segnalano il dilagare del fenomeno della pubblicazione di fotografie e selfie sui social network scattate da parte di professionisti sanitari durante l’esercizio dell’attività lavorativa presso le corsie di ospedali o sale operatorie in strutture pubbliche e/o private, fino a sfociare in alcuni casi nella violazione della privacy del paziente”.

La comunicazione è partita il 29 marzo scorso e alcuni giorni dopo dalla Fnomceo è stata girata agli Ordini provinciali. Sempre secondo il ministero, con quelle foto le attività cliniche diventano oggetto di spettacolarizzazione e, oltre a ledere la privacy dei malati, “compromettono l’immagine degli stessi sanitari, oltreché il rapporto di fiducia tra il paziente e il sistema sanitario nel suo complesso”.

Da Roma si spiega ai rappresentanti dei vari lavoratori che è necessario contrastare tali comportamenti, che talvolta derivano da una “sottovalutazione della situazione da parte del professionista sanitario “. In chiusura si chiede di inviare “specifiche raccomandazioni ” a tutte le sedi locali “per scongiurare o, quanto meno, arginare il verificarsi di tali fatti”. Nell’inciso finale si ammette la difficoltà di bloccare definitivamente comportamenti tanto diffusi.

Il richiamo all’etica professionale del ministero è stato girato dalla presidente della Fnomceo Roberta Chersevani a tutti gli ordini provinciali il 5 aprile scorso.

“Per un medico che ha prestato giuramento professionale appare inaudito realizzare simili comportamenti”, scrive all’inizio la presidente. Poi illustra quali norme del codice deontologico vengono violate da chi fa selfie e foto in corsia e quindi si riserva un passaggio per lanciare una frecciata al ministero. Proprio in chiusura dice: “Nella certezza che i comportamenti segnalati riguardino una minima parte dei tanti medici positivamente operanti negli ospedali e nelle strutture sanitarie, vi invito comunque a portare a conoscenza degli iscritti questa comunicazione a vigilare”.